Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Inversione di vasectomia: cosa dovresti sapere

L’inversione di vasectomia è una procedura chirurgica che ricollega il tratto riproduttivo maschile dopo una vasectomia. Una vasectomia è una procedura chirurgica minore che si traduce in un maschio che non è più in grado di fare una donna incinta.

Una vasectomia comporta il taglio di due tubi chiamati vasi deferenti, uno su ciascun lato del corpo, in modo che lo sperma dei testicoli non diventi più parte dello sperma.

Mentre una vasectomia è ancora considerata una forma di contraccezione affidabile e permanente, i progressi della microchirurgia hanno reso possibile invertire questa procedura.

Una vasectomia può essere invertita anche dopo molto tempo, in alcuni casi, 15 o più anni, poiché gli spermatozoi vengono continuamente prodotti e rimangono vitali. Complessivamente, circa il 6% degli uomini che hanno avuto una vasectomia ha scelto l’inversione della vasectomia più tardi.

Fatti veloci sull’inversione della vasectomia:

  • Un’inversione di vasectomia ricollega i deferenti del furgone che sono stati tagliati nella vasectomia.
  • L’inversione di vasectomia è sicura come una vasectomia.
  • L’inversione di vasectomia non influenza il desiderio sessuale e gli uomini possono generalmente riprendere a fare sesso 3-4 settimane dopo la procedura.

Vasectomia e inversione

Molti uomini possono avere motivo di considerare queste procedure, per evitare di concepire un bambino, o perché vogliono che la loro fertilità ritorni a causa di cambiamenti nelle loro circostanze personali.

Cos’è una vasectomia?

Illustrazione di vasectomia

Il tasso di gravidanza dopo una vasectomia si verifica in meno di 2 su 1.000 donne, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC). La vasectomia è la forma più efficace di controllo delle nascite oltre alla completa astinenza dall’avere sesso.

La vasectomia è una procedura ambulatoriale che richiede circa 30 minuti. L’uomo è sveglio per tutto il tempo. Una piccola sezione del dotto deferente viene rimosso da entrambi i lati e le estremità sono sigillate.

Potrebbero essere necessari fino a 3 mesi prima che tutti gli spermatozoi vengano eliminati da entrambi i dotti deferenti. Durante questo periodo, i medici raccomandano che una persona usi altre forme di controllo delle nascite, per evitare la possibilità di una gravidanza indesiderata.

Cos’è un’inversione alla vasectomia?

L’inversione di una vasectomia è di solito una procedura ambulatoriale che coinvolge l’anestesia locale o generale. L’anestesia generale può essere necessaria per garantire che il paziente rimanga immobile durante la procedura.

Il tasso di successo per una procedura di inversione è di circa il 90 per cento, secondo un rapporto nel Questo si basa sul successo della riapertura del dotto deferente e sulla presenza di spermatozoi vitali.

Il tasso di gravidanza dopo un’inversione di vasectomia può essere più basso rispetto a prima della vasectomia. Il successo dell’inversione della vasectomia nel raggiungimento della gravidanza dipende da una varietà di fattori, tra cui:

  • esperienza e abilità del chirurgo
  • età e fertilità di una compagna
  • tempo dopo la vasectomia, inversione è stata più difficile più tempo fa si è verificata la vasectomia
  • ritorno di sperma in movimento

Esistono due tipi di tecniche di inversione della vasectomia:

  • La vasovasostomia ricollega i due lati del dotto deferente.
  • La vasoepididostomia ricollega i vasi deferenti all’epididimo, l’area sopra i testicoli in cui sono depositati gli spermatozoi.

È importante dire che un chirurgo non sa se un uomo ha bisogno di una vasovasostomia o di vasoepididostomia finché non è sul tavolo operatorio.

Prima dell’inversione

Dottore storia medica

I medici eseguono inversioni di vasectomia presso un centro chirurgico o un ospedale, ma è ancora una procedura ambulatoriale senza necessità di ricoverare in ospedale durante la notte. Prima dell’inversione della vasectomia, il medico:

  • Prendi una storia medica e fai un esame fisico: è importante assicurarsi che non ci siano altri problemi di salute che possono causare complicazioni durante o dopo l’intervento chirurgico.
  • Confermare che si possa produrre uno sperma sano: nella maggior parte dei casi, la prova di aver generato un figlio prima è sufficiente, ma se c’è incertezza, potrebbero essere necessari ulteriori test.
  • Rivedete la storia chirurgica: è importante che il chirurgo conosca eventuali interventi precedenti oltre alla vasectomia o lesioni precedenti che possono interferire con l’inversione della vasectomia.
  • Considerare esami del sangue – questi di solito non sono necessari, ma possono essere raccomandati per qualsiasi uomo con problemi di funzione sessuale o un esame fisico anormale.

Una volta che una persona è in sala operatoria, viene spesso addormentata con l’anestesia.

Durante l’inversione di vasectomia

Durante l’inversione della vasectomia, il chirurgo eseguirà un piccolo taglio sul lato inferiore dello scroto per esporre il dotto deferente e liberarlo dai tessuti circostanti.

Il vaso deferente viene quindi aperto per esaminare il liquido all’interno. Una volta stabilito che ci sono degli spermatozoi, il dotto deferente viene ricollegato per consentire il passaggio degli spermatozoi.

Se il fluido nel dotto deferente è spesso, può essere un’indicazione di un blocco e che lo sperma non scorre. A questo punto, è probabile che il chirurgo decida su una vasoepididostomia come la procedura più appropriata.

Molti esperti ritengono che la procedura di collegamento dei vasi deferenti direttamente all’epididimo sia una delle più impegnative nel campo dell’urologia e della microchirurgia riproduttiva maschile. La difficoltà è dovuta alle piccole dimensioni del dotto deferente – più stretto di un pezzo di pasta per capelli d’angelo – la dimensione ancora più piccola del tubo dell’epididimo, e la difficoltà di lavorare su una scala così piccola.

Recupero dopo inversione di vasectomia

tre chirurghi

Dopo un’inversione di vasectomia, le incisioni saranno coperte con bende e una persona sarà avvisata di indossare un sospensorio per il supporto fino a 6 settimane, rimuovendolo solo durante la doccia. In genere, bagnare l’area chirurgica deve essere evitato per 2 giorni dopo l’intervento.

Il ghiaccio può aiutare con il dolore, che può verificarsi per diversi giorni dopo la procedura. Se presente, i punti dovrebbero dissolversi entro 2 settimane. Un uomo dovrebbe riposare per le prime 48 ore dopo la procedura e fare il meno possibile.

Una volta tornato a casa, a un uomo verrà consigliato di limitare le attività che causano ai testicoli di muoversi troppo, come allenarsi, fare jogging o andare in bicicletta fino a 4 settimane dopo l’intervento.

I rapporti sessuali dovrebbero essere evitati fino a quando un medico non ha dato alla persona l’okay. La maggior parte degli uomini dovrà aspettare almeno 3 settimane dopo l’intervento. I campioni di sperma vengono solitamente raccolti a 2, 4 e 6 mesi dopo l’intervento per verificare la presenza di sperma. Tipicamente, se non sono presenti spermatozoi vitali dopo 6 mesi, può essere raccomandata un’ulteriore chirurgia.

Rischi e complicazioni

Mentre è sicuro, ci sono rischi per la chirurgia di inversione di vasectomia. Il rischio più comune è che la piena fertilità non riprenda. Altri rischi includono dolore cronico e infezione, così come:

  • conteggio degli spermatozoi inadeguato
  • ematoma
  • emorragia
  • lividi e gonfiore
  • atrofia testicolare, sebbene estremamente rara

La procedura di inversione della vasectomia è complessivamente sicura. Le complicanze sono abbastanza improbabili, purché le istruzioni di follow-up del chirurgo siano osservate e il recupero sia gestito correttamente.

prospettiva

Una persona non saprà quanto successo abbia avuto un’inversione di vasectomia fino a quando le loro valutazioni dello sperma non saranno state eseguite diversi mesi più tardi. Una volta che i conteggi di sperma ritornano a livelli adeguati, le probabilità di concepimento migliorano.

Like this post? Please share to your friends: