Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Il tuo cane potrebbe darti il ​​norovirus?

Norovirus è la principale causa di malattie alimentari negli Stati Uniti. Puoi anche catturare persone infette e superfici contaminate. Ora, una nuova ricerca solleva la questione se gli umani possano prenderlo dai cani.

cane e ragazza

Scrivendo nel veterinario Sarah Caddy i colleghi spiegano come hanno scoperto che alcuni cani possono innescare una risposta immunitaria all’humannorovirus – un indizio forte che sono stati infettati dal bug.

Caddy, che sta lavorando per il suo dottorato di ricerca presso l’Università di Cambridge e ImperialCollege di Londra nel Regno Unito, dice:

“Abbiamo anche confermato che il norovirus umano può legarsi alle cellule dell’ecanina, che è il primo passo necessario per l’infezione delle cellule”.

Insieme alle prove che il norovirus umano è stato isolato dai cani domestici in Europa, i risultati sollevano preoccupazioni sul fatto che le persone potrebbero catturare l’insetto dagli animali.

Il Norovirus è una delle principali cause di gastroenterite, o “influenza dello stomaco”, che causa vomito e diarrea sia negli adulti che nei bambini. È molto contagioso e può infettare chiunque. Puoi prenderlo da una persona infetta, cibo o acqua contaminati o da superfici contaminate.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), negli Stati Uniti ogni anno il norovirus è responsabile di 19-21 milioni di casi di gastroenterite acuta e di contagio a 570-800 decessi, soprattutto tra bambini piccoli e anziani.

Le particelle di norovirus umano possono legarsi al tessuto intestinale del cane

Per il loro studio, Caddy e colleghi hanno usato particelle di norovirus umane non infettive – comprendendo solo il rivestimento proteico esterno del bug o il capside. Il capside è la parte del virus che si lega alle cellule ospiti. I capsidi da soli non possono causare infezioni perché mancano del meccanismo interno del virus.

Il team ha studiato l’abilità dei capsidi di legarsi a campioni di tessuto prelevati da provette di intestini di cane. Hanno trovato prove che sette diversi ceppi di norovirus umano possono essere legati al tessuto gastrointestinale canino. Questo suggerisce “che l’infezione è almeno teoreticamente possibile”, notano.

I ricercatori hanno anche effettuato altri test per scoprire se i cani possono trasportare l’Humannorovirus.

Mentre non hanno trovato tracce di virus in campioni di feci da 248 cani (inclusi alcuni con diarrea), hanno trovato prove di anticorpi contro il norovirus umano in campioni di sangue da 43 su 325 cani.

Non è attualmente noto se il norovirus umano possa causare una malattia clinica nei cani. Assumendo che possa, lo studio non ha trovato prove che i cani possano gettare in quantità sufficienti per infettare gli esseri umani. Tuttavia, gli autori osservano che altri studi hanno suggerito che ben 18 particelle virali possono causare infezione umana.

Ci sono anche poche prove che cani o animali siano coinvolti nella diffusione di norovirusamong quando si verificano grandi epidemie, come nelle navi da crociera e negli ospedali.

Le prove di questo studio sono sufficienti per giustificare ulteriori indagini

Tuttavia, gli autori concludono che il loro studio fornisce prove sufficienti per ulteriori indagini sul fatto che il norovirus umano possa sopravvivere in animali non umani e diffondersi da essi alle persone.

Caddy dice di essere interessata a fare lo studio attraverso la sua esperienza di veterinario di piccole dimensioni e proprietario di cani. Nella sua pratica, dice, i proprietari di cani le chiedono spesso se i loro cani possono trasmettere loro delle infezioni o se possono passarli ai loro animali domestici. Sheadds:

“Ci sono un sacco di casi aneddotici di cani ed esseri umani nella stessa casa, con gastroenterite simultanea, ma in questo campo è condotta una ricerca scientifica molto rigorosa.

Fino a quando non saranno disponibili dati più definitivi, dovrebbero essere prese precauzioni adeguate per l’igiene degli animali domestici, specialmente quando la gastroenterite negli uomini o nei cani è presente in un ambiente domestico “.

Nel frattempo, di recente ho appreso che un insetto intestinale resistente ai farmaci si sta diffondendo negli Stati Uniti. Il rapporto ACDC suggerisce un ceppo multi-farmaco resistente – un bug che causa mezzo milione di casi di diarrea negli Stati Uniti ogni anno – sta entrando nel paese in viaggiatori infetti e causando serie di epidemie.

Like this post? Please share to your friends: