Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

La musica ci fa divertire di più, trova lo studio del cervello

Odio andare in palestra? Un nuovo studio potrebbe aver trovato un modo per rendere più divertente l’esercizio: mettete la vostra melodia preferita.

una donna che ascolta la musica mentre si esercita

I ricercatori rivelano che mentre si ascolta la musica durante un allenamento non aumenta la concentrazione sull’attività da svolgere, ma rende l’esercizio molto più piacevole.

Il co-autore dello studio Marcelo Bigliassi, della Brunel University di Londra nel Regno Unito, ei suoi colleghi hanno scoperto le loro scoperte utilizzando la tecnologia elettroencefalografica (EEG) per monitorare la risposta del cervello alla musica mentre i partecipanti si impegnavano in attività fisica.

I ricercatori hanno recentemente riportato i loro risultati sulla rivista.

Non è un segreto che la musica abbia la capacità di suscitare risposte emotive; la ricerca conferma questo fatto. Una canzone può farci sentire felici, tristi, arrabbiati, responsabilizzati o motivati. Quest’ultima è una delle ragioni per cui molti di noi raggiungono le cuffie quando andiamo a correre.

Ma come reagisce esattamente il cervello alla musica quando ci alleniamo? Fu questo che Bigliassi e colleghi si misero a rispondere.

“I meccanismi cerebrali che sono alla base degli effetti psicologici degli stimoli uditivi durante l’attività fisica sono finora poco ricercati, in particolare in contesti ecologicamente validi”, sottolineano gli autori dello studio.

La musica ha aumentato il piacere del camminare

Per colmare questa lacuna di ricerca, il team ha utilizzato l’EEG per valutare come la musica o un podcast ha interessato il cervello durante l’esercizio, rispetto a nessun stimolo uditivo.

“La tecnologia EEG ha facilitato la misurazione durante un compito all’aperto ecologicamente valido, così da poter finalmente esplorare i meccanismi cerebrali che sono alla base degli effetti della musica durante situazioni di esercizio della vita reale”, afferma Bigliassi.

Un totale di 24 partecipanti allo studio hanno camminato per 400 metri su una pista all’aperto a un ritmo a loro scelta in una delle tre condizioni: alcuni soggetti hanno camminato ascoltando i 6 minuti della canzone di Pharrell Williams; alcuni partecipanti hanno ascoltato un podcast di un talk TED; e alcuni soggetti non hanno ascoltato alcun suono.

Durante il cammino, le onde cerebrali dei partecipanti sono state misurate usando l’EEG. Inoltre, gli scienziati hanno valutato in che modo ciascuna delle tre condizioni uditive ha influenzato l’attenzione dei partecipanti durante l’attività di deambulazione, nonché il modo in cui hanno influenzato le loro sensazioni di vigilanza e stanchezza.

I ricercatori hanno scoperto che l’ascolto della musica ha comportato un aumento del piacere del 28 percento durante il cammino, rispetto a nessuno stimolo uditivo. Il godimento era anche del 13% più alto per coloro che ascoltavano la musica, rispetto a quelli che ascoltavano un podcast.

Questi effetti sono stati associati ad un aumento delle onde beta nelle regioni frontali e frontali centrali della corteccia cerebrale, riporta la squadra.

“Abbiamo dimostrato che la musica ha il potenziale per aumentare le onde beta e suscitare uno stato emotivo più positivo, che può essere sfruttato durante altre forme di esercizio e rendere più piacevole una determinata attività”.

Marcelo Bigliassi

Le Linee guida sull’attività fisica per gli americani raccomandano che tutti gli adulti eseguano almeno 75 minuti di intensa intensità o 150 minuti di attività aerobica di intensità moderata ogni settimana.

Tuttavia, quasi la metà degli adulti negli Stati Uniti non soddisfa queste linee guida, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Bigliassi dice che per le persone che evitano l’esercizio fisico perché non ne godono, ascoltare musica potrebbe essere un modo per capovolgerlo.

Like this post? Please share to your friends: