Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

La dieta vegetariana salutare riduce sostanzialmente il rischio di diabete di tipo 2

Un nuovo studio, pubblicato questa settimana, mostra che una dieta a basso contenuto di alimenti di origine animale e ad alto contenuto di alimenti vegetali riduce sostanzialmente il rischio di diabete di tipo 2. Scoprono anche che la qualità della dieta a base vegetale gioca un ruolo significativo.

[Donna che porta un sacchetto di verdure]

È risaputo che mangiare frutta e verdura è essenziale per mantenere un corpo sano.

Sta anche diventando chiaro, come sostiene la ricerca, che una dieta con meno prodotti animali è anche un’opzione più salutare.

Ad esempio, uno studio pubblicato nel 2013 che ha seguito quasi 70.000 persone ha concluso che una dieta vegetariana riduce il rischio di cancro.

Allo stesso modo, uno studio pubblicato nello stesso anno ha seguito più di 15.000 individui e ha scoperto che una dieta vegetariana diminuiva il rischio di diabete.

Come ultimo esempio, una meta-analisi di oltre 250 studi, pubblicata nel 2014, ha dimostrato che una dieta vegetariana riduce significativamente la pressione sanguigna.

Vegetarismo e diabete

L’ultimo studio su questo filone ha nuovamente esaminato l’effetto di una dieta vegetariana sul diabete. Tuttavia, questo studio ha anche esaminato la qualità della dieta vegetariana.

Hanno preso in considerazione se la dieta vegetariana fosse ricca di nutrienti alimenti a base vegetale, come cereali integrali, frutta fresca e verdura, e la contrastava con diete vegetariane meno salutari che includevano prodotti come cereali raffinati, patate e bevande zuccherate.

Il team, guidato da Ambika Satija, ha anche raccolto informazioni sulla quantità di alimenti a base animale che i partecipanti hanno consumato.

In tutto, lo studio ha utilizzato i dati di oltre 20.000 professionisti della salute maschile e femminile negli Stati Uniti per un periodo di 20 anni. I partecipanti hanno compilato regolarmente questionari riguardanti dieta, anamnesi, diagnosi attuali e stile di vita.

Per valutare la dieta di ogni individuo, il team ha utilizzato un indice dietetico a base di piante; gli alimenti di derivazione animale ricevevano punteggi bassi, mentre i cibi di origine vegetale ricevevano punteggi più alti.

Il team ha scoperto che una dieta povera di prodotti animali, ma ricca di prodotti vegetali, riduceva il rischio di diabete di tipo 2 del 20%.

Quando i ricercatori hanno suddiviso le diete a base vegetale in versioni più sane e più sane, hanno scoperto che incidevano pesantemente sul rischio di diabete di tipo 2. Le diete sane a base di piante hanno prodotto un rischio ridotto del 34 per cento di diabete di tipo 2, e le diete a base di piante meno sane sono state collegate a un aumento del rischio del 16 per cento della condizione.

Ciò implica che l’astensione dai prodotti di origine animale non è sufficiente per allontanare il diabete di tipo 2. Saltare semplicemente gli oggetti più sani non è sufficiente; è importante assicurarsi che alimenti dietetici più sani siano inclusi nella dieta.

“Il passaggio a un regime alimentare più elevato negli alimenti salutari a base vegetale, come verdure, frutta, cereali integrali, legumi, noci e semi, e inferiore negli alimenti a base animale, in particolare carni rosse e lavorate, può conferire sostanziali benefici alla salute nel ridurre il rischio di diabete di tipo 2 “.

Anziano autore Frank Hu, Harvard T.H. Chan School of Public Health

Piccoli cambiamenti, grandi benefici

Il team ha scoperto che solo una modesta diminuzione del consumo di prodotti a base animale, da cinque a sei porzioni fino a quattro porzioni al giorno, ha ridotto l’incidenza del diabete di tipo 2.

Una dieta ricca di alimenti a base vegetale è pensata per ridurre il rischio di diabete di tipo 2 grazie ai loro alti livelli di antiossidanti, fibre, micronutrienti – come il magnesio – e acidi grassi insaturi. Anche i livelli più bassi di grassi saturi negli alimenti a base vegetale potrebbero avere un ruolo.

Inoltre, gli autori teorizzano che una dieta vegetariana ha un’influenza positiva sul microbioma dell’intestino, che potrebbe anche aiutare a ridurre il diabete di tipo 2.

Sebbene lo studio abbia utilizzato un ampio campione di partecipanti, ci sono alcune limitazioni. Il problema principale è l’uso di comportamenti alimentari auto-riportati. Tuttavia, poiché i dati sono stati presi cumulativamente per un certo numero di anni, il potenziale di errore è ridotto al minimo.

I ricercatori concludono che, come precedentemente dimostrato, una dieta con quantità inferiori di prodotti animali è più sana di quella con livelli più alti. Ma, mostrano anche che la qualità della dieta gioca un ruolo importante.

Ulteriori informazioni su come una dieta vegetariana potrebbe abbassare la pressione sanguigna.

Scritto da Tim Newman

Like this post? Please share to your friends: