Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Insufficienza cardiaca congestizia: cosa devi sapere

Anche se può sembrare così, l’insufficienza cardiaca congestizia non significa necessariamente che il cuore ha fallito. Tuttavia, l’insufficienza cardiaca è una condizione grave in cui il cuore non pompa efficacemente il sangue intorno al corpo.

Dipendiamo dall’azione di pompaggio del cuore per fornire sangue ricco di sostanze nutritive e ossigeno a tutte le cellule del corpo. Quando le cellule non sono nutrite adeguatamente, non è possibile che il corpo funzioni correttamente.

Se il cuore è indebolito e non può fornire alle cellule il sangue sufficiente, il paziente diventa stanco e senza fiato. Le attività quotidiane che una volta erano date per scontate diventano difficili.

L’insufficienza cardiaca è una condizione grave e di solito non esiste una cura. Tuttavia, con il trattamento giusto, il paziente può ancora condurre una vita piacevole, significativa e produttiva.

Secondo il National Heart, Lung and Blood Institute, circa 5,7 milioni di persone negli Stati Uniti hanno insufficienza cardiaca.

Insufficienza cardiaca, infarto e arresto cardiaco

uomo vivendo un attacco di cuore

Qui, spieghiamo alcuni termini importanti:

  • Attacco di cuore – questa è la morte del muscolo cardiaco a causa del blocco di un’arteria coronaria. Il muscolo cardiaco muore perché è affamato di ossigeno (perché il sangue non arriva ad esso).
  • Insufficienza cardiaca – questo significa che il muscolo cardiaco non riesce a pompare sangue nel corpo in modo appropriato. Non è un attacco di cuore.
  • Arresto cardiaco – questo significa che il cuore si ferma, la circolazione sanguigna si ferma e non c’è polso.

Le cause

L’insufficienza cardiaca è causata da condizioni che danneggiano il muscolo cardiaco. Questi includono:

  • Malattia coronarica – le arterie coronarie forniscono al muscolo cardiaco sangue. Se questi sono bloccati o il flusso è ridotto, il cuore non riceve l’apporto di sangue di cui ha bisogno.
  • Attacco di cuore – un blocco improvviso delle arterie coronarie; questo causa cicatrici nei tessuti del cuore e diminuisce quanto efficacemente può pompare.
  • Cardiomiopatia: danno al muscolo cardiaco diverso dall’arteria o dai problemi del flusso sanguigno; ad esempio a causa di effetti collaterali o infezioni di farmaci.
  • Condizioni che sovraccaricano il cuore – ad esempio, malattia valvolare, ipertensione (pressione alta), diabete, malattie renali o difetti cardiaci presenti sin dalla nascita.

I seguenti sono fattori di rischio per insufficienza cardiaca congestizia; possono renderlo più probabile:

  • Diabete, in particolare diabete di tipo 2.
  • Obesità: le persone che sono entrambe obese e hanno il diabete di tipo 2 hanno un rischio aumentato.
  • Fumo – le persone che fumano regolarmente corrono un rischio significativamente più elevato di sviluppare insufficienza cardiaca.
  • Anemia – una carenza di globuli rossi.
  • Ipertiroidismo – ghiandola tiroide iperattiva.
  • Ipotiroidismo – ghiandola tiroidea non attiva.
  • Miocardite – infiammazione del muscolo cardiaco, solitamente causata da un virus, che porta a scompenso cardiaco sinistro.
  • Aritmie cardiache – ritmi cardiaci anormali, possono causare battito del cuore troppo veloce, creando più lavoro per il cuore. Alla fine il cuore potrebbe indebolirsi, portando allo scompenso cardiaco. Se il battito cardiaco è troppo lento, non abbastanza sangue può uscire dal cuore al corpo, portando a insufficienza cardiaca.
  • Fibrillazione atriale – un battito cardiaco irregolare, spesso rapido; i pazienti con fibrillazione atriale hanno un più alto rischio di ospedalizzazione a causa di insufficienza cardiaca, uno studio trovato.
  • Enfisema: una malattia cronica che rende difficile respirare il paziente.
  • Lupus: il sistema immunitario del paziente attacca le cellule e i tessuti sani.
  • Emocromatosi – una condizione in cui il ferro si accumula nei tessuti.
  • Amiloidosi: uno o più sistemi di organi nel corpo accumulano depositi di proteine ​​anormali.

Sintomi

I sintomi di insufficienza cardiaca possono includere battiti cardiaci irregolari e rapidi.

I seguenti sono possibili sintomi di insufficienza cardiaca:

Polmoni congestionati: il liquido si accumula nei polmoni e provoca mancanza di respiro anche a riposo e in particolare quando si è sdraiati. Può anche causare un attacco di tosse secca.

Ritenzione di liquidi – poiché viene pompato meno sangue ai reni, può causare ritenzione idrica. Questo può causare caviglie gonfie, gambe e addome. Può anche causare aumento di peso e aumento della minzione.

Stanchezza e vertigini – perché meno sangue sta raggiungendo gli organi del corpo, può causare sentimenti di debolezza. Perché meno sangue sta raggiungendo il cervello può anche causare vertigini e confusione.

Battito cardiaco irregolare e rapido – per cercare di contrastare la mancanza di sangue pompato con ogni contrazione del cuore, il cuore potrebbe pompare più rapidamente.

L’insufficienza cardiaca condivide i sintomi con altre condizioni e, se qualcuno ha i sintomi, ciò non significa che abbia un’insufficienza cardiaca.

Tuttavia, chiunque provi più di uno dei sintomi dovrebbe dire al proprio medico e chiedere una valutazione del proprio cuore.

Le persone a cui è stata diagnosticata un’insufficienza cardiaca devono monitorare attentamente i loro sintomi e segnalare immediatamente eventuali cambiamenti improvvisi al proprio medico.

tipi

Esistono molti tipi diversi di insufficienza cardiaca:

Insufficienza cardiaca sinistra

L’insufficienza cardiaca sinistra è la forma più comune di insufficienza cardiaca congestizia. Il lato sinistro del cuore è responsabile del pompaggio del sangue nel resto del corpo. Il sangue torna nei polmoni perché non viene efficacemente pompato via dal cuore. Questo può causare mancanza di respiro e accumulo di liquidi.

Insufficienza cardiaca destra

Il lato destro del cuore pompa il sangue ai polmoni dove raccoglie l’ossigeno. Il fallimento del lato destro è, molto spesso, causato da accumulo di liquido nei polmoni a causa di insufficienza del lato sinistro. A volte può verificarsi a causa di altre condizioni, tra cui la malattia polmonare.

Insufficienza cardiaca diastolica:

Ciò si verifica quando il muscolo cardiaco è più rigido del normale. Perché il cuore è rigido, non si riempie di sangue correttamente; questo è noto come disfunzione diastolica.

Perché il cuore non si riempie di sangue, non può passare tanto sangue intorno al corpo quanto è necessario.Questo può accadere su entrambi i lati del cuore.

Insufficienza cardiaca sistolica:

La disfunzione sistolica descrive l’incapacità del cuore di pompare in modo efficiente dopo aver riempito di sangue. Succede spesso se il cuore è debole o ingrandito. Questo può accadere su entrambi i lati del cuore.

Diagnosi

La maggior parte delle persone inizialmente vedrà il proprio medico se hanno dei sintomi. Il medico discuterà i sintomi con il paziente. Se il medico sospetta l’insufficienza cardiaca, consiglierà ulteriori test, che possono includere:

  • Esami del sangue e delle urine: controllano il conteggio ematico del paziente e la funzionalità del fegato, della tiroide e dei reni. Il medico può anche voler controllare il sangue per specifici marcatori chimici di insufficienza cardiaca.
  • Radiografia del torace: una radiografia mostrerà se il cuore è ingrandito. Mostrerà anche se c’è del liquido nei polmoni.
  • Un ECG (elettrocardiogramma): questo dispositivo registra l’attività elettrica e i ritmi del cuore del paziente. Il test può anche rivelare qualsiasi danno al cuore da un attacco di cuore. Gli attacchi di cuore sono spesso la causa sottostante di insufficienza cardiaca.
  • Un ecocardiogramma: si tratta di un’ecografia che controlla l’azione di pompaggio del cuore del paziente. Il medico misura la percentuale di sangue pompato dal ventricolo sinistro del paziente (la camera di pompaggio principale) con ciascun battito cardiaco – questa misurazione è chiamata frazione di eiezione.

Il medico può anche eseguire i seguenti test aggiuntivi:

  • Test di stress: lo scopo è quello di sottolineare il cuore e studiarlo. Il paziente potrebbe dover usare un tapis roulant o una macchina per esercizi o assumere un farmaco che solleciti il ​​cuore.
  • Risonanza magnetica cardiaca (risonanza magnetica) o tomografia computerizzata (tomografia computerizzata): possono misurare la frazione di eiezione così come le arterie cardiache e le valvole. Possono anche determinare se il paziente ha avuto un attacco di cuore.
  • Esame del sangue del peptide natriuretico di tipo B (BNP) – Il BNP viene rilasciato nel sangue se il cuore viene riempito eccessivamente e non riesce a funzionare correttamente.
  • Angiogramma (cateterismo coronarico): un catetere (tubo sottile e flessibile) viene introdotto in un vaso sanguigno fino a quando attraversa l’aorta nelle arterie coronarie del paziente. Il catetere di solito entra nel corpo all’inguine o al braccio. Una tintura viene iniettata attraverso il catetere nelle arterie. Questo colorante si distingue su una radiografia e aiuta i medici a rilevare la malattia coronarica (arterie al cuore che si sono ristrette) – un’altra causa di insufficienza cardiaca.

Prevenzione e gestione

donna che fuma una sigaretta

Ci sono molti cambiamenti nello stile di vita che riducono le possibilità di sviluppare insufficienza cardiaca, o almeno rallentano la sua progressione. Questi includono:

  • Smettere di fumare.
  • Mangiare sensibilmente, questo include un sacco di frutta e verdura, grassi di buona qualità, carboidrati non raffinati, cereali integrali e la giusta quantità di calorie giornaliere.
  • Esercitare regolarmente e rimanere fisicamente attivi (consultare il medico).
  • Mantenere bassa la pressione del sangue
  • Mantenere un peso corporeo sano.
  • Chiudere l’alcol o almeno consumare alcol entro i limiti nazionali raccomandati.
  • Ricevi almeno 7 ore di sonno di buona qualità ogni notte.
  • Lo stress mentale può essere dannoso per il cuore a lungo termine. Cerca di trovare modi per ridurre l’esposizione allo stress mentale.
  • Le persone che hanno già insufficienza cardiaca dovrebbero essere aggiornate con le loro vaccinazioni e avere una vaccinazione antinfluenzale annuale.

trattamenti

I danni all’azione di pompaggio del cuore causati da insufficienza cardiaca non possono essere riparati. Tuttavia, i trattamenti attuali possono migliorare significativamente la qualità della vita del paziente mantenendo la condizione sotto controllo e aiutando ad alleviare molti dei sintomi.

Il trattamento si concentra anche sul trattamento di eventuali condizioni che potrebbero causare l’insufficienza cardiaca, che a sua volta riduce il carico sul cuore. Un medico o un cardiologo discuterà le opzioni di trattamento con il paziente e suggerirà le scelte migliori, a seconda delle circostanze individuali.

Alcuni trattamenti comuni per lo scompenso cardiaco includono:

farmaci

  • ACE inibitori (inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina) – questi farmaci aiutano le arterie a rilassarsi, abbassare la pressione sanguigna, rendendo più facile per il cuore pompare il sangue intorno al corpo – abbassano il carico di lavoro del cuore. Gli inibitori dell’asso generalmente aumentano le prestazioni del cuore e migliorano invariabilmente la qualità della vita del paziente con insufficienza cardiaca. Questi farmaci sono inadatti per alcuni pazienti, però. Possono causare tosse irritante in alcune persone.
  • Diuretici: aiutano i pazienti con caviglie gonfie. Inoltre allevia l’affanno causato da insufficienza cardiaca. I diuretici rimuovono l’acqua e il sale dai reni nelle urine. Esistono tre principali tipi di diuretici: diuretici dell’ansa, diuretici tiazidici e diuretici risparmiatori di potassio.
  • Anticoagulanti: questi farmaci rendono più difficile la coagulazione del sangue; aiutano a fluidificare il sangue e aiutano a prevenire un ictus. L’anticoagulante più comunemente usato è il Warfarin. Tuttavia, deve essere attentamente monitorato dal medico per garantire che l’effetto di diluizione del sangue non sia eccessivo, e sarà usato solo se si ha un altro motivo per diluire il sangue. Ci sono stati molti studi su questo punto di discussione. La maggior parte punta verso l’anticoagulante nei pazienti senza una diagnosi di afibrilazione con o senza un’altra indicazione.
  • Digossina – un farmaco per pazienti con un ritmo cardiaco irregolare veloce. La digossina rallenta il battito del cuore.
  • Beta-bloccanti: tutti i pazienti con insufficienza cardiaca beneficiano di beta-bloccanti.
  • Farmaci antipiastrinici: questi bloccano le piastrine nel sangue dalla formazione di coaguli nel sangue. L’aspirina è un farmaco antiaggregante e può essere considerato in alcune popolazioni di pazienti. I pazienti che assumono aspirina a basso dosaggio per insufficienza cardiaca dovranno continuare a prenderlo per il resto della loro vita.

Chirurgia

Non tutti quelli con insufficienza cardiaca rispondono al trattamento farmacologico.Ci sono alcune opzioni chirurgiche: Innesto di bypass delle arterie coronarie – questo è il più comune intervento chirurgico per insufficienza cardiaca congestizia che è stato causato da malattia coronarica.

Chirurgia della valvola cardiaca – per riparare una valvola difettosa che porta ad un aumento del lavoro cardiaco.

Dispositivo impiantabile di assistenza ventricolare sinistra (LVAD) – per i pazienti che non hanno risposto ad altri trattamenti e sono ospedalizzati, questo può aiutare il sangue a pompare il sangue. Viene spesso utilizzato per le persone che stanno aspettando un trapianto.

Trapianto di cuore – se nessun altro trattamento o intervento chirurgico aiuta, il trapianto è l’opzione finale. I trapianti vengono presi in considerazione solo se il paziente è in buona salute oltre al problema con il cuore.

Like this post? Please share to your friends: