Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Iperpiressia: cause, sintomi e trattamento

Iperpiressia è un altro termine per una febbre molto alta. Il criterio medico per l’iperpiressia è quando qualcuno ha una temperatura corporea superiore a 106,7 ° F o 41,5 ° C.

Alcuni medici abbassano la misura per l’iperpiressia includendo chiunque abbia una temperatura corporea di 106,1 ° F o 41,1 ° C e oltre.

La febbre, comprese le febbri molto alte, non sono mai malattie di per sé o cause di malattie. Invece, sono sintomi di altri problemi, come un’infezione o una lesione. Le infezioni virali o batteriche causano la maggior parte delle febbri. Tuttavia, nell’iperpiressia, non è sempre così.

L’iperpiressia è un’emergenza che richiede l’attenzione immediata di un medico.

Contenuto di questo articolo:

  1. Cos’è l’iperpiressia?
  2. Cause di iperpiressia
  3. Quali sono i sintomi?
  4. Trattamento e gestione
  5. Come viene diagnosticata l’iperpiressia?
  6. prospettiva

Fatti veloci sull’iperpiressia:

  • I virus che possono causare iperpiressia includono infezione da enterovirus, roseola, rubeola e malaria.
  • L’iperpiressia è associata a una temperatura corporea superiore a 106,7 ° F o 41,5 ° C.
  • Tipicamente, il trattamento per l’iperpiressia si concentra sulla malattia di base, se ne esiste una.
  • La prospettiva di iperpiressia dipende dalla condizione sottostante che causa lo stato di febbre molto alta.

Cos’è l’iperpiressia?

Iperpiressia anestetico

Nell’iperpiressia e nella maggior parte degli altri casi di febbre, il cervello dice al corpo di alzare la temperatura basale sopra la norma. Il corpo risponde ai messaggi del cervello e aumenta la sua temperatura a una nuova linea di base. Questa reazione avviene normalmente a seguito di un’infezione o trauma.

L’iperpiressia differisce dall’ipertermia, un termine medico per l’aumento incontrollato della temperatura corporea dovuto a quantità eccessive di calore corporeo generato.

Nell’ipertermia, il cervello non regola l’aumento della temperatura come fa con altre febbri. Piuttosto, il corpo non può gestire il calore da cause ambientali e quindi si surriscalda.

I casi di colpo di calore sono dovuti a ipertermia e non a iperpiressia.

Cause di iperpiressia

Di solito, i casi di iperpiressia sono associati a infezioni virali o batteriche. Alcune altre cause includono quanto segue:

Emorragia intracranica

In alcuni casi, il sanguinamento nel cervello noto come emorragia intracranica provoca iperpiressia. Incidenti o altri traumi e ictus sono la causa più probabile di emorragia intracranica. Il sanguinamento nel cervello può interessare un’area del cervello chiamata ipotalamo, che è responsabile della regolazione della temperatura corporea.

Sepsi

In rari casi, l’iperpiressia può risultare dalla sepsi. La sepsi è una risposta potenzialmente pericolosa per la vita a un’infezione causata dal sistema immunitario. La travolgente risposta del sistema immunitario entra nel sangue, che può causare danni o guasti agli organi.

Anestesia

Le persone possono soffrire di iperpiressia a causa di un effetto collaterale diretto dell’anestesia generale, che si verifica quando c’è una malattia di base del muscolo. In questi casi, la temperatura di una persona aumenta rapidamente durante l’anestesia, richiedendo ai medici di apportare modifiche per abbassare nuovamente la temperatura corporea.

Iperpiressia nei bambini

La sindrome o la malattia di Kawasaki è una potenziale causa di iperpiressia, specialmente nei bambini. La sindrome di Kawasaki causa infiammazione alle arterie di media grandezza in tutto il corpo. Un segno della malattia di Kawasaki è la febbre alta, che può causare iperpiressia se non trattata.

Quali sono i sintomi?

Piressia da emicrania

I sintomi di iperpiressia variano da persona a persona, a seconda di quanto dura la condizione e se peggiora. I primi sintomi possono includere:

  • aumento della sete
  • sudorazione estrema
  • vertigini
  • crampi muscolari
  • affaticamento e debolezza
  • nausea
  • stordimento

Poiché la temperatura elevata persiste o peggiora, la gravità dei sintomi può aumentare. Questa situazione può portare a:

  • mal di testa
  • alunni contratti
  • lieve confusione
  • pelle pallida, umida e fredda
  • vomito o mal di stomaco
  • minzione diminuita o incapacità di urinare

In periodi prolungati di temperatura superiore a 106,1 ° F, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • estrema confusione
  • perdita di conoscenza
  • respirazione rapida e superficiale
  • pelle secca, calda e rossa
  • impulso debole, veloce
  • alunni allargati
  • convulsioni

È essenziale cercare un trattamento per le febbri oltre 106,1 ° F per aiutare a prevenire gravi complicazioni a lungo termine o la morte.

Trattamento e gestione

Poiché l’iperpiressia è causata da un’altra malattia, il trattamento di quest’ultima causa solitamente la diminuzione della temperatura corporea.

Quando la temperatura corporea inizia a raggiungere il 106,1 ° F e oltre, potrebbe essere necessario curare la febbre stessa e la causa sottostante. Il trattamento diretto di iperpiressia può includere:

  • un bagno fresco o spugne fredde e umide messe sulla pelle
  • idratazione liquida attraverso IV o da bere
  • farmaci che riducono la febbre, come il dantrolene

In caso di iperpiressia maligna causata dall’anestesia generale, i medici dovranno prendere provvedimenti per ridurre la febbre del paziente.

Come viene diagnosticata l’iperpiressia?

Termometro iperpiressia

La diagnosi di iperpiressia viene eseguita utilizzando un termometro. Se la lettura è superiore a 106,1 ° F, allora la persona ha i sintomi di iperpiressia.

Poiché l’iperpiressia stessa non è una diagnosi e solo un sintomo di un problema più ampio, trovare la causa alla base della febbre alta è più importante e spesso più difficile.

Un medico valuterà lo stato fisico della persona ed eseguirà test per escludere le cause più comuni di febbre alta. Questi test possono includere quanto segue:

  • lavoro di sangue, per verificare la presenza di segni di infezione
  • studi di immagine del cervello per verificare l’emorragia intracranica

Ulteriori test dipenderanno in gran parte da qualsiasi altro sintomo della persona.

prospettiva

Se la febbre non viene curata e la temperatura di una persona è ridotta a un livello sicuro, l’iperpiressia può causare danni permanenti al cervello o morte.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, i trattamenti corretti possono abbassare la febbre in modo sicuro, dando ai medici il tempo di diagnosticare e trattare la causa sottostante dell’iperpiressia.

Like this post? Please share to your friends: