Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

In che modo l’alcol provoca il cancro?

Un nuovo studio sulle cellule staminali del sangue ha rivelato nuovi dettagli sui meccanismi con cui l’alcol aumenta il rischio di sviluppare il cancro.

Bottiglie tintinnanti

È noto che l’alcol aumenta il rischio di non meno di sette tipi di cancro. Questi sono il cancro della bocca, della gola superiore (faringe), della scatola vocale (laringea), dell’esofago, del seno, del fegato e dell’intestino.

Sebbene i legami siano stabiliti, esattamente come l’alcol agisce per indurre la malignità non è così ben compreso. Si pensa che diversi meccanismi siano al lavoro.

La maggior parte degli studi precedenti ha esaminato solo le cellule in laboratorio, osservandone i cambiamenti dopo l’esposizione all’alcol (etanolo).

Recentemente, i ricercatori del MRC Laboratory of Molecular Biology di Cambridge, nel Regno Unito, hanno cercato di ottenere un quadro più chiaro della relazione tra alcol e cancro utilizzando animali interi.

Il loro studio, che è stato finanziato dal Cancer Research U.K., è stato pubblicato questa settimana sulla rivista.

Acetaldeide e cellule staminali del sangue

Il team ha somministrato l’etanolo diluito ai topi e poi ha utilizzato l’analisi cromosomica e il sequenziamento del DNA per misurare qualsiasi danno causato dall’acetaldeide, una sostanza chimica prodotta durante la trasformazione dell’alcol. Hanno focalizzato la loro attenzione su un tipo specifico di cellule: le cellule staminali del sangue.

Le cellule staminali del sangue, presenti nel sangue e nel midollo osseo, sono cellule del sangue immature che possono svilupparsi in qualsiasi tipo di cellule del sangue, compresi globuli bianchi, piastrine e globuli rossi. È importante capire in che modo l’alcol danneggia queste cellule, poiché è noto che le cellule staminali difettose causano il cancro.

Quando l’alcol viene scisso nell’intestino, i batteri lo convertono in grandi quantità di acetaldeide, una sostanza chimica che in precedenza ha dimostrato di provocare il cancro negli animali.

Dopo l’analisi, i ricercatori hanno scoperto che l’acetaldeide potrebbe, infatti, danneggiare e rompere il DNA nelle cellule staminali del sangue. I cromosomi sono stati riorganizzati e la sequenza del DNA è stata modificata in modo permanente nelle cellule staminali.

Il prof. Ketan Patel, autore dello studio, dice: “Alcuni tumori si sviluppano a causa del danno del DNA nelle cellule staminali, mentre alcuni danni si verificano casualmente, i nostri risultati suggeriscono che bere alcolici può aumentare il rischio di questo danno”.

Meccanismi di autodifesa

Accanto a nuove scoperte sul danno che l’etanolo causa alle cellule staminali, gli scienziati hanno scoperto nuove informazioni sui meccanismi di protezione impiegati dai nostri corpi in risposta all’alcol.

Gli enzimi chiamati aldeide deidrogenasi (ALDH) costituiscono la prima linea di difesa contro i danni alcol-correlati. Gli ALDH riducono l’alcol in acetato, “che le nostre cellule possono utilizzare come fonte di energia”.

Milioni di persone – molti asiatici orientali, per esempio – hanno bassi livelli di ALDH o copie difettose degli enzimi. Ciò significa che l’acetaldeide tossica si accumula nel corpo. Questi individui sperimenteranno guance arrossate e potrebbero sentirsi male.

Quando i ricercatori hanno studiato topi senza ALDH, hanno scoperto che l’alcol ha causato un danno quattro volte maggiore al DNA rispetto ai topi che potevano produrre ALDH.

Al di là di ALDH, il corpo ha una serie di altri meccanismi secondari che possono riparare vari tipi di danni al DNA. Ma questi meccanismi non sempre funzionano; alcune persone hanno mutazioni che le rendono inefficaci.

“Il nostro studio evidenzia che non essere in grado di elaborare efficacemente l’alcol può portare a un rischio ancora maggiore di danni al DNA correlati all’alcol e quindi a determinati tumori”.

Prof. Ketan Patel

“Ma,” continua, “è importante ricordare che l’alcol e i sistemi di riparazione del DNA non sono perfetti e l’alcol può ancora causare il cancro in modi diversi, anche nelle persone i cui meccanismi di difesa sono intatti.”

L’alcol è noto per provocare il cancro e studi come questo ci aiutano a capire perché e, alla fine, contribuiranno a prevenire oa rallentare i tumori alcol-correlati.

Come afferma la prof.ssa Linda Bauld, del Cancer Research U.K., “questa stimolante ricerca evidenzia il danno che l’alcol può fare alle nostre cellule, costando ad alcune persone più di una semplice sbornia”.

Like this post? Please share to your friends: