Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

L’okra è buono per il diabete?

Secondo una serie di studi recenti, il gombo può ridurre i sintomi del diabete – un gruppo di malattie che include il diabete di tipo 1, il diabete di tipo 2 e il diabete gestazionale.

Il diabete ha causato la morte di 75.578 americani nel 2013, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Nel 2014, l’8,5% degli adulti in tutto il mondo aveva la condizione, il rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Entro il 2030, il diabete potrebbe essere la settima causa di morte.

Una serie di fattori aumentano il rischio di sviluppare il diabete, inclusa una storia familiare della malattia. Anche i fattori legati allo stile di vita giocano un ruolo, quindi i medici raccomandano abitualmente di cambiare la dieta e di aumentare l’esercizio fisico per ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Il gombo può aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue in alcune persone con diabete. La ricerca sugli effetti di questo ortaggio semisecco è ancora nelle fasi iniziali, ma i risultati sono promettenti.

Cos’è l’okra?

Gombo su un tavolo

Il gombo prospera in climi temperati, producendo grandi fiori simili a quelli di un ibisco che alla fine danno origine a baccelli verdi. È un membro della famiglia delle malva, che comprende una serie di altre piante popolari, tra cui ibisco, cacao e cotone.

Scientificamente noto come, il gombo potrebbe essere stato coltivato nel lontano 2000 AC in Egitto.

Il sapore di gombo è delicato e l’intero seme può essere mangiato. Questo frutto vegetale ha anche una lunga storia nella medicina tradizionale.

I giardini botanici reali di Kew riportano che nella medicina tradizionale orientale, foglie e frutti di gombo venivano usati come antidolorifici, idratanti e per trattare i disturbi urinari. Nella medicina congolese, il gombo viene usato per incoraggiare un parto sicuro durante il parto.

Okra per il diabete

Il diabete può spesso essere ben gestito con l’aumento di un ormone chiamato insulina e altre terapie mediche. Tuttavia, alcune persone con diabete desiderano evitare iniezioni regolari di insulina. Altri sperimentano salse di zucchero nel sangue e altri effetti collaterali spiacevoli, e i farmaci per il diabete non funzionano per tutti.

La possibilità che un baccello facilmente reperibile possa aiutare a controllare il diabete è eccitante. Ma non ci sono ancora prove del fatto che il gombo possa curare il diabete. Finora, la ricerca su Okra ha visto solo i suoi effetti sugli animali. I corpi umani sono simili agli animali, ma non tutte le ricerche sugli animali hanno funzionato negli umani.

Aumento dell’assorbimento di zucchero da parte dei muscoli

Uno studio del 2005 ha pubblicato studi sugli effetti del gombo sui ratti con diabete. Una sostanza chiamata miricetina è presente in gombo e in altri alimenti, tra cui vino rosso e tè.

I ricercatori hanno isolato la miricetina da un gombo, quindi l’hanno somministrata al ratto. Il trattamento ha aumentato l’assorbimento di zucchero nei muscoli dei ratti, abbassando la glicemia.

Una revisione del 2012 indica una serie di altri studi di laboratorio e sugli animali che hanno collegato la miricetina a un abbassamento della glicemia. Lo studio sostiene che la miricetina può anche ridurre altri fattori di rischio per il diabete.

Riduzione dei picchi di zucchero nel sangue dopo aver mangiato

Uno studio pubblicato nel 2011 ha trovato un collegamento tra l’okra e la diminuzione dei picchi di zucchero nel sangue dopo aver mangiato.

I ricercatori hanno alimentato ratti con zucchero liquido e gombo purificato attraverso un tubo di alimentazione. I ratti che hanno consumato l’okra hanno sperimentato una riduzione dei picchi di zucchero nel sangue dopo l’alimentazione. Gli autori dello studio pensano che questo sia dovuto al fatto che il gombo ha bloccato l’assorbimento dello zucchero nell’intestino.

Lo studio ha anche esplorato possibili interazioni tra ocra e metformina, un farmaco che può ridurre la glicemia nel diabete di tipo 2. Okra sembrava bloccare anche l’assorbimento di metformina. Ciò suggerisce che il gombo potrebbe ridurre l’efficacia di metformina e pertanto non dovrebbe essere mangiato contemporaneamente al farmaco.

Abbassare i livelli di zucchero nel sangue

Uno studio del 2011 pubblicato nei punti di un collegamento tra mangiare gombo e ipoglicemia. I ricercatori hanno permesso che il livello di zucchero nel sangue dei ratti con diabete rimanesse al livello per 14 giorni. Hanno quindi dato ai ratti estratti di buccia di gombo in polvere e dosaggi di semi fino a 2.000 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo.

Non ci sono stati effetti velenosi legati a queste dosi relativamente elevate di gombo. I ratti che hanno mangiato gombo avevano ridotto i livelli di zucchero nel sangue dopo fino a 28 giorni di consumo di gombo. Lo studio si è concluso il giorno 28, quindi non è chiaro se gli effetti sui livelli di zucchero nel sangue sarebbero durati più a lungo.

rischi

Pochi studi hanno collegato l’okra a effetti collaterali negativi, ma alcuni effetti collaterali negativi sono possibili:

  • Il gombo può rendere la metformina meno efficace.
  • Il gombo è ricco di sostanze note come ossalati. Gli ossalati possono aumentare il rischio di calcoli renali in persone vulnerabili ai calcoli renali.
  • Il gombo può contenere batteri, pesticidi e altre sostanze pericolose se non viene lavato a fondo. Le persone non devono mai consumare gombo marcio, gombo congelato che ha superato la data di scadenza o gombo che non è stato lavato a fondo.
  • Le persone con un’allergia al gombo non dovrebbero consumare l’ocra. Quelli con un’allergia ad altre piante della famiglia delle malva, come ibisco o cotone, possono anche essere allergici al gombo.

Nutrizione

Ciotola di gombo fritto e altre verdure.

Anche se il gombo si rivela inefficace nel combattere il diabete, rimane uno spuntino sicuro per le persone con diabete. Una porzione singola di 100 grammi contiene solo 30 calorie, ma offre una serie di benefici nutrizionali:

  • Il gombo non contiene grassi saturi o colesterolo
  • Il gombo è ricco di fibre, contenente il 9% del valore giornaliero raccomandato (RDV)
  • Il gombo contiene l’8 percento di RDV di calcio, il 43 percento di RDV di manganese, il 10 percento di RDV di ferro e rame e il 44 percento di RDV di vitamina K

Altri benefici per la salute

Il gombo è ricco di sostanze protettive note come antiossidanti, inclusa la miricetina.Secondo il Centro nazionale per la salute complementare e integrativa, gli antiossidanti possono ridurre lo stress ossidativo, un processo che danneggia le cellule nel corpo. Lo stress ossidativo gioca un ruolo nello sviluppo del diabete, così come in malattie come:

  • morbo di Parkinson
  • Il morbo di Alzheimer
  • cataratta
  • Degenerazione maculare
  • Malattia del cuore e dei vasi sanguigni
  • Cancro

Oltre ai suoi benefici antiossidanti, il gombo può anche ridurre la stanchezza. Uno studio del 2015 ha rivelato che le sostanze trovate nei semi di gombo noti come polifenoli e flavonoidi possono ridurre l’affaticamento.

Uno studio, che ha coinvolto 72 partecipanti con nefropatia diabetica, ha suggerito che il consumo di okra con terapia tradizionale per il diabete può ridurre l’acido urico. Questo potrebbe renderlo utile per le persone con la gotta.

Crescendo e cucinando gombo

Il gombo prospera quando la temperatura del suolo è superiore a 65 ° F ed è tollerante al calore per tutta l’estate. segnala che il primo raccolto è di circa 2 mesi dalla data di impianto.

Le piante sono alte, crescono almeno da 2 a 3 piedi, e quindi hanno bisogno di spazio per crescere. Potrebbe anche essere necessario picchettare.

Okra è sicuro da mangiare crudo o cotto. In alcune regioni, l’okra fritto è un popolare contorno. Anche il gombo va bene con alcune zuppe come il gumbo, le insalate e può essere messo in salamoia.

È stato suggerito che il limone può aiutare a ridurre il glucosio nel sangue, ma uno studio su ratti con diabete ha rilevato che non ha fatto una differenza significativa.

Like this post? Please share to your friends: