Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Il vaccino antinfluenzale è sicuro?

L’influenza è una malattia respiratoria causata dal virus dell’influenza. I sintomi dell’influenza sono in genere più gravi di un raffreddore. Includono febbre, tosse, dolori muscolari, mal di testa e stanchezza che durano fino a 2 settimane.

L’influenza può anche essere pericolosa per la vita in alcuni casi. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), 200.000 persone sono ricoverate ogni anno a causa di problemi legati all’influenza.

I bambini piccoli, gli anziani, le donne incinte e quelle con un sistema immunitario debole possono avere maggiori probabilità di soffrire di complicazioni pericolose.

Lavarsi le mani a regola d’arte e stare a casa quando si è malati può aiutare a prevenire l’influenza. Ma gli esperti di salute dicono che per la migliore protezione, la maggior parte delle persone dovrebbe anche ottenere un vaccino antinfluenzale, o vaccino antinfluenzale, ogni anno.

Qual è il vaccino antinfluenzale?

Il vaccino antinfluenzale aiuta il sistema immunitario a combattere l’influenza prima che una persona si ammali.

Contiene virus influenzali indeboliti o inattivati ​​che fanno pensare che il corpo sia stato infettato senza causare malattie. Questi virus dicono al sistema immunitario di creare speciali proteine ​​chiamate anticorpi.

Una donna che ha un vaccino.

Il corpo immagazzina questi anticorpi e può usarli per combattere una futura infezione influenzale. Di conseguenza, una persona che ottiene il colpo può essere in grado di evitare completamente l’influenza, o solo ottenere un caso lieve.

Efficacia

L’efficacia del vaccino antinfluenzale può variare notevolmente da un anno all’altro e dipende da due fattori principali:

  • La salute e l’età della persona che ottiene il colpo
  • Quanto bene lo sparo corrisponde alle tensioni influenzali di quell’anno

Come la salute influenza il vaccino antinfluenzale

Il vaccino antinfluenzale sembra funzionare meglio negli adulti e nei bambini più grandi. Le persone di età superiore ai 65 anni tendono ad avere un sistema immunitario più debole e il colpo può essere meno efficace per loro. I bambini di età inferiore ai 2 anni e le persone con condizioni di salute a lungo termine possono anche avere una risposta inferiore al tiro e ricevere meno protezione.

Gli esperti dicono ancora che lo scatto offre una certa protezione e dovrebbe essere raccomandato per questi gruppi, soprattutto perché sono più probabilità di soffrire di gravi complicazioni da influenza.

Abbinare il colpo all’influenza

Ogni anno, nuovi ceppi dell’influenza si diffondono in tutto il mondo. Esistono centinaia di varietà diverse, ma i produttori di vaccini antinfluenzali possono includere solo 3 o 4 tipi nello scatto ogni anno.

Gli esperti medici devono restringere il campo ai ceppi che hanno maggiori probabilità di ammalare le persone. Alcuni mesi prima che la stagione influenzale arrivi, i ricercatori studiano i ceppi influenzali più comuni dell’anno precedente. Guardano anche i ceppi che si stanno diffondendo in altre parti del mondo. Usano questi dati per prevedere quali ceppi di influenza influenzeranno le persone durante la prossima stagione influenzale.

A volte, gli esperti possono prevedere con precisione quali ceppi di influenza si diffonderanno e lo sparo è considerato una buona “corrispondenza”. Quando ciò accade, lo sparo offre più protezione a chi lo ottiene. Il vaccino antinfluenzale 2011-2012 è stato un buon risultato e uno studio afferma che è stato efficace al 71% quell’anno.

Altri anni, il tiro potrebbe essere una partita scadente. Questo accade quando le previsioni sull’influenza sono imprecise o il virus cambia prima che inizi la stagione influenzale.

Tuttavia, anche se il virus non è all’altezza, il tiro potrebbe comunque essere utile. Durante la stagione influenzale 2014-2015, ad esempio, uno dei virus è mutato, portando a una sparatoria antinfluenzale meno efficace. È stata anche considerata una stagione influenzale particolarmente grave.

Nonostante questi problemi, riportano che l’iniezione è stata efficace al 41% per i più giovani e al 56% efficace per le persone di 65 anni e oltre.

Effetti collaterali

Sebbene gli effetti collaterali siano di solito molto miti, il vaccino antinfluenzale può causare dolore, arrossamento o gonfiore in corrispondenza del colpo. Alcune persone possono anche provare dolori muscolari o febbre bassa.

Alveari sulla pelle.

In rari casi, il vaccino antinfluenzale può causare una grave reazione allergica. Quando ciò accade, di solito si verifica in pochi minuti o ore dopo che il colpo è stato dato. I seguenti sono segnali che richiedono un trattamento di emergenza:

  • Respiro sibilante
  • Gonfiore in faccia
  • Orticaria
  • Problema respiratorio
  • Sensazione di debolezza o vertigini
  • Pallore

Poiché i virus nel colpo sono indeboliti o inattivati, il vaccino antinfluenzale non può dare a qualcuno l’influenza. Tuttavia, è possibile ottenere l’influenza anche dopo aver ricevuto un vaccino antinfluenzale. Ciò può accadere quando una persona è stata infettata da un ceppo che non era nel tiro, o se una persona ha l’influenza prima che lo sparo abbia avuto il tempo di entrare in vigore.

Coloro che ricevono una vaccinazione antinfluenzale non solo possono proteggere se stessi, ma anche coloro che potrebbero avere maggiori probabilità di ammalarsi o morire di influenza. I bambini di età inferiore ai 6 mesi, le persone con condizioni di salute a lungo termine e gli anziani potrebbero avere meno probabilità di contrarre l’influenza quando le persone intorno a loro ricevono l’influenza antinfluenzale.

Sicurezza

Il CDC afferma che i colpi di influenza sono sicuri e hanno una lunga storia di sicurezza dietro di loro.

Lo scatto è consigliato a persone dai 6 mesi in su, con solo poche eccezioni.

Le seguenti persone dovrebbero parlare con il loro medico prima di ottenere il colpo:

  • Coloro che sono allergici a qualsiasi ingrediente nel vaccino antinfluenzale
  • Chiunque avesse avuto una grave reazione allergica alla vaccinazione antinfluenzale in passato
  • Coloro che hanno avuto la sindrome di Guillain-Barré, una malattia paralizzante rara ma grave
  • Le persone che sono attualmente malate di una malattia, come la febbre

Allergie all’uovo e vaccino antinfluenzale

La maggior parte dei colpi di influenza contengono una piccola quantità di proteine ​​dell’uovo. Sono disponibili scatti senza uova per quelli con gravi allergie alle uova. Gli studi hanno dimostrato che le persone allergiche alle uova possono ricevere la vaccinazione antinfluenzale senza problemi.

Le donne incinte e il vaccino antinfluenzale

Il vaccino antinfluenzale è sicuro e altamente raccomandato per le donne incinte. Può essere dato in qualsiasi momento durante la gravidanza. Le donne in gravidanza possono avere maggiori probabilità di avere gravi complicanze dell’influenza a causa di uno sforzo maggiore sul cuore, i polmoni e il sistema immunitario.

Uno studio suggerisce che la madre possa passare una parte della protezione al suo bambino non ancora nato. Poiché i bambini non possono ottenere la vaccinazione antinfluenzale fino a 6 mesi, questo beneficio può essere utile.

tipi

Un uomo più anziano con un vaccino.

I colpi di influenza sono disponibili in due dosi: standard e ad alte dosi. Le persone sotto i 65 anni in genere ricevono un vaccino a dose standard. La versione ad alto dosaggio dello sparo è raccomandata per le persone di età pari o superiore a 65 anni.

La maggior parte dei colpi di influenza sono trivalenti, il che significa che contengono tre ceppi di influenza. Sono stati sviluppati nuovi vaccini con quattro ceppi, noti come colpi quadrivalenti. Entrambi sono considerati sicuri ed efficaci e il CDC consiglia di ottenere qualsiasi tipo sia disponibile.

Un colpo intradermico è disponibile per coloro che hanno paura degli aghi. Utilizza un ago più piccolo del 90% rispetto allo scatto standard e viene iniettato appena sotto la pelle anziché nel muscolo. È approvato per le persone di età compresa tra 18 e 64 anni.

Sebbene negli ultimi anni sia stata resa disponibile una versione con spray nasale del vaccino antinfluenzale, un gruppo di consulenza sul vaccino CDC ha riferito che non è efficace e non dovrebbe essere usato nella stagione influenzale 2016-17.

Quando prendere il vaccino antinfluenzale

Gli esperti raccomandano alle persone di farsi vaccinare antinfluenzale non appena è disponibile ogni autunno. Il tiro dura 2 settimane per avere effetto, e la stagione influenzale inizia già a ottobre in alcuni casi. Ma, le persone possono ancora trarre beneficio dall’avere il vaccino antinfluenzale più tardi.

La stagione influenzale di solito raggiunge il picco a gennaio o febbraio. Tuttavia, gli esperti dicono che ottenere la vaccinazione antinfluenzale nel tardo inverno e all’inizio della primavera potrebbe ancora offrire protezione.

Il vaccino antinfluenzale è efficace da circa un anno. Ciò significa che le persone hanno bisogno di un nuovo colpo per proteggersi ogni stagione influenzale, anche se le tensioni nel tiro sono le stesse.

Like this post? Please share to your friends: