Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

L’olio di ricino può essere usato per trattare la stitichezza?

Liberarsi dei rifiuti è una delle funzioni importanti del corpo. Ma quando si verifica la stitichezza, questa funzione viene arrestata. La stitichezza è una condizione che si verifica quando una persona ha difficoltà a passare le feci.

Secondo un articolo della rivista, si stima che 35 milioni di persone soffrano di stitichezza negli Stati Uniti.

Cause di stitichezza

La stitichezza di solito deriva da almeno una delle seguenti tre cause:

la signora tiene lo stomaco con entrambe le mani

  • Movimento lento delle feci attraverso l’intestino
  • Difficoltà a svuotare completamente l’intestino a causa di disturbi pelvici
  • Avere un disturbo chiamato sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

I fattori dello stile di vita possono anche aumentare il rischio di una persona per la stitichezza. La mancanza di fibre, liquidi ed esercizio fisico può anche contribuire alla stitichezza. L’assunzione di alcuni farmaci che rallentano il movimento intestinale può anche contribuire alla stitichezza.

Altri problemi di salute che possono contribuire alla stitichezza includono:

  • Diabete
  • Ipotiroidismo
  • Condizioni che influenzano il cervello o la colonna vertebrale, come il morbo di Parkinson

Esistono molti trattamenti per trattare la stitichezza e tentare di rimettere in movimento le viscere. Un trattamento senza ricetta medica è l’olio di ricino. Questo olio è noto per avere un effetto lassativo sul corpo, un effetto che provoca un movimento intestinale.

Tuttavia, l’olio di ricino ha un effetto lassativo molto specifico che può renderlo inefficace e persino dannoso per una persona con costipazione. Prima di utilizzare l’olio di ricino per trattare la stitichezza, una persona dovrebbe considerare diversi fattori.

Cos’è l’olio di ricino?

L’olio di ricino è un tipo di olio vegetale che proviene dai fagioli della pianta di ricino. L’olio è di colore giallo pallido e disponibile presso la maggior parte delle farmacie e negozi di alimenti naturali. L’olio di ricino viene talvolta utilizzato nella produzione di saponi, cere e lucidanti, pittura, plastica e medicinali.

Perché l’olio di ricino può migliorare la stitichezza?

L’olio di ricino è noto come lassativo stimolante. Quando una persona beve l’olio, stimola l’intestino tenue per iniziare a muoversi di più. Questo aumento del movimento farà sì che le feci inizino a muoversi attraverso l’intestino in modo che possano essere eliminate.

Di solito le persone possono comprare l’olio di ricino a un prezzo basso, rendendolo un’alternativa interessante ad alcuni farmaci più costosi.

Tuttavia, i lassativi stimolanti sono considerati alcuni dei lassativi più duri, secondo l’American Academy of Family Physicians. Questo perché fanno sì che l’intestino a volte si muova, schiaccia e si contragga più forte di quanto normalmente farebbe.

Per questo motivo, l’olio di ricino dovrebbe essere usato solo come un sollievo di costipazione occasionale. Le persone potrebbero voler provare a usare gli aiuti che ammorbidiscono le feci prima dei lassativi, come l’olio d’oliva.

Oltre al suo uso nell’alleviare la stitichezza, l’olio di ricino è anche usato come un farmaco che può far vomitare le persone. Per questo motivo, dovrebbe essere preso con cautela. Una persona potrebbe prenderlo per costipazione e diventare nauseabondo.

Quanto dovrebbe essere usato l’olio di ricino?

Olio di ricino in una bottiglia trasparente e semi di ricino

L’olio di ricino ha un gusto molto particolare che a volte è descritto come simile a prodotti come la vaselina.

L’olio è molto denso, il che può rendere difficile la deglutizione. Per questo motivo, alcuni produttori aggiungeranno l’olio ad altri preparati per renderlo più facile da bere.

Una persona dovrebbe sempre leggere attentamente l’etichetta della sua preparazione di olio di ricino per assicurarsi che stia assumendo la giusta dose per la stitichezza. Una dose tipica potrebbe essere di circa 15 millilitri, ovvero circa mezzo oncia o tre cucchiaini.

L’odore forte e il gusto significano che molte persone lo mescoleranno con un altro drink per renderlo più facile da consumare. Esempi inclusi:

  • Succo di frutta
  • latte
  • Bibita analcolica
  • acqua

Quanto tempo impiega l’olio di ricino?

L’olio di ricino provoca in genere un movimento intestinale in circa 2 o 3 ore. Tuttavia, potrebbero essere necessarie fino a 6 ore per funzionare in alcune persone.

A causa dei tempi in cui funziona l’olio di ricino, la maggior parte dei medici non consiglia di prenderlo prima di coricarsi.

Fattori e considerazioni di rischio

Alcuni gruppi di persone non dovrebbero assumere l’olio di ricino a causa di problemi di sicurezza. Ad esempio, le donne incinte non dovrebbero prendere l’olio di ricino.

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti classifica l’olio di ricino come farmaco di categoria X. Ciò significa che l’olio ha dimostrato di causare rischi per il feto o anomalie fetali se assunto. I rischi per una donna incinta superano di gran lunga i benefici dell’assunzione di olio di ricino.

Una persona inoltre non dovrebbe assumere olio di ricino se ha uno dei seguenti sintomi:

  • Sanguinamento rettale
  • Forte, improvviso mal di stomaco
  • Sintomi di appendicite
  • I sintomi di un intestino bloccato, come l’incapacità di passare il gas e il vomito
  • vomito

I lassativi come l’olio di ricino sono pensati come una soluzione a breve termine a un problema. Prendere l’olio di ricino tutto il tempo per avere un movimento intestinale può avere gravi conseguenze.

Uno dei più gravi è che le viscere smettono di funzionare come dovrebbero perché sono così dipendenti dall’olio di ricino per aiutarli a muoversi. Questo può portare a costipazione a lungo termine.

Altri effetti collaterali dell’uso a lungo termine possono includere:

  • Disidratazione
  • Diarrea
  • Troppo piccolo di potassio nel corpo
  • Perdita di nutrienti importanti perché le feci passano troppo velocemente
  • Debolezza muscolare
  • Gonfiore dell’intestino

Le persone che soffrono di questi effetti indesiderati dovrebbero interrompere immediatamente l’assunzione di olio di ricino e consultare un medico.

Olio di ricino per bambini e neonati

L’olio di ricino non deve essere usato nei bambini di età inferiore ai 6 anni. Se un bambino ha un’età compresa tra 6 e 10 anni, gli operatori sanitari devono contattare il pediatra del bambino prima di dare l’olio di ricino per assicurarsi che sia sicuro per il bambino.

Mentre l’olio di ricino può aiutare a ridurre la stitichezza, ci sono spesso metodi più sicuri e più delicati, specialmente per i bambini. Gli esempi potrebbero includere l’aggiunta di più fibre nella dieta di un bambino o l’assunzione di un addolcitore delle feci.

A volte i bambini hanno anche paura di andare al bagno in luoghi pubblici o anche di avere un movimento intestinale. In questo caso, è importante trattare la causa sottostante e non solo la stitichezza.

Quando vedere un dottore

Se una persona ha sofferto di stitichezza per più di una settimana, dovrebbe rivolgersi al medico. Un medico può lavorare per identificare le potenziali cause alla base della costipazione e suggerire ulteriori cambiamenti.

La stitichezza può essere parte di un gruppo di sintomi che segnalano un’emergenza medica. Un esempio è un intestino bloccato, in cui le feci smettono di muoversi e arretra nell’intestino. Ciò aumenta le possibilità che l’intestino possa lacerarsi.

Un intestino ostruito provoca anche sintomi molto fastidiosi, come gonfiore e mal di stomaco. I sintomi che richiedono l’attenzione di emergenza da un medico includono:

  • Sanguinamento dalla bocca o dal retto
  • Confusione
  • Nausea che non andrà via o peggiorerà
  • Debolezza muscolare improvvisa, inspiegabile

Mentre la stitichezza è un evento comune, non dovrebbe essere un evento costante. La stitichezza della maggior parte delle persone andrà via con cambiamenti di dieta e stile di vita o con farmaci occasionali.

Prevenire la stitichezza

pane, noci, cereali e frutta

Ci sono molti cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare una persona a prevenire la stitichezza. Esempi di questi includono:

  • Aumentare la quantità di fibra alimentare. Una persona dovrebbe ottenere tra 22 e 34 grammi di fibre al giorno, secondo l’Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Rene. Le fonti di fibre alimentari comprendono fagioli, cereali integrali e pane, frutta e verdura.
  • Bere molta acqua. L’acqua aggiungerà volume alle feci, rendendo più facile il passaggio e stimolando l’intestino a muoversi.
  • Esercitare regolarmente. Fare una passeggiata 30 minuti al giorno o fare uno sforzo per alzarsi e muoversi può aiutare gli intestini a muoversi, riducendo la stitichezza.
  • Mai ignorando la voglia di usare il bagno. Le persone dovrebbero concedersi abbastanza tempo per avere un movimento intestinale senza sforzarsi.

Altri trattamenti per la stitichezza

L’olio di ricino è solo uno dei tanti farmaci lassativi usati per trattare la stitichezza. Esempi di altri medicinali includono:

  • Agenti di formazione in massa, come FiberCon o Metamucil
  • Lubrificanti che facilitano il passaggio delle feci, come i clisteri della flotta
  • Agenti osmotici come latte di magnesia o miralax
  • Ammorbidenti delle feci, come Colace

Usare gli stessi consigli per la prevenzione può anche aiutare a curare la stitichezza.

Se la stitichezza è grave e porta a un intestino ostruito, può essere necessario un intervento chirurgico. Ecco perché i medici provano molti metodi diversi per trattare la stitichezza per evitare che la condizione diventi più seria.

Like this post? Please share to your friends: