Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

La pressione sanguigna è più alta di notte rispetto al pensiero originale

La pressione sanguigna misurata vicino al cuore è significativamente più alta durante il sonno di quanto si pensasse inizialmente, secondo una nuova tecnologia sviluppata dagli scienziati dell’UCL.

La pressione sanguigna durante la notte è un importante fattore predittivo sia per l’ictus che per le malattie cardiache, con precedenti ricerche che suggeriscono che la pressione arteriosa calcolata attraverso il braccio diminuisce durante la notte durante il sonno. Ma l’attuale studio rivela che la riduzione notturna della pressione arteriosa potrebbe essere meno significativa di quanto si pensasse inizialmente.

I risultati, pubblicati sulla rivista Hypertension, rivelano importanti implicazioni per la valutazione delle future terapie, perché i farmaci usati per trattare l’ipertensione possono avere effetti molto diversi sulla pressione vicino al cuore, rispetto al metodo storico del braccio.

I ricercatori hanno lavorato con una società tecnologica di Singapore per sviluppare un dispositivo portatile basato su un orologio da polso che ha un sensore nella cinghia che trova l’onda del polso al polso, invece di calcolare direttamente la pressione.

Modellando matematicamente l’onda del polso, il team è stato in grado di calcolare correttamente la pressione sulla radice aortica (vicino al cuore) per un totale di 24 ore senza disturbare le persone che venivano monitorate.

Il principale autore, il professor Bryan Williams, che è anche direttore del NIHR University College London Hospitals, centro di ricerca biomedica, afferma:

“L’ipertensione arteriosa è uno dei principali fattori di rischio nello sviluppo di malattie cardiovascolari (infarto, ictus) e colpisce oltre 12 milioni di persone nel Regno Unito ed è la singola causa prevenibile più importante di morte prematura.

Questo studio fornisce la prima descrizione della variazione naturale della pressione sanguigna durante il giorno e la notte in cui le misurazioni sono state prese vicino al cuore. Ciò che abbiamo dimostrato è che le pressioni del cuore non diminuiscono tanto durante il sonno come pensavamo in precedenza in base alle misure di pressione convenzionali prese dal braccio. “
Gli autori sperano che i loro risultati enfatizzino l’importanza di diminuire la pressione sanguigna durante la notte, probabilmente cambiando gli approcci per trattare e misurare l’ipertensione.

Ricerche precedenti suggeriscono che il sonno insufficiente è associato all’ipertensione. Il rischio di livelli di pressione arteriosa insalubri aumenta quando i modelli di sonno sono irregolari.

Il Prof. Williams e il team hanno scoperto che calcolando contemporaneamente le tendenze della pressione arteriosa brachiale (nel braccio) e le pressioni aortiche centrali (dove il sangue fuoriesce dal cuore), è diminuito significativamente il calo notturno della pressione aortica centrale rispetto al corrispondente calo notturno della pressione brachiale, nonostante le somiglianze nei ritmi circadiani.

I risultati suggeriscono che le pressioni aortiche notturne sono sproporzionatamente più elevate delle pressioni brachiali durante il sonno. Questa potrebbe essere un’informazione importante per i clinici che esaminano l’impatto negativo che l’ipertensione può avere sul cuore e sul cervello.

Il dott. Peter Lacy (UCL Institute of Cardiovascular Science), un coautore dell’articolo, ha concluso:

“Il fatto che l’orologio possa essere indossato continuamente significa che possiamo programmare il dispositivo per campionare l’onda del polso giorno e notte e ottenere misurazioni della pressione aortica nell’arco di 24 ore, il che ci consente di misurare con precisione la pressione aortica in un modo invasivo. “
Scritto da Kelly Fitzgerald

Like this post? Please share to your friends: