Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Ipervolemia: cosa è necessario sapere sul sovraccarico di liquidi

L’ipervolemia è una condizione in cui c’è troppa fluidità nel sangue. È anche conosciuto come sovraccarico di liquidi. Sebbene il corpo abbia bisogno di molto liquido per rimanere in salute, troppo può causare uno squilibrio pericoloso.

L’ipervolemia è solitamente il risultato di un problema di salute di base. Tuttavia, può verificarsi lieve ipervolemia dopo aver mangiato cibi con troppo sodio o durante i cambiamenti ormonali. L’ipervolemia lieve di solito si risolve da sola se non ci sono altri problemi di salute.

L’ipervolemia è spesso curabile se diagnosticata precocemente, ma la causa sottostante dell’ipervolemia deve essere affrontata per evitare che si ripresenti.

Cause di sovraccarico di liquidi

Globuli rossi 3d

L’ipervolemia è solitamente causata da troppa sodio (sale) nel corpo.

Quando c’è troppo sale, il corpo trattiene l’acqua per equilibrarlo.

Di solito, l’ipervolemia si verifica perché il corpo ha un problema a regolare il sodio e l’acqua, ma altre cause includono alcuni farmaci o procedure mediche.

Insufficienza cardiaca congestizia

L’insufficienza cardiaca congestizia è una condizione in cui il cuore non può pompare abbastanza sangue per soddisfare i bisogni del corpo. Quando diminuisce la capacità di pompare il sangue del cuore, i reni non possono funzionare come dovrebbero, il che comporta un eccesso di liquido nel corpo.

Un articolo ha scoperto che l’ipervolemia è comune nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica e, per alcune persone, l’ipervolemia non scompare mai completamente, nemmeno con il trattamento.

Insufficienza renale

I reni aiutano a regolare la quantità di sodio e di liquidi nel corpo, quindi le persone con problemi renali sono a rischio di ipervolemia.

Una revisione afferma che l’ipervolemia è relativamente diffusa nelle persone che hanno gravi problemi ai reni e che si trovano in reparti di terapia intensiva dell’ospedale. Gli autori dello studio suggeriscono che gli operatori sanitari monitorano con molta attenzione i livelli di liquidi di queste persone perché l’ipervolemia può portare a insufficienza cardiaca congestizia, problemi di guarigione delle ferite e problemi intestinali.

Un altro articolo suggerisce che l’ipervolemia causata da insufficienza cardiaca o malattia renale allo stadio terminale può portare all’apnea notturna.

Cirrosi epatica

L’ipervolemia può verificarsi quando il fegato non riesce a immagazzinare e trattare correttamente i nutrienti e a filtrare le tossine. I problemi al fegato tendono a causare ritenzione di liquidi nella zona addominale e alle estremità.

Secondo un articolo del diario, l’accumulo di liquidi nell’addome è la complicanza più comune della cirrosi epatica. Questo accumulo specifico nell’area addominale è noto come ascite.

Fluidi IV

I liquidi per via endovenosa (IV) sono salvavita quando qualcuno è disidratato o non può bere liquidi adeguati, come dopo l’intervento chirurgico. I fluidi IV contengono tipicamente sodio (sale) e acqua per reintegrare i fluidi corporei e bilanciare i livelli di sodio.

Tuttavia, un eccesso di fluido IV può causare ipervolemia, specialmente se sono presenti altre condizioni di salute.

Uno studio ha rilevato che un eccesso di fluido IV sia durante che dopo l’intervento chirurgico è stato associato a ipervolemia e ad un più alto rischio di morte dopo l’intervento. Lo studio ha esaminato le persone sottoposte a chirurgia per il cancro esofageo.

ormoni

La sindrome premestruale (PMS) e la gravidanza possono causare il corpo a trattenere più sodio e acqua.

Ciò causa spesso un leggero gonfiore, gonfiore e disagio. Le donne incinte che notano un eccessivo gonfiore o gonfiore dovrebbero cercare assistenza medica, poiché potrebbe essere un segno di pressione alta.

farmaci

Farmaci che causano cambiamenti ormonali possono anche causare ipervolemia. Le pillole anticoncezionali, la terapia ormonale sostitutiva e farmaci ormonali simili possono indurre il corpo a trattenere troppo sale e liquidi.

Inoltre, alcuni antidepressivi, farmaci per la pressione sanguigna e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) possono causare lieve ipervolemia.

Mangiare troppo sale

L’American Heart Association afferma che l’americano medio consuma 3.400 milligrammi (mg) di sodio al giorno – ben al di sopra del limite raccomandato di 2.300 mg.

Consumare troppo sodio fa sì che l’organismo trattiene l’acqua. Questo può causare lieve ipervolemia e ingrossamento.

È improbabile che un pasto salato possa causare problemi a persone altrimenti sane. Tuttavia, un’assunzione estrema di sale può essere pericolosa per la vita, soprattutto per i bambini piccoli, gli adulti più anziani e coloro che hanno problemi di salute.

Molte persone con insufficienza cardiaca congestizia, malattie renali o problemi al fegato possono essere invitati a seguire una dieta a basso contenuto di sale per evitare o ridurre al minimo l’ipervolemia.

Sintomi

uomo che tiene intorno allo stomaco

I sintomi dell’ipervolemia possono variare a seconda di dove il fluido si sta raccogliendo e quali altri problemi di salute sono presenti.

I sintomi più comuni includono:

  • aumento di peso inspiegato e rapido
  • gonfiore alle braccia e alle gambe
  • gonfiore addominale, che è comune con problemi al fegato
  • mancanza di respiro causata da liquido nei polmoni

Diagnosi

Un medico può diagnosticare l’ipervolemia eseguendo un esame fisico per verificare il gonfiore. Un medico può anche ascoltare i polmoni di una persona per i segni di liquido.

Il medico può anche raccomandare test per verificare la presenza di sodio nel sangue e nelle urine. Poiché l’ipervolemia è spesso causata da altri problemi di salute, un medico può anche intraprendere un controllo completo per cercare le condizioni sottostanti, come insufficienza cardiaca, problemi ai reni e malattie del fegato.

Trattamento

piccole pillole gialle in mano dell'uomo

Esistono diversi approcci al trattamento dell’ipervolemia. Uno dei trattamenti più comuni per l’ipervolemia è diuretici. I diuretici sono farmaci che aumentano la quantità di urina prodotta dall’organismo.

Tuttavia, anche eventuali condizioni di salute sottostanti devono essere affrontate. Ad esempio, qualcuno con insufficienza cardiaca potrebbe aver bisogno di adottare misure per gestire la loro condizione oltre a prendere diuretici.

Tuttavia, la ricerca afferma che i diuretici potrebbero non funzionare per le persone con gravi problemi ai reni.Alcune persone avranno bisogno di terapie per la sostituzione renale, come la dialisi o l’emofiltrazione.

Le persone con malattie cardiache, renali o del fegato possono anche aver bisogno di seguire una dieta a ridotto contenuto di sale. Questo aiuta a mantenere i livelli di sodio entro i limiti normali, che aiuta a evitare l’ipervolemia.

Le persone con insufficienza cardiaca congestizia potrebbero dover limitare la quantità di liquidi che bevono ogni giorno. Un medico può raccomandare le quantità adeguate di assunzione di liquidi e sale in base alla storia clinica di un individuo.

Quando vedere un dottore

Un leggero gonfiore dopo aver mangiato un pasto salato o durante la fase premestruale del ciclo di una donna è normale.

Gambe e piedi possono anche manifestare un lieve gonfiore dopo una lunga giornata di riposo o camminare e su lunghi voli. Questo di solito non è un problema per le persone in buona salute e si risolve in poche ore.

Chiunque soffra di gonfiore eccessivo, aumento di peso o ritenzione idrica senza una causa apparente dovrebbe vedere un operatore sanitario, soprattutto se la persona ha una storia familiare di problemi cardiaci, renali o epatici.

Porta via

La causa dell’ipervolemia di solito determina la prospettiva a lungo termine di una persona. La ritenzione idrica occasionale e mite non è solitamente seria per quelli senza altri problemi di salute.

L’ipervolemia correlata a cuore, reni o malattia epatica richiede cure mediche e un’attenta gestione.

Seguendo il consiglio di un medico su dieta, farmaci o altri trattamenti può aiutare una persona a ridurre i sintomi fastidiosi e vivere una vita più sana.

Like this post? Please share to your friends: