Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Iniezioni d’oro: possono curare l’artrite reumatoide?

I trattamenti dell’oro sono stati uno dei primi trattamenti per l’artrite reumatoide risalenti almeno a 75 anni.

Non esiste una cura per l’artrite reumatoide (RA). I farmaci possono rallentare la malattia, mentre le terapie complementari possono aiutare le persone a far fronte al dolore e rigidità articolare, all’affaticamento cronico e ad altri sintomi, come febbre di bassa qualità e pelle e occhi asciutti.

Mentre le iniezioni d’oro sono state una volta elogiate per i loro alti tassi di remissione, il loro uso è diminuito. Ciò è dovuto a effetti collaterali potenzialmente gravi e allo sviluppo di farmaci RA più forti e meglio tollerati.

Quali sono le iniezioni d’oro?

iniezione d'oro

Le iniezioni di oro sono fatte da un composto chiamato sodio aurothiomalato, che contiene oro. L’aurothiomalato di sodio appartiene a una classe di farmaci chiamati farmaci antireumatici modificanti la malattia, o DMARD.

I DMARD sono noti per le loro proprietà bloccanti l’infiammazione. Se l’infiammazione nel corpo non viene bloccata, può causare l’usura delle articolazioni e dei tessuti fino al punto di invalidità in pochi anni.

Come altri DMARD, le iniezioni di oro riducono la risposta del sistema immunitario. Di conseguenza, dovrebbero essere utilizzati con cura.

Poiché questi farmaci sopprimono il sistema immunitario per fermare l’infiammazione, aumentano anche il rischio di infezione. È quindi importante che le persone si prendano cura di evitare infezioni, si curino rapidamente dei sintomi di una possibile infezione e discutano l’uso di vaccini vivi con i loro medici.

Esempi di vaccini vivi includono:

  • il vaccino antinfluenzale spray nasale
  • Iniezioni di vaccino per varicella (varicella)
  • il vaccino MMR (morbillo, parotite e rosolia)

Trattare l’oro con l’oro

mani di artrite reumatoide

Le iniezioni di oro sono state a lungo utilizzate per trattare l’AR e altre malattie infiammatorie delle articolazioni. In precedenza sono stati dimostrati di successo per molte persone con RA.

Queste iniezioni non sono antidolorifici, ma diminuiscono il dolore perché riducono l’infiammazione. Possono anche aiutare a gestire la rigidità articolare del mattino e il gonfiore associato all’AR.

Il trattamento dell’oro era una volta la norma per il trattamento dell’AR da moderata a grave. Il suo uso risale agli anni ’20 quando i composti dell’oro erano trattamenti per la tubercolosi.

I ricercatori hanno pensato una volta che RA e la tubercolosi fossero correlate. Alla fine, questa teoria fu smentita, e fu confermata l’idea che l’oro potesse trattare l’AR e fornire un significativo sollievo dai sintomi.

Le proprietà antinfiammatorie dei composti dell’oro sono sconosciute. Tuttavia, ci sono state prove sufficienti per confermare che l’oro può inibire il comportamento di sostanze responsabili della produzione di anticorpi e il rilascio di citochine infiammatorie.

A causa del numero e della gravità degli effetti collaterali che causano, i trattamenti dell’oro sono ora usati raramente per trattare l’AR e altre condizioni infiammatorie. I medici prescrivono invece altri DMARD, incluso il metotrexato, che è considerato più sicuro.

Ricerche precedenti hanno dimostrato che le iniezioni di oro sono altrettanto efficaci del metotrexato, secondo un rapporto storico dei trattamenti RA nella rivista medica. Sebbene raramente prescritto, l’oro terapia rimane il trattamento più efficace per alcune persone.

Come viene somministrato il trattamento?

Iniezioni di oro vengono iniettate in un muscolo, di solito il gluteo, da un medico. Gli individui devono sdraiarsi durante l’iniezione e attendere almeno 10 minuti prima di sedersi o in piedi per evitare la stordimento.

Il dosaggio dipende dalle condizioni mediche della persona, dalla gravità dei sintomi e dalla risposta al trattamento. Le iniezioni vengono somministrate una volta a settimana fino a quando non vi è un miglioramento. Dopo di ciò, vengono somministrati due volte al mese o meno. Se i sintomi RA ritornano o peggiorano, un individuo tornerà ad avere le iniezioni settimanali.

Il trattamento di iniezione dell’oro deve essere usato regolarmente per i migliori risultati. Possono essere necessari fino a 3 mesi prima che le persone vedano risultati significativi. Le persone dovrebbero informare i loro medici se i sintomi non migliorano o peggiorano dopo questo tempo.

Rischi ed effetti collaterali

Proprio come gli altri DMARD, le iniezioni di oro possono causare effetti collaterali, tra cui:

senior stressato

  • vertigini
  • nausea e vomito
  • arrossamento e sudorazione
  • vertigini
  • aumento del dolore alle articolazioni all’inizio del trattamento
  • malattie renali

Le persone dovrebbero informare i loro medici di qualsiasi effetto collaterale serio, incluso uno dei seguenti:

  • dolore all’occhio
  • cambiamenti di umore o stato mentale, come confusione o allucinazioni
  • svenimenti
  • respirazione difficoltosa
  • mal di stomaco
  • eruzione cutanea o un’altra reazione allergica
  • edema della parte inferiore della gamba

Trattamenti RA correnti

Il metotrexato è stato usato sin dal 1940 come trattamento per il cancro. Dopo un rapporto del 1985, i medici iniziarono ad usarlo per trattare l’AR.

Questa ricerca ha dimostrato che il metotrexato era efficace per il trattamento dei sintomi della RA, tra cui dolore e gonfiore. Non passò molto tempo prima che sostituisse l’oro come trattamento standard per la RA e l’artrite infiammatoria.

Il metotrexato può essere uno dei farmaci RA più sicuri, ma può comunque causare effetti collaterali. Questi includono elevati livelli di enzimi epatici, che possono causare problemi al fegato a lungo termine, ulcere orali e sintomi intestinali. Assumere acido folico su base giornaliera può aiutare a ridurre questi effetti collaterali, tuttavia.

Alcune persone, in particolare le donne in gravidanza, non dovrebbero assumere metotrexato. Le persone dovrebbero sempre discutere l’uso del farmaco con un medico per valutare i rischi e i benefici.

Se il metotrexato non fornisce un adeguato sollievo dai sintomi da solo, i medici possono prescriverlo in combinazione con altri farmaci. Le opzioni includono altri DMARD, come la sulfasalazina doxiciclina e l’idrossiclorochina.

Per le persone che non rispondono ai DMARD, da soli o in combinazione con altri farmaci, i medici possono prendere in considerazione farmaci biologici.I biologici ostacolano le risposte del sistema immunitario eccessivamente reattivo, che sono i principali responsabili di aumentate risposte infiammatorie.

I biologici includono inibitori del TNF, come adalimumab, che bloccano il TNF, una proteina che incoraggia l’infiammazione.

Il futuro del trattamento dell’oro

Anche se l’uso di composti dell’oro per il trattamento della RA è diminuito a causa dell’introduzione di nuovi DMARD e terapie biologiche, alcuni ricercatori stanno cercando di reintrodurlo.

I ricercatori che hanno studiato le qualità anti-infiammatorie dell’oro metallico hanno riferito in merito all’effetto unico che i composti dell’oro hanno sull’infiammazione. La loro ricerca potrebbe potenzialmente portare a nuove terapie che prevedono l’uso di protesi d’oro metallizzate per trattare l’AR e altre malattie infiammatorie.

Rivedere l’uso di vecchie terapie non è un concetto nuovo. Studi più recenti sui composti dell’oro stanno esaminando modi più convenienti per gestire meglio il processo infiammatorio con effetti collaterali accettabili.

I ricercatori vogliono anche approfittare dei trattamenti d’oro per le loro proprietà antibatteriche e antivirali. Inoltre, l’uso futuro dell’oro terapia nel trattamento del cancro potrebbe essere promettente.

Like this post? Please share to your friends: