Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

La viremia è contagiosa? Cosa hai bisogno di sapere

Viremia è un termine che descrive la presenza di virus nel sangue. I virus sono organismi microscopici che sopravvivono e si moltiplicano all’interno di ospiti viventi, come animali e umani.

I casi minori di viremia possono essere relativamente innocui e risolversi da soli. Tuttavia, se l’infezione diventa grave o causa infezione negli organi vitali, può portare a insufficienza d’organo o sepsi, che è pericolosa per la vita.

Cos’è la viremia?

Un'immagine di virus nel sangue o viremia

La viremia è il termine medico per quando i virus entrano nel flusso sanguigno.

I virus sono parassiti, nel senso che fanno affidamento su un ospite esterno per la loro sopravvivenza e riproduzione. Alcuni virus possono entrare nel flusso sanguigno, portando alla viremia.

I virus sono minuscoli – 45.000 volte più piccoli della larghezza di un capello umano. Sono disponibili in molte forme e dimensioni, ma tutti i virus noti condividono la stessa struttura di base.

I virus sono fatti di materiale genetico, DNA o RNA, che è avvolto in un rivestimento protettivo proteico chiamato capside.

I virus possono essere altamente contagiosi e funzionare nascondendosi dal sistema immunitario, prendendo le cellule ospiti e costringendole a produrre più virus.

Molti casi di viremia sono lievi o innocui, ma se l’infezione diventa grave o colpisce gli organi vitali, può portare a insufficienza d’organo o sepsi.

La sepsi è un’estrema risposta immunitaria a un’infezione e mette a rischio la vita, specialmente in quelli con sistema immunitario compromesso.

Le cause

La maggior parte dei virus può potenzialmente causare la viremia. Ma mentre ci sono molti tipi di virus nel mondo, solo alcuni sono noti per causare malattie negli esseri umani.

Alcune cause comuni o ben note di viremia includono:

  • Tipi di HIV 1 e 2
  • influenza
  • polmonite virale
  • meningite virale
  • virus varicella zoster (varicella o fuoco di Sant’Antonio)
  • morbillo, parotite e rosolia
  • rotavirus
  • enterovirus
  • erpete
  • papillomavirus umano (HPV)
  • epatite B e C
  • Virus Zika
  • West Nile Virus
  • adenovirus
  • virus dell’influenza aviaria
  • dengue
  • febbre gialla
  • Virus dell’encefalite giapponese
  • citomegalovirus
  • ebola
  • Virus della febbre della Rift Valley
  • groppa
  • rabbia
  • polio

Nel corso della storia, i virus sono sopravvissuti essendo incredibilmente adattabili e resilienti alla vita sia all’interno che all’esterno di un host.

Molti virus usano fluidi corporei per diffondersi tra gli host. Tuttavia, alcuni virus possono vivere su una superficie asciutta e non porosa, come un contenitore di plastica, per 7 giorni o più.

I virus comuni diffusi includono:

  • via oro-fecale (ingestione accidentale di materiale fecale)
  • contatto sessuale
  • contatto con la saliva o il muco (da tosse, starnuti o contatto, per esempio)
  • punture di zanzare o insetti
  • allattamento
  • congenitamente, o dalla madre al feto durante la gravidanza o il parto
  • trasfusione di sangue
  • donazione di organi
  • attraverso tagli o ferite gravi

Sintomi

donna sul divano con la coperta che soffre di febbre, sudorazione e brividi

I sintomi della viremia spesso dipendono dalla causa dell’infezione, ma molte infezioni virali causano una serie simile di sintomi.

I segni comuni di infezione virale e viremia includono:

  • febbre
  • esaurimento generale
  • debolezza muscolare e articolare, dolore e dolore
  • mal di testa
  • vertigini o sensazione di testa vuota
  • diarrea, nausea o vomito
  • brividi
  • naso che cola o congestionato
  • mal di gola
  • una tosse
  • scarso appetito

tipi

La viremia è classificata in tipi a seconda di come il virus ha infettato il flusso sanguigno.

I tipi di viremia includono:

  • Viremia primaria: questo è quando il virus entra nel flusso sanguigno.
  • Viremia secondaria: questo è quando la viremia ha causato un’infezione in un altro organo o tessuto diffondendosi attraverso il flusso sanguigno.

A volte il nome della relativa infezione virale è elencato per descrivere ulteriormente i casi di viremia, come l’HIV-viremia o la viremia del Nilo occidentale.

Diagnosi

A volte, un medico può essere in grado di diagnosticare la viremia in base alla storia medica e all’esame fisico di una persona.

Possono anche essere necessari esami del sangue e emocolture per determinare o confermare la causa specifica delle infezioni virali e della viremia.

In alcuni casi, un medico può diagnosticare la viremia confrontando i sintomi di una persona con quelli di altre infezioni virali a cui potenzialmente è stata esposta una persona. Un medico è più probabile che lo faccia durante un’epidemia o un’epidemia di un virus specifico.

Trattamento

Signora ammalata che potrebbe avere viremia, mangiare zuppa

Per la maggior parte delle infezioni virali, il trattamento prevede di trattare i sintomi dell’infezione piuttosto che il virus stesso.

Le terapie tipiche per le infezioni virali e la viremia includono:

  • riposo
  • fluidi, specialmente quelli ad alto elettrolita
  • farmaci antinfiammatori e antidolorifici
  • farmaci antiemetici o anti-nausea
  • cibi fluidi chiari, come brodi di minestra
  • antistaminici
  • farmaci anti-diarrea
  • creme anti-prurito, come creme idrocortisone
  • farmaci decongestionanti nasali e risciacqui
  • pastiglie per la gola o spray intorpiditi
  • sciroppi per la tosse

Nei casi più gravi, i liquidi possono essere somministrati per via endovenosa in un ospedale.

Esistono alcuni farmaci antivirali, ma ogni medicinale è solitamente efficace solo contro un virus o una famiglia di virus specifici.

In molti casi, i farmaci antivirali possono solo aiutare a ridurre la diffusione o la gravità delle infezioni virali, ma non curarli.

Alcuni farmaci antivirali funzionano anche prevalentemente rafforzando la risposta del sistema immunitario, non distruggendo o disabilitando il virus.

I farmaci antivirali sono di solito non specifici, il che significa che bersagliano cellule sane accanto ai virus.

Un altro inconveniente dei farmaci antivirali è che i virus possono evolversi e diventare immuni al farmaco, specialmente se i farmaci non vengono presi correttamente.

In alcuni casi di viremia, i medici raccomandano un trattamento chiamato interferone.L’interferone è un gruppo di circa 20 proteine ​​di segnalazione correlate costituite da cellule immunitarie umane in risposta ai virus.

Finora esistono farmaci antivirali per trattare:

  • HIV
  • influenza
  • epatite C
  • herpes zoster
  • rabbia
  • erpete

vaccini

Sono disponibili anche vaccini che possono ridurre significativamente il rischio di sviluppare alcune delle più gravi e prevalenti infezioni virali umane.

I vaccini funzionano esponendo una piccola parte del virus al sistema immunitario del corpo, permettendogli di riconoscere e distruggere i virus invasori prima che possano iniziare un’infezione.

La maggior parte delle persone riceve una serie iniziale di vaccinazioni o vaccinazioni quando sono molto giovani. Successivamente riceveranno nuove vaccinazioni periodicamente durante la prima infanzia e l’età adulta.

Molte persone riceveranno anche vaccinazioni per virus e malattie specifici prima di viaggiare a livello internazionale.

Per quanto tempo questi vaccini sono efficaci dipende solitamente dal tipo di vaccino. I periodi di efficacia comune vanno da pochi mesi a decenni.

Alcuni vaccini possono fungere da prevenzione, che può aiutare a trattare casi attivi dello stesso virus.

Alcune infezioni virali con vaccini ampiamente disponibili includono:

  • influenza
  • polio
  • rosolia
  • epatite A e B
  • varicella e fuoco di Sant’Antonio
  • febbre gialla
  • HPV

complicazioni

Chiunque non riceva i vaccini standard raccomandati è molto più vulnerabile alle infezioni virali e alle sue complicanze rispetto alle persone con una storia di vaccinazione aggiornata.

I fattori che influenzano il rischio di complicanze con viremia includono:

  • il tipo di virus
  • la gravità dell’infezione
  • stato immunitario
  • condizioni di salute aggiuntive
  • storia di vaccinazione

La maggior parte dei casi minori di viremia si risolvono da soli senza cure mediche dirette.

La viremia può consentire ai virus di diffondersi attraverso il sangue e infettare i tessuti e gli organi in tutto il corpo.

Poiché molti virus uccidono le cellule ospiti, la viremia a lungo termine o grave può causare danni ai tessuti e agli organi infetti.

La viremia può anche indebolire il sistema immunitario, rendendo più facile lo sviluppo di altri tipi di infezioni virali, batteriche e fungine.

La viremia molto grave o non trattata può anche causare sepsi, una risposta immunitaria estrema in cui il corpo danneggia involontariamente i propri tessuti sani. La sepsi è talvolta chiamata intossicazione del sangue.

Se non trattata, la sepsi può essere pericolosa per la vita e porta a convulsioni, insufficienza d’organo, coma e alla fine la morte.

prospettiva

Molte persone e animali sviluppano la viremia ogni anno, ma la maggior parte dei casi si risolve con cure di base a domicilio.

Misure preventive, come vaccini e immunoglobine, possono ridurre significativamente il rischio di sviluppare alcuni tipi di infezione virale.

Tuttavia, alcune infezioni virali, tra cui meningite, epatite C e HIV possono essere pericolose per la vita e richiedono cure mediche immediate. Il trattamento può includere fluidi per via endovenosa, farmaci antivirali, immunoglobine e forme di interferone.

Chiunque manifesti sintomi gravi o di lunga durata da un’infezione virale deve consultare un medico.

Le persone che vivono o viaggiano in un’area in cui è presente un’epidemia o epidemia dovrebbero isolarsi e cercare assistenza medica se esposte a infezioni.

Le persone con sistemi immunitari compromessi, come quelli con HIV o che assumono farmaci antitumorali, dovrebbero sempre cercare assistenza medica per sospette infezioni virali.

Like this post? Please share to your friends: