Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

La metà di tutti gli adulti americani ha una malattia cronica – CDC

La metà di tutti gli adulti negli Stati Uniti ha almeno una condizione cronica, come il diabete, le malattie cardiache o l’obesità, secondo un rapporto del Centers for Disease Control and Prevention pubblicato in.

Il documento – parte di una nuova serie sulla rivista “La salute degli americani” – afferma che la percentuale di americani adulti che hanno due o più di queste condizioni è più di un quarto.

I ricercatori del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sostengono che la maggior parte di questa morbilità potrebbe essere prevenuta attraverso la riduzione dei fattori di rischio che rientrano nel controllo degli individui:

  • Uso del tabacco
  • Dieta povera
  • Inattività fisica
  • Eccessivo consumo di alcol
  • Alta pressione del sangue trattata
  • Colesterolo alto.

Sia la cattiva alimentazione che l’inattività fisica sono fortemente associate all’obesità. I ricercatori dicono:

“Rispetto ai paesi ad alto reddito comparabili, gli Stati Uniti sono meno sani in aree come l’obesità, le malattie cardiache, il diabete e le malattie polmonari croniche”.

Gli autori del CDC aggiungono che “le malattie croniche sono le cause principali di cattiva salute, disabilità e morte e rappresentano la maggior parte delle spese sanitarie” negli Stati Uniti.

stetoscopio sdraiato su un tavolo che riflette le stelle e strisce

L’elenco dei fattori di rischio sopra riportati che sono in gran parte responsabili di questo peso della malattia cronica nel paese è un “breve” che può essere “efficacemente affrontato per individui e popolazioni”.

Ad esempio, per ottenere un controllo efficace dell’ipertensione, gli autori raccomandano approcci basati sul team che includono medici, farmacisti, infermieri e professionisti sanitari affini.

Raccomanda anche il supporto agli sforzi dei pazienti per gestire le condizioni “fornendo educazione e metodi di autogestione in programmi di stile di vita strutturati” che sono collegati a “ambienti di comunità di supporto”.

Gli Stati Uniti non sono soli con il problema delle malattie croniche, tuttavia – il documento sottolinea che “con condizioni non trasmissibili che rappresentano quasi i due terzi delle morti in tutto il mondo, l’emergenza di malattie croniche come la sfida principale per la salute globale è indiscussa. “

Azione nazionale e comunitaria

Il CDC suggerisce e prende parte ad alcune soluzioni al problema che “richiede un’azione coordinata:”

  1. Epidemiologia e sorveglianza per monitorare le tendenze e monitorare i progressi
  2. Politiche e ambienti che promuovono la salute e sostengono comportamenti sani
  3. Assistenza sanitaria che fornisce in modo efficace servizi di prevenzione
  4. Collegamenti più forti tra assistenza sanitaria e servizi alla comunità.

“Complessivamente, queste quattro strategie prevengono il verificarsi di malattie croniche, favoriscono la diagnosi precoce e rallentano la progressione della malattia nelle persone con malattie croniche, riducono le complicazioni, supportano una migliore qualità della vita e riducono la domanda sul sistema sanitario”, conclude il rapporto .

Una parte fondamentale dell’elemento di prevenzione è trattata in un altro articolo di “La salute degli americani” (riportato da MNT – vedi Obamacare significa “migliore salute pubblica” attraverso la prevenzione). Afferma che la legge sulla protezione del paziente e sulla cura accessibile porterà miglioramenti alla salute della nazione, grazie a una maggiore enfasi sulla medicina preventiva.

Il documento attuale tocca anche Obamacare:

“Mentre il sistema sanitario americano [system] subisce ulteriori trasformazioni con l’attuazione dell’Affable Care Act, e man mano che le sfide finanziarie continuano, le opportunità e le esigenze per migliorare ulteriormente lo stato di salute degli americani diventeranno più chiare.”

“Di cruciale importanza”, affermano gli autori del CDC, è che i servizi di prevenzione e diagnosi precoce diventano più efficaci se esiste una collaborazione tra il settore della sanità pubblica e gli operatori sanitari. Inoltre, “rafforzando le collaborazioni tra comunità e operatori sanitari,” la salute della popolazione è migliorata e sostenuta.

“Questo approccio collaborativo”, concludono gli autori, “migliorerà l’equità della salute” costruendo comunità che:

  • Promuovere la salute piuttosto che la malattia
  • Avere assistenza più accessibile e diretta
  • Concentrare il sistema sanitario sul miglioramento della salute della popolazione.

L’elevato carico di malattie negli Stati Uniti è attribuibile all ‘”incidenza e prevalenza di importanti condizioni croniche e fattori di rischio (che si verificano individualmente e in combinazione)” – ma è anche il risultato di dati demografici della popolazione, tra cui disparità di salute e invecchiamento della popolazione.

Il rapporto indica che gli iscritti a Medicare (la maggior parte dei quali ha più di 65 anni) costituiscono 300 miliardi di dollari in spese sanitarie.

Oltre il 90% di questa spesa per l’assistenza sanitaria era rappresentata da persone con due o più condizioni croniche.

Like this post? Please share to your friends: