Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

La sindrome dell’albero di Natale è una cosa reale?

Man mano che il Natale si avvicina, i media sono pieni di storie di salute stagionali. Ma i nostri alberi di Natale possono davvero farci ammalare?

Allergia dell'albero di Natale

Costantemente alla ricerca di interessanti storie di salute, sono incappato in una raccolta di articoli sulla sindrome dell’albero di Natale di recente, che ha suscitato il mio interesse.

Secondo una pletora di notizie e articoli che coprono lo scorso decennio, gli alberi di Natale sono una fonte pronta di muffa, che può devastare le nostre vie respiratorie e potenzialmente rovinare il nostro divertimento in vacanza.

Questo potrebbe essere un problema per circa il 13% della popolazione degli Stati Uniti che sono affetti da allergia alla muffa. Ma gli studi citati sono tutt’altro che estesi e l’allergia alla muffa non è molto ben compresa.

Quindi, hai bisogno di lanciare occhiate dubbiose alla tua conifera di Natale decorata con cura, o è l’intera faccenda di una festa?

Spore di muffa, allergia e asma

Secondo l’Asthma and Allergy Foundation of America (AAFA), “Se hai un’allergia che si manifesta in diverse stagioni, potresti essere allergico alle spore di muffe o altri funghi”.

Le spore sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni e sono sempre presenti nel nostro ambiente, sia all’interno che all’esterno. Ci possono essere oltre 1 milione di specie fungine che abitano il nostro pianeta, di cui solo poco più di 100 famiglie, o generi, possono causare allergia alle muffe.

I principali colpevoli, tuttavia, sono solo quattro:,,, e.

Le spore della muffa diventano pericolose quando raggiungono livelli critici. Questo è il caso per le persone che hanno un’allergia alla muffa, così come quelle con altre allergie o asma, in cui l’esposizione alla muffa può servire come innesco secondario e peggiorare i sintomi.

Il nostro tempo e i livelli di luce influiscono sulla composizione e sui livelli delle singole specie di spore, che sono in costante flusso. La nostra conoscenza dei livelli critici delle spore è tutt’altro che ampia, ma gli studi hanno suggerito che per i livelli può essere inferiore a 100 spore per metro cubo, mentre per esso sono 3.000 spore per metro cubo.

Ma cosa c’entra questo con i nostri alberi di Natale?

Gli alberi di Natale sono pericolosi per la salute?

Tutto iniziò nel 1970, quando il dott. Derek M. Wyse pubblicò un documento intitolato “Allergia dell’albero di Natale: studi di muffe e polline” nel

Ha scoperto che circa il 7% delle persone allergiche ha notato un picco nei sintomi quando avevano un albero di Natale nella loro casa.

Tuttavia, quando ha misurato la varietà di spore della muffa in 10 case festive, ha trovato i suoi risultati in gran parte inconcludenti perché il tipo di muffa che ha trovato nelle case varia. Tuttavia, il termine allergia albero di Natale è stato coniato.

Avanti veloce al 2007, quando il Dr. Phillip Hemmers riferì alla riunione annuale dell’American College of Allergy, Asthma & Immunology a Dallas, in Texas, che aveva seguito il destino di un particolare albero di Natale.

Ha scoperto che le spore della muffa erano aumentate di oltre cinque volte durante un periodo di 14 giorni durante le vacanze, raggiungendo 5.000 spore per metro cubo alla fine del periodo festivo.

Nel 2011, il Dr. Lawrence E. Kurlandsky – insieme ai suoi colleghi dell’Università Statale Upstate Medical di New York a Syracuse – ha pubblicato uno studio più ampio.

Dopo aver analizzato i ritagli di 28 alberi di Natale appartenenti al proprio team e al proprio staff, hanno trovato 53 specie di muffe, di cui il 70% potenzialmente dannose.

Significa la fine per l’albero di Natale della redazione?

Alberi di Natale – sì o no?

L’inverno vede un picco annuale di raffreddori, epidemie di influenza e attacchi di asma. Le ragioni esatte non sono note. Ma è difficile dire se il tuo albero di Natale o una combinazione di altri fattori sia davvero da biasimare.

Tuttavia, se soffri di allergie o asma, vale la pena prendere sul serio il picco potenziale dei livelli di spore correlati all’arborescenza. Dr. Kurlandsky consiglia di lavare il tuo albero prima di portarlo dentro, mantenendolo solo per il minimo tempo possibile, e usando un purificatore d’aria per mantenere sotto controllo i livelli di spore.

L’AAFA consiglia di tenere gli spazi abitativi liberi da altre fonti di muffa e riducendo l’umidità abbassando i livelli di umidità.

Per quelli non colpiti da allergie, tuttavia, i campanelli d’allarme sono spenti. “Se tu ei tuoi figli non avete allergie evidenti, probabilmente non vi disturberà”, dice il dott. Kurlandsky.

Per ora, il nostro ufficio albero di Natale è al sicuro, dopo tutto.

Like this post? Please share to your friends: