Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Iposmia: cosa devi sapere

L’iposmia è un termine medico che descrive almeno una perdita parziale dell’olfatto. Questa condizione può essere sia sconvolgente che pericolosa quando si verifica.

Le stime suggeriscono che 2 milioni di persone o il 12% degli adulti negli Stati Uniti hanno questa sindrome e altri disturbi che influenzano la loro capacità di gusto e olfatto.

Quando le persone pensano al gusto o al sapore del cibo, stanno prendendo in considerazione una combinazione di sensazioni, con solo alcuni che provengono dalla lingua e dal palato.

L’olfatto contribuisce notevolmente al sapore degli alimenti, come molte persone avranno notato dopo un brutto raffreddore quando il cibo sembra perdere il suo sapore. Questo è il motivo per cui alcune persone affette da iposmia pensano di soffrire di un problema di gusto quando viene colpito solo il loro senso dell’olfatto.

Le cause

Fiore sentente l'odore della donna

Le persone possono perdere parte della loro capacità di odore per diversi motivi. Possibili cause di iposmia includono:

  • allergie
  • Lesioni alla testa
  • infezioni, come l’influenza
  • piccole escrescenze nel naso o nei seni, conosciute come polipi
  • setto nasale deviato

Anche i problemi di sinusite cronica, compresa la sinusite cronica, sono stati associati a riduzioni dell’olfatto.

Quando i seni rimangono bloccati, gonfiati e riempiti di muco per più di 12 settimane nonostante il trattamento, l’infiammazione in corso può danneggiare le cellule che consentono alle persone di annusare.

I medici specializzati in condizioni che influiscono sul naso sostengono che ridurre questa infiammazione può migliorare l’olfatto.

Almeno 250 diversi farmaci influenzano anche il senso del gusto o dell’olfatto e alcuni di questi farmaci possono causare l’iposmia. Loro includono:

  • antibiotici, come l’ampicillina e la tetraciclina
  • antidepressivi, come l’amitriptilina
  • antistaminici, come la loratadina

Ulteriori contributi all’iposmia includono l’esposizione a lungo termine a determinate sostanze chimiche, il fumo di tabacco o l’uso di droghe ricreative, come la cocaina.

L’età è un altro fattore principale in una perdita parziale dell’olfatto. Secondo l’American Academy of Otolaryngology – Head and Neck Surgery, l’olfatto è al suo meglio quando le persone hanno tra i 30 ei 60 anni. Dopo inizia ad indebolirsi. Quindi, un grado di iposmia è comune negli anziani, interessando il 39% di quelli di età superiore agli 80 anni.

Condizioni correlate

Uomo che misura i livelli di zucchero nel sangue.

L’iposmia può anche essere un segno di altri problemi di salute, tra cui:

  • morbo di Parkinson
  • sclerosi multipla (SM)
  • Il morbo di Alzheimer
  • obesità
  • diabete di tipo 1
  • alta pressione sanguigna
  • malnutrizione

La maggior parte delle persone che hanno l’iposmia non svilupperà la malattia di Parkinson. Tuttavia, la maggior parte delle persone che hanno il morbo di Parkinson, che è una condizione del sistema nervoso centrale, perde parte della sua capacità di odore.

A causa del legame tra l’iposmia e il morbo di Parkinson, un test per la riduzione dell’olfatto potrebbe potenzialmente portare a una diagnosi precoce della malattia.

Nel caso di una delle più comuni forme di demenza negli Stati Uniti, la possibilità di utilizzare un test dell’odore per lo screening della diagnosi precoce è anche oggetto di ricerche in corso.

La SM è un’altra condizione che è stata associata all’iposmia. Uno studio condotto su persone con SM ha rilevato che il 40% dei partecipanti aveva almeno una perdita parziale del proprio senso dell’olfatto. Maggiore è la loro disabilità correlata alla SM, maggiore è la difficoltà con cui hanno identificato un determinato profumo.

Diversi studi hanno rilevato che le persone con diabete di tipo 1 possono avere difficoltà a rilevare e distinguere i profumi. Più il disagio era dovuto al danno del sistema nervoso diabetico, chiamato neuropatia periferica, più problemi avevano con il loro senso dell’olfatto.

Sebbene i tumori della testa e del collo non influenzino direttamente il senso dell’olfatto, il trattamento di irradiazione per queste condizioni può causare un certo grado di iposmia.

Progressione

L’iposmia migliora spesso senza trattamento, in particolare se è causata da allergie stagionali o infezioni del tratto respiratorio. Una persona che si accorge di avere un senso dell’olfatto ridotto quando ha il raffreddore, di solito lo ritorna alla normalità pochi giorni o settimane dopo il recupero.

Quando l’iposmia è causata da una lesione alla testa o da un significativo danno infiammatorio alle cellule coinvolte nell’olfatto, un recupero completo potrebbe non essere possibile, anche con la chirurgia.

Tuttavia, alcuni farmaci e la riqualificazione dell’olfatto si sono dimostrati utili per le persone con iposmia.

Cos’è l’anosmia?

L’anosmia è il termine medico per la completa perdita dell’olfatto.

Alcune persone nascono con questa condizione, quando viene definita congenita. Tuttavia, è più frequentemente causato da lesioni alla testa o problemi con i passaggi nasali. Questi problemi possono includere la malattia nasale o sinusale infiammatoria cronica o una grave infezione virale del tratto respiratorio superiore.

Secondo la Fondazione Anosmia, tuttavia, ben il 22% dei casi di anosmia è idiopatico. Ciò significa che non è possibile trovare alcuna causa per la perdita della capacità di annusare.

Quando vedere uno specialista

Donna che ha il naso esaminato.

Le persone hanno un olfatto sorprendentemente sofisticato in grado di rilevare da 10.000 a 100 miliardi di odori diversi. Questa informazione sensoriale svolge un ruolo importante nel sostenere la qualità della vita e la sicurezza fisica di una persona.

Gli aromi che attirano incoraggiano le persone a mangiare e gli odori sgradevoli mettono in guardia contro il fuoco, le sostanze chimiche tossiche o il cibo cattivo.

Gli odori creano anche connessioni con persone e luoghi, ad esempio, con il profumo di un certo profumo o ricordi del mare o della campagna.

Quando l’iposmia limita queste capacità, una persona deve ricevere immediatamente aiuto per evitare l’isolamento e le minacce al suo benessere fisico.

Se gli individui notano una diminuzione della loro capacità di annusare, dovrebbero vedere uno specialista, in particolare se l’insorgenza di iposmia è improvvisa e grave.

La perdita dell’olfatto può rispondere bene al trattamento, soprattutto se è subito dopo l’inizio del problema.

Trattamento

La diagnosi e il trattamento di solito iniziano con un esame fisico e un controllo della storia medica di una persona, in particolare dei problemi delle vie respiratorie superiori. Un dottore guarderà i passaggi nasali, i seni nasali e la struttura circostante.

Quando sono necessarie immagini più dettagliate, uno specialista del naso e della gola chiamato otorinolaringoiatra può condurre una procedura chiamata endoscopia nasale.

In questa breve procedura, un tubo lungo e sottile con una fotocamera viene inserito nel naso del paziente per osservare le cavità nasali e sinusali.

Un medico sarà alla ricerca di segni di gonfiore, sanguinamento, pus e possibili tumori del cancro. Inoltre, saranno alla ricerca di altri blocchi fisici che potrebbero spiegare la perdita dell’odore, come polipi, strutture nasali allargate o setto nasale deviato.

Se questi test sono negativi, è possibile eseguire una scansione MRI per cercare problemi nelle aree che rilevano gli odori e il cervello.

Un test di scratch e sniff, o test con “Sniffin ‘Sticks”, aiuta i medici a determinare se qualcuno ha anosmia o iposmia. In caso di iposmia, questi test misurano l’entità della perdita dell’olfatto.

Nel complesso, i farmaci e la chirurgia sono usati per trattare l’iposmia. La chirurgia può essere un trattamento efficace quando i polipi nasali, un setto deviato o altri problemi che possono essere rimossi o riparati causano la perdita dell’olfatto.

Farmaci come steroidi e antistaminici possono essere usati per calmare l’infiammazione quando le allergie o le infezioni respiratorie sono la causa.

Le persone con iposmia devono prestare attenzione per assicurarsi che la loro ridotta capacità di odore non causi ulteriori problemi di salute e sicurezza.

È importante assicurarsi che la perdita dell’olfatto non porti a mangiare troppo o troppo.

Le persone dovrebbero assicurarsi che i rilevatori di fumo e gas siano installati in casa e siano ben mantenuti. Per limitare la possibilità di fuoriuscite di gas non rilevate, che spesso si riscontrano inizialmente nell’odore, le persone potrebbero prendere in considerazione il passaggio dal gas agli apparecchi elettrici.

Si consiglia inoltre cautela quando si lavora con prodotti chimici domestici potenzialmente tossici e tenendo d’occhio le date di scadenza degli alimenti.

Like this post? Please share to your friends: