Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

In che modo la dieta può influire sui sintomi della fibromialgia?

La fibromialgia è una condizione che fa provare a una persona frequenti dolori, dolorabilità muscolare e affaticamento.

Non esiste una causa nota definitiva di fibromialgia e non esiste una cura. Tuttavia, sono disponibili farmaci in grado di ridurre i sintomi e aiutare a gestire la condizione. Oltre a questi farmaci da prescrizione, le persone con fibromialgia possono utilizzare terapie e trattamenti complementari, come la gestione della dieta, come mezzo per ridurre i sintomi dolorosi.

In che modo l’impatto della dieta potrebbe essere la fibromialgia?

Frutta e verdura

I cambiamenti dietetici non fanno parte del trattamento standard o dei trattamenti per la fibromialgia. Tuttavia, una dieta nutriente può quasi sempre aiutare una persona con fibromialgia a vivere una vita il più sana possibile.

La Cleveland Clinic consiglia una dieta anti-infiammatoria per coloro che soffrono di dolore cronico. Una dieta antinfiammatoria non è una dieta specifica, ma piuttosto una serie di principi e linee guida riguardanti le scelte alimentari.

Esempi di scelte dietetiche anti-infiammatorie includono:

  • Mangiare da otto a nove porzioni di frutta e verdura al giorno. La scelta di frutta e verdura colorata quando possibile assicura la più ampia gamma di sostanze nutritive. Esempi di cibi particolarmente nutrienti includono broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori e cavoli.
  • Scegliere i cereali integrali. Zuccheri raffinati e carboidrati semplici possono avere proprietà infiammatorie. Esempi di cibi integrali più sani includono orzo, grano saraceno, avena, quinoa, riso integrale, segale, grano e farro.
  • Limitare l’assunzione di latte in eccesso. Mentre il latte è una fonte di calcio, avere troppa dieta può causare infiammazioni.
  • Ridurre la carne rossa. La carne rossa dovrebbe essere un cibo occasionale, non quotidiano. Sostituisci la carne rossa con tacchino, pesce e cibi vegetariani. Anche il pollo disossato e senza pelle è una buona opzione, ma potrebbe non avere i benefici antinfiammatori di alcuni altri alimenti.

Mentre una dieta anti-infiammatoria non è necessariamente una dieta dimagrante, è quella che spesso aiuta una persona a mantenere un peso sano, che è di grande beneficio per quelli con fibromialgia.

Quali alimenti dovrebbe evitare una persona con fibromialgia?

Secondo la Arthritis Foundation, gli additivi alimentari chiamati eccitotossine possono peggiorare i sintomi della fibromialgia. Esempi di questi alimenti includono glutammato, aspartato e L-cisteina. Questi sono spesso aggiunti a sostituti dello zucchero come l’aspartame.

Un altro additivo alimentare, il glutammato monosodico (MSG), viene spesso aggiunto a molti cibi asiatici e surgelati. La ricerca non ha completamente concluso che questi additivi possono peggiorare i sintomi della fibromialgia. Tuttavia, alcune persone con fibromialgia hanno scoperto che provano meno dolore quando rimuovono questi additivi dalla loro dieta.

Oltre ad evitare gli additivi, alcune persone con fibromialgia hanno trovato sollievo evitando i seguenti alimenti:

  • Latticini
  • Alimenti contenenti glutine
  • Farina raffinata
  • zucchero

Mentre evitare questi non eliminerà necessariamente tutti i sintomi, quelli con fibromialgia potrebbero trarre beneficio dal tenere un diario alimentare e commentare i sintomi che potrebbero verificarsi dopo aver mangiato cibi particolari. Se una persona identifica schemi tra gli alimenti che hanno mangiato e sintomi dolorosi, può prendere in considerazione la rimozione di determinati alimenti dalla loro dieta.

Quali alimenti possono aiutare una persona con fibromialgia?

Tuorlo d'uovo

Secondo il National Institutes of Health (NIH), l’assunzione di supplementi di vitamina D può aiutare a ridurre i sintomi della fibromialgia in persone che sono carenti di vitamina.

Le fonti alimentari di vitamina D possono essere trovate in:

  • Tuorli d’uovo
  • Yogurt magro fortificato con vitamina D
  • Succo d’arancia fortificato con vitamina D
  • Pesce spada
  • Tonno, in scatola in acqua
  • Cereali integrali fortificati con vitamina D

Anche se gli alimenti contenenti vitamina D non possono aiutare ogni persona con fibromialgia, mangiarli è molto utile in quanto la vitamina D aiuta a costruire ossa più sane.

supplementi

Una persona con fibromialgia dovrebbe sempre parlare con il proprio medico prima di iniziare a prendere integratori, anche se sono etichettati come “naturali”.

L’NIH avverte le persone che i prodotti per la salute naturale e persino gli integratori vitaminici non sono sempre sicuri. È possibile assumere troppe vitamine e prodotti naturali per la salute. Questi prodotti possono anche interferire con qualsiasi farmaco che una persona con fibromialgia potrebbe assumere. Per questo motivo, chiunque stia prendendo in considerazione integratori o altre sostanze dovrebbe discuterne con un medico o un farmacista per assicurarsi che non si verifichino interazioni avverse.

Ad esempio, le persone con fibromialgia assumono spesso antidepressivi, noti come inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina o SSRI. Questi farmaci comprendono la sertralina (Zoloft), la fluoxetina (Prozac) e l’escitalopram (Lexapro). L’alcol e l’erba di San Giovanni sono due esempi di sostanze che possono interagire con gli SSRI.

Altre misure di stile di vita che possono aiutare

yoga

Mentre le misure dietetiche specifiche non sono state ben studiate per quanto riguarda quelli con fibromialgia, altri metodi hanno dimostrato di aiutare a ridurre i sintomi. Un esempio è l’esercizio aerobico.

Secondo l’American Academy of Family Physicians, fare esercizio aerobico per 20-30 minuti al giorno per 2 o 3 giorni alla settimana può aiutare a ridurre i sintomi e l’affaticamento della fibromialgia in quelli con fibromialgia.

Oltre all’esercizio aerobico, i seguenti tipi di esercizio possono anche aiutare quelli con fibromialgia:

  • Tai Chi
  • Sollevamento pesi
  • Yoga

Ottenere un sonno regolare e praticare abitudini di buon sonno può aiutare una persona a gestire meglio i sintomi della fibromialgia. Esempi di modi per ottenere una buona notte di sonno includono:

  • Mantenere un programma regolare di tempo di sonno e di veglia aiuta il corpo a mantenere il suo ritmo naturale per dormire.
  • Adottare una routine notturna che include un periodo di relax prima di andare a letto.Gli esempi potrebbero includere la lettura di un libro, l’ascolto di musica rilassante o la meditazione.
  • Mantenere un ambiente di sonno fresco e confortevole. Idealmente, la temperatura della stanza dovrebbe essere di 60-67 ° F. La camera da letto dovrebbe essere scura, il che dà al cervello uno spunto visivo per rilassarsi. Se il rumore è un problema, una persona può indossare i tappi per le orecchie o investire in una macchina a rumore bianco che può aiutare a soffocare il rumore ambientale.
  • Ridurre l’esposizione all’elettronica prima di andare a letto. Gli esempi includono evitare l’uso del telefono cellulare e del computer. Secondo la National Sleep Foundation, la luce di questi dispositivi può stimolare il cervello, inducendo una persona ad avere maggiori difficoltà ad addormentarsi.

Oltre a queste misure, anche prendere provvedimenti per ridurre lo stress può aiutare ad alleviare la fibromialgia. Esempi di queste pratiche possono includere:

  • Agopuntura
  • Terapia di massaggio
  • Meditazione
  • Allenamento di rilassamento
  • Counseling o terapia

La ricerca di un gruppo di supporto per la fibromialgia può anche essere un’opzione. Le persone con fibromialgia possono condividere le loro storie personali e le lotte con gli altri che stanno vivendo sintomi simili. Organizzazioni di contatto come la National Fibromyalgia Association e l’American Chronic Pain Association potrebbero essere un buon punto di partenza.

Cos’è la fibromialgia?

Secondo il NIH, circa 5 milioni di americani soffrono di fibromialgia. Di questi 5 milioni, l’80-90% sono donne.

La fibromialgia induce una persona a sperimentare una serie di sintomi che possono variare da lievi a gravi. La convinzione attuale è che la malattia altera i percorsi del dolore di una persona, inducendoli a provare sensazioni più forti di dolore rispetto alla maggior parte delle persone.

Quelli con fibromialgia dovrebbero sempre rimanere in contatto con i loro medici. Dovrebbero sottoporsi a controlli regolari per garantire che i farmaci e i cambiamenti dello stile di vita aiutino a gestire il loro dolore e altri sintomi correlati.

Tuttavia, ci sono alcune volte in cui una persona con fibromialgia dovrebbe vedere il proprio medico al di fuori di un normale programma. Queste istanze includono quando:

  • I sintomi della fibromialgia di una persona stanno peggiorando
  • Una persona sta vivendo nuovi sintomi che possono o meno essere correlati alla fibromialgia
  • Una persona ha provato un nuovo farmaco o trattamento che non funziona o potrebbe causare altri sintomi spiacevoli
Like this post? Please share to your friends: