Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Infusione di ferro: usi, benefici e cosa aspettarsi

Un’infusione di ferro è quando il ferro viene erogato tramite una linea endovenosa nel corpo di una persona.

Aumentare la quantità di ferro che una persona ha nel sangue può curare l’anemia o aumentare un basso numero di globuli rossi.

Il corpo usa il ferro per produrre l’emoglobina. L’emoglobina è una parte importante dei globuli rossi e aiuta a trasportare l’ossigeno in tutto il corpo.

Se una persona non ha abbastanza emoglobina, può sentirsi stanca, avere un battito cardiaco accelerato e persino avere difficoltà a respirare. Un’infusione di ferro può essere usata per qualcuno con una carenza di ferro quando gli integratori non funzionano.

Chi ha bisogno di un’infusione di ferro?

Cibi ricchi di ferro

Alcune persone hanno meno disponibilità di ferro nel sangue rispetto ad altre. Questi gruppi includono:

  • Ad esempio, coloro che hanno avuto una significativa perdita di sangue da tumori, ulcere e periodi pesanti.
  • Coloro che seguono una dieta a bassissimo contenuto di ferro.
  • Coloro che assumono farmaci che influenzano la capacità del corpo di usare il ferro per produrre l’emoglobina. Questi includono aspirina, eparina e Coumadin.
  • Coloro che hanno una condizione che consuma più ferro, come insufficienza renale o gravidanza.

Un medico può eseguire una serie di esami del sangue e controllare i livelli di ferro di una persona per determinare se sono bassi.

Una varietà di motivi medici può causare bassi livelli di ferro, quindi un medico controllerà anche il sangue di qualcuno per i tipi di ferro presenti, per assicurarsi che sia la mancanza di ferro a causare l’anemia. Se è così, la condizione è nota come anemia da carenza di ferro.

Si può somministrare un’infusione di ferro se il conteggio del sangue di una persona è così basso che assumere integratori di ferro o aumentare l’assunzione giornaliera di cibi contenenti ferro sarebbe inefficace o troppo lento nell’aumentare i livelli di ferro.

Alcune persone, come quelle con malattia infiammatoria intestinale, non possono assumere un supplemento di ferro per via orale e possono trarre beneficio da un’infusione di ferro.

Cosa aspettarsi

Una persona andrà in uno studio medico, in un ospedale o in un’altra struttura sanitaria per avere un’infusione di ferro.

Un operatore sanitario applicherà un laccio emostatico al braccio e inserirà un piccolo ago in una vena. Questo ago viene quindi sostituito con un catetere attraverso il quale i farmaci possono essere somministrati per via endovenosa (IV).

Prima che una persona riceva l’intera infusione, a volte riceverà una “dose di prova”. Durante la dose di prova, a una persona verranno somministrate piccole quantità di ferro per un periodo di 5 minuti. Tuttavia, i preparati più recenti di ferro non richiedono di solito una dose di prova.

Il ferro IV è una miscela di ferro con una soluzione fluida. Se una persona non ha una risposta allergica o altre reazioni impreviste, un medico amministrerà il ferro residuo.

L’infusione richiederà tra i 15-30 minuti se è somministrata in quantità di 200-300 milligrammi (mg).

La maggior parte dei medici non consiglierà di somministrare a una persona più di 600 mg di ferro in una settimana. Se una persona riceve troppo ferro troppo velocemente, potrebbe essere a maggior rischio di effetti collaterali negativi dell’infusione.

Cosa succede dopo un’infusione di ferro?

uomo con le mani sul viso

Un individuo può sperimentare alcuni lievi effetti collaterali per 1-2 giorni dopo un’infusione di ferro.

Gli effetti collaterali possono includere mal di testa, un sapore metallico in bocca o dolori articolari.

Tuttavia, se una persona avverte dolore toracico, vertigini, gonfiore della bocca o difficoltà a respirare nei giorni successivi a un’infusione di ferro, deve rivolgersi immediatamente a un medico.

Un medico di solito chiede a qualcuno di tornare più volte a ricevere ulteriori infusioni di ferro come parte del loro trattamento. Il medico può aumentare il dosaggio in base alla tolleranza di una persona.

Occasionalmente, una persona riceverà solo una infusione di ferro.

Idealmente, i sintomi che una persona sperimenta a causa di bassi livelli di ferro cominceranno a risolversi man mano che la quantità di ferro nel sangue aumenta. Ciò può richiedere diverse settimane, in quanto le infusioni di ferro aiutano a ricostruire le riserve di ferro di una persona.

Un medico controllerà regolarmente i livelli di ferro e il conteggio del sangue della persona per assicurarsi che le infusioni di ferro funzionino.

Infusione di ferro vs. iniezione

Flebo IV

I medici possono somministrare ferro a qualcuno tramite un’iniezione o un’infusione.

Le iniezioni di ferro vengono somministrate per via intramuscolare, di solito nei glutei.

Mentre le iniezioni di ferro possono essere più veloci delle infusioni di ferro, possono avere effetti collaterali spiacevoli. Esempi di questi includono dolore, sanguinamento nel muscolo e colorazione arancione permanente nel sito di iniezione.

considerazioni

Una persona dovrebbe chiedere al proprio medico se devono fare preparazioni specifiche prima di avere un’infusione di ferro.

La maggior parte delle persone non ha bisogno di digiunare o smettere di prendere i loro farmaci in anticipo, e può anche riprendere le loro attività quotidiane dopo un’infusione di ferro.

Se una persona sta assumendo integratori di ferro regolari, tuttavia, un medico di solito gli dirà di interrompere l’assunzione di questi circa una settimana prima della procedura. Questo perché i supplementi possono impedire al corpo di assorbire il ferro dall’infusione in modo efficiente.

Una persona di solito non ha bisogno di integratori di ferro se sta ricevendo infusi di ferro.

Rischi e benefici

Le infusioni di ferro possono causare alcuni effetti collaterali, tra cui:

  • stipsi
  • vertigini
  • movimenti intestinali allentati
  • nausea
  • gonfiore

Gli effetti collaterali meno comuni includono bassa pressione sanguigna e svenimento.

Raramente, una persona può sperimentare una reazione anafilattica dopo un’infusione di ferro. Questa è una reazione allergica grave che può causare difficoltà a respirare, eruzioni cutanee e forte prurito. Una reazione anafilattica richiede cure mediche immediate.

prospettiva

Le infusioni di ferro non sono il trattamento giusto per tutti coloro che hanno bassi livelli di emoglobina. Tuttavia, per una persona con carenza di ferro che non può assumere o non risponde ai supplementi di ferro, le infusioni di ferro sono un’opzione per aumentare i livelli di ferro.

Mentre ci sono rischi associati alle infusioni di ferro, le nuove formulazioni hanno contribuito a ridurre gli effetti collaterali.

Like this post? Please share to your friends: