Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

La malattia di Addison: come viene diagnosticata?

La malattia di Addison, nota anche come insufficienza surrenalica primaria, viene diagnosticata attraverso una combinazione di sintomi, segni fisici e esami del sangue. In questo articolo, esploreremo i metodi più comuni e spiegheremo come funzionano.

In primo luogo, un medico esaminerà la storia clinica dell’individuo e al paziente verrà chiesto se ci sono parenti stretti con disturbi autoimmuni.

Il medico sarà interessato a quali sintomi sono presenti, quando hanno iniziato e come influenzano la vita di tutti i giorni. Il medico effettuerà un esame fisico, osservando alcuni segni, come bassa pressione sanguigna o decolorazione brunastra della pelle (iperpigmentazione).

Ci sono diversi test che possono aiutare nella diagnosi della malattia di Addison.

Fatti veloci sulla malattia di Addison

Ecco alcuni punti chiave sulla malattia di Addison. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • I primi sintomi possono indurre il medico a effettuare un esame fisico.
  • La storia medica e i disordini autoimmuni nella storia familiare possono aumentare la probabilità di diagnosi.
  • Possono essere eseguiti diversi test, inclusi esami del sangue.

Come viene diagnosticata la malattia di Addison?

Test della pressione sanguigna

Il primo passo nella diagnosi è il sospetto della malattia sulla base di segni e sintomi. Questi includono:

  • Sintomi – come affaticamento o debolezza, nausea e vomito, dolore addominale, stitichezza o diarrea, vertigini, dolore muscolare o dolori articolari.
  • Pressione sanguigna bassa – questa sarà presa, di solito mentre il paziente è seduto, e poi di nuovo poco dopo essere in piedi.
  • Esami del sangue anormali – come basso contenuto di sodio (iponatremia), basso glucosio (ipoglicemia) o alto contenuto di potassio (ipernatriemia).
  • Test delle urine: questo mostrerà se i livelli di cortisolo sono bassi.

Dopo questi test, verranno eseguiti test più specifici. Questi possono includere:

Fiale per analisi del sangue.

  • livelli di cortisolo nelle urine
  • livello di cortisolo mattutino nel sangue
  • livello di cortisolo nella saliva
  • livelli di aldosterone nel sangue
  • livelli di ormone adrenocorticotropo (ACTH) nel sangue

Negli individui con malattia di Addison, il livello di cortisolo sarà inferiore all’intervallo di riferimento e l’ACTH sarà elevato al di sopra dell’intervallo normale.

Ulteriori test possono seguire per verificare altri motivi per cui questi ormoni potrebbero essere sbilanciati.

Scansione di tomografia computerizzata (CT)

Lo scanner CT utilizza la radiazione per produrre immagini dell’interno del corpo. Queste immagini possono essere visualizzate a fette da diverse angolazioni, dando al medico una migliore idea di come appaiono gli organi interni. Alcune strutture possono combinare queste immagini CT per formare un’immagine 3D.

È una procedura indolore. Il medico potrebbe voler esaminare l’addome per controllare la dimensione delle ghiandole surrenali e determinare se sono presenti altre anomalie. Anche la ghiandola pituitaria potrebbe essere indagata; questo perché i problemi nella ghiandola pituitaria possono avere un effetto a catena che provoca l’insufficienza surrenalica secondaria.

Test di stimolazione ACTH

Posizione della ghiandola pituitaria nel cervello.

Questo sarà fatto se i livelli di cortisolo sono bassi, o i sintomi da soli suggeriscono fortemente la malattia di Addison. Questo test viene solitamente eseguito in un’unità di endocrinologia.

La cosintropina è una versione sintetica dell’ormone adrenocorticotrofico (ACTH). Può essere indicato con i suoi nomi commerciali, come Cortrosyn o Synacthen.

L’ACTH è prodotto dalla ghiandola pituitaria per incoraggiare le ghiandole surrenali a secernere cortisolo e aldosterone. Quando viene somministrato synacthen, le ghiandole surrenali del paziente devono rilasciare cortisolo e aldosterone nel sangue.

Il paziente ha diversi esami del sangue – uno prima della somministrazione di cosyntropin e altri 30-60 minuti dopo per verificare come il corpo risponde. Il sangue può essere prelevato a più intervalli. Vengono misurati i livelli ematici di cortisolo, aldosterone e ACTH. Se i livelli di ACTH sono alti e i livelli di cortisolo e aldosterone sono bassi, il medico può quindi diagnosticare la malattia di Addison.

Diagnosi durante la crisi Addisoniana

Una crisi addisoniana, chiamata anche crisi surrenalica o insufficienza surrenalica acuta, si manifesta quando i sintomi sono gravi. Questi sintomi possono essere letali e portare alla morte, quindi il paziente viene trattato immediatamente. Verranno effettuati esami del sangue e analizzati i segni allo stesso modo, ma il paziente riceverà un trattamento prima che i risultati tornino.

Continua a leggere sulla malattia di Addison:

  • Qual è la malattia di Addison?
  • Segni e sintomi della malattia di Addison
  • Cause della malattia di Addison
  • Diagnosi della malattia di Addison
  • Opzioni di trattamento per la malattia di Addison
Like this post? Please share to your friends: