Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

La polmonite è contagiosa?

La polmonite è un’infezione del tessuto polmonare che può rendere difficile respirare a causa di infiammazioni, liquidi e pus. Virus o batteri, che sono contagiosi, causano la maggior parte delle forme di polmonite.

Tuttavia, non tutti i casi di polmonite sono contagiosi e il periodo durante il quale può diffondersi da una persona all’altra dipende dalla causa dell’infezione.

La polmonite è contagiosa?

La polmonite si riferisce a un’infezione nei polmoni causata da alcuni germi, come batteri o virus. Quando una persona diffonde germi che possono causare la polmonite a qualcun altro, il ricevente può sviluppare una serie di infezioni respiratorie, dai sintomi del raffreddore lieve alla polmonite.

Una serie di fattori determinano se la polmonite è contagiosa:

Tipo di polmonite

uomo anziano a letto con l'influenza

La maggior parte dei casi di polmonite è dovuta alla diffusione di batteri e virus. I batteri sono organismi viventi che rispondono agli antibiotici. I virus sono piccoli filamenti di proteine ​​e materiale genetico che non possono essere trattati con antibiotici. Sia i virus che i batteri sono contagiosi.

La polmonite si sviluppa spesso dopo che una persona ha avuto un’infezione diversa, ad esempio un raffreddore. Questo rende una persona più vulnerabile ad altri tipi di infezioni. Un’infezione che si sviluppa nei polmoni è chiamata polmonite.

Alcuni organismi hanno maggiori probabilità di causare la polmonite rispetto ad altri. Un esempio comune è la malattia da pneumococco, un’infezione batterica che può causare infezioni dell’orecchio, infezioni del seno, infezioni del cervello e del sangue e polmonite.

Un altro tipo di batterio chiamato può causare altre forme di polmonite. i batteri sono anche contagiosi.

Il virus dell’influenza o l’influenza è una causa comune di polmonite virale. Il virus si diffonde facilmente da persona a persona, causando una serie di sintomi e condizioni.

Le cause meno comuni di polmonite includono:

  • inalare particelle o contenuti alimentari dal tratto intestinale
  • alcuni funghi

Queste forme di polmonite non sono contagiose.

Lunghezza dell’infezione

Nella maggior parte dei casi, le infezioni sono contagiose per alcuni giorni prima che compaiano i sintomi e per alcuni giorni dopo. Il tempo esatto in cui una persona è contagiosa dipende dal tipo di microrganismo che causa l’infezione.

Alcune forme di polmonite, come la polmonite causata da micoplasma, rimangono contagiose per diverse settimane. Se una persona ha la polmonite, dovrebbe parlare con un medico di quanto a lungo l’infezione sarà contagiosa.

Trattamento della polmonite

Le persone con polmonite batterica vengono solitamente prescritte antibiotici che impediscono il progredire dell’infezione. La polmonite di solito smetterà di essere contagiosa un giorno o due dopo l’inizio del trattamento.

Una persona è anche considerata contagiosa durante la febbre, quindi è meglio restare a casa dal lavoro o dalla scuola fino a quando la febbre non sarà scomparsa.

Le persone che sono state vaccinate contro le infezioni che possono causare la polmonite, come i batteri pneumococcici, sono solitamente immuni da quei germi specifici. Ottenere la vaccinazione può aiutare a prevenire questo tipo di infezione dallo sviluppo.

Fattori di rischio

mano senior che tiene una mano di bambini

Sebbene chiunque possa ottenere la polmonite, alcune persone sono a maggior rischio. La polmonite si verifica quando si sviluppa un’infezione nei polmoni. Può causare complicazioni alla respirazione e diffondersi ad altre parti del corpo come il flusso sanguigno.

Le persone che hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite includono:

  • bambini molto piccoli e bambini il cui sistema immunitario non è completamente sviluppato
  • persone anziane con sistema immunitario indebolito
  • donne incinte
  • persone che assumono farmaci che sopprimono il sistema immunitario
  • persone con malattie che indeboliscono il sistema immunitario, come il cancro, l’HIV e l’AIDS
  • persone con malattie autoimmuni, come l’artrite reumatoide
  • persone con patologie polmonari e respiratorie, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), la fibrosi cistica (CF) e l’asma

Le persone a rischio di polmonite devono essere particolarmente prudenti nei confronti di persone che hanno avuto recentemente una polmonite o un’altra infezione respiratoria.

Trasmissione

La polmonite si trasmette quando i germi del corpo di qualcuno con polmonite si diffondono a un’altra persona. Questo può accadere in vari modi, tra cui:

  • Inalando l’infezione. Questo può accadere quando una persona con polmonite tossisce o starnutisce e un’altra persona inala le particelle infette. Questo è più probabile tra persone a stretto contatto tra loro, come genitori e figli, o in spazi scarsamente ventilati, come gli aeroplani.
  • Attraverso la bocca o gli occhi. Questo può accadere quando una persona tocca una superficie che una persona infetta ha tossito o starnutito. Quando una persona con un’infezione tossisce nelle loro mani e poi stringe la mano a un’altra persona, la seconda persona può essere infettata se si tocca la bocca o gli occhi senza lavarsi le mani.

Particelle alimentari e sostanze irritanti dal tratto intestinale possono anche causare polmonite. Questo è chiamato polmonite da aspirazione e può verificarsi quando una persona inala accidentalmente queste sostanze.

La polmonite da aspirazione di solito si verifica in persone che hanno difficoltà a deglutire, come qualcuno che ha una diagnosi di ictus o altre condizioni del sistema nervoso centrale, come il morbo di Parkinson.

La polmonite fungina si sviluppa tipicamente quando le persone inalano particelle microscopiche di funghi dall’ambiente. Le persone con un sistema immunitario indebolito hanno maggiori probabilità di sviluppare questo tipo di polmonite.

Prevenzione

rompendo una sigaretta a metà

Una serie di strategie può prevenire la diffusione della polmonite. Il singolo modo più efficace per prevenire la diffusione di virus e batteri è il frequente lavaggio delle mani, specialmente durante i mesi più freddi.

Le persone dovrebbero lavarsi le mani prima di mangiare, dopo aver usato il bagno, dopo aver toccato qualcun altro, prima di visitare persone vulnerabili alla polmonite e al ritorno a casa dopo essere usciti in pubblico.

Altre strategie per prevenire la polmonite includono:

  • stare aggiornato su tutte le vaccinazioni, oltre a vaccinarsi con vaccino antinfluenzale e polmonite pneumococcica ogni anno
  • smettere di fumare, poiché il fumo rende i polmoni più vulnerabili alle infezioni e colpisce il sistema immunitario del corpo
  • gestire eventuali condizioni mediche croniche, in particolare quelle che colpiscono il sistema immunitario o i polmoni
  • stare a casa da scuola o lavorare quando è malato o con la febbre

Protezione dalla polmonite

La maggior parte delle persone guarisce dalla polmonite senza effetti duraturi. Nelle persone vulnerabili, la polmonite può essere fatale. In tutto il mondo, la polmonite rappresenta il 16% dei decessi nei bambini sotto i 5 anni. Anche le persone anziane e quelle con un sistema immunitario indebolito hanno maggiori probabilità di subire gravi complicazioni.

Le persone anziane, le persone con gravi malattie, i genitori di neonati e coloro che si prendono cura dei malati dovrebbero assicurarsi che tutti i visitatori si lavino le mani. È meglio che le persone con sintomi di malattia respiratoria o febbre non visitino una persona vulnerabile fino a quando i loro sintomi non sono scomparsi.

Altre strategie che possono ridurre il rischio includono:

  • lavarsi le mani prima di mangiare, dopo aver toccato le persone e dopo essere uscito in pubblico
  • disinfettare tutte le superfici della casa, in particolare se qualcuno è stato recentemente ammalato
  • tenersi aggiornati su tutte le vaccinazioni, in particolare su tutti i membri della famiglia, attorno ai bambini che sono troppo giovani per essere vaccinati
  • evitando posizioni con filtrazione dell’aria inadeguata durante la stagione fredda e influenzale

prospettiva

La polmonite ha ucciso più di 50.000 persone negli Stati Uniti nel 2014. Nonostante ciò, circa i due terzi degli anziani non ottengono la vaccinazione pneumococcica raccomandata contro la polmonite per prevenire la polmonite.

La polmonite può essere prevenuta, in particolare nelle persone che non hanno malattie polmonari croniche. Evitando i malati, restando a casa quando si è malati, lavando le mani e adottando misure sanitarie di base, come vaccinarsi, è possibile prevenire questa malattia potenzialmente fatale.

Like this post? Please share to your friends: