Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Le cisti gangliari e come rimuoverle

Le cisti gangliari sono piccole, benigne, sacche piene di liquido. Possono essere attaccati alle articolazioni o nascere da una guaina tendinea, che è la copertura sul tendine.

Più comunemente colpiscono il polso e la mano, ma possono apparire sulla caviglia, sul piede o sul ginocchio. Formano piccoli grumi sotto la pelle.

Le cisti non sono cancerose e di solito sono innocue. Se provocano dolore, rendono difficile l’uso dell’articolazione o sono particolarmente sgradevoli, possono essere rimossi.

Le cisti gangliari colpiscono soprattutto persone di età compresa tra i 15 ei 40 anni e le donne sono più sensibili degli uomini. Sono abbastanza comuni, ma relativamente poco si sa su di loro.

Fatti veloci sulle cisti dei gangli

  • Le cisti gangliari non sono cancerose, ma la loro forma non è chiara.
  • La metà di tutte le cisti gangliari scompaiono senza intervento.
  • Il liquido all’interno delle cisti è simile a quello contenuto nelle articolazioni sinoviali.
  • Drenare o rimuovere chirurgicamente le cisti può impedire il loro ritorno.
  • Si verificano più comunemente vicino alle articolazioni del polso, ma possono influenzare i piedi.

Cos’è una cisti gangliare?

Cisti del ganglio

Le cisti gangliari sono state menzionate per la prima volta già come Ippocrate, ma ancora oggi rimangono un mistero.

Appaiono, spesso sul dorso della mano, come un nodulo rotondo o di forma ovale pieno di liquido. Possono andare dalle dimensioni di un pisello a quelle di una pallina da golf.

Sotto la pelle, la cisti assomiglia a un pallone d’acqua su un gambo.

Una cisti non rappresenta una minaccia medica significativa, ma a volte può essere problematica.

Se spinge un nervo, può causare dolore o rendere difficili alcuni movimenti. A volte può essere un problema estetico a causa delle dimensioni.

Sintomi

Le cisti gangliari di solito possono essere riconosciute dalle loro caratteristiche.

Posizione: sono sempre vicino a una giuntura, più comunemente la parte superiore o posteriore del polso, ma possibilmente sul lato del palmo del polso, sul palmo alla base di un dito o sulla parte superiore dell’estremità dell’articolazione di un dito . Possono apparire sulla parte superiore del piede, sulla caviglia o talvolta sul ginocchio.

Dolore: possono o meno essere dolorosi. Se premono su un nervo, può esserci dolore.

Forma e dimensioni: sono approssimativamente di forma circolare e di diametro inferiore a 2,5 centimetri (cm), o fino alle dimensioni di una pallina da golf. Alcuni sono molto piccoli. Possono essere percepiti come grumi sotto la pelle, o potrebbero non essere affatto evidenti.

Possono essere morbidi o duri e devono muoversi liberamente sotto la pelle.

Una cisti gangliare che si verifica alla base del dito può sembrare un nodulo di dimensioni di un pisello sotto la pelle.

Se la cisti si trova sull’articolazione del dito, può coinvolgere uno sperone artritico, la pelle sopra la cisti potrebbe essere sottile e potrebbe esserci un solco lungo l’unghia che si trova appena sopra di esso.

A volte, la regione attorno alla cisti può sentirsi intorpidita e la forza di presa può essere ridotta nella mano interessata.

Le cause

Ciò che causa una cisti gangliare non è ancora noto, ma possono accadere quando il tessuto connettivo si rompe attorno a un’articolazione. Tendono ad essere attaccati ad una capsula articolare sottostante o ad una guaina tendinea.

Sembrano crescere dalle articolazioni come un palloncino su un gambo, e tendono a svilupparsi in aree dove un’articolazione o un tendine si gonfia naturalmente fuori posto.

Fattori di rischio

I fattori di rischio sembrano includere:

Età e sesso: le cisti gangliari possono colpire chiunque in qualsiasi momento, ma sono più comunemente riscontrate in donne di età compresa tra 15 e 40 anni.

Lesioni alle articolazioni o ai tendini: le aree danneggiate in passato hanno maggiori probabilità di sviluppare le cisti dei gangli.

Uso eccessivo: le persone che usano determinate articolazioni con forza hanno maggiori probabilità di sviluppare le cisti gangliari. Le ginnaste femminili, ad esempio, sono particolarmente inclini.

Osteoartrite: le persone con artrite da usura nelle articolazioni più vicine all’unghia sono più propense di altre a sviluppare questo tipo di cisti.

Trauma: possono derivare da un singolo incidente o da piccole ferite ripetute.

Formazione

Esattamente ciò che porta alla formazione delle cisti gangliari non è completamente compreso.

Ecco tre possibili cause, tutte correlate allo stress articolare.

  • Lo stress articolare potrebbe portare a una spaccatura nella capsula articolare che circonda l’articolazione. Di conseguenza, il liquido sinoviale fuoriesce dal tessuto attorno all’articolazione. Le reazioni tra il fluido e il tessuto creano quindi il denso fluido cistico e la parete della cisti.
  • Lo stress articolare può causare la rottura del tessuto connettivo nell’area. Se il liquido si accumula, può eventualmente formarsi una cisti.
  • Lo stress articolare potrebbe indurre le cellule mesenchimali a stimolare la secrezione di mucin.

La mucina è un costituente del muco e le cellule mesenchimali sono cellule che possono svilupparsi in un numero di tipi cellulari diversi.

Formazione di fluidi

Il fluido all’interno di una cisti gangliare è simile al normale liquido sinoviale dell’articolazione. Una cisti gangliare sembra svilupparsi quando il liquido fuoriesce dall’area attorno all’articolazione e si raccoglie in una sacca.

Come o perché ciò avvenga non è del tutto chiaro.

Il liquido di una cisti gangliare è più spesso del normale liquido articolare. È costituito principalmente da acido ialuronico, un composto comune nel tessuto connettivo. Contiene anche minori quantità di glucosamina, globuline e albume.

Ci sono tre teorie su dove viene il liquido.

  • Può iniziare nell’articolazione stessa, con il fluido pompato nella cisti dal movimento del polso.
  • Potrebbe accadere quando un sito al di fuori dell’articolazione degenera, con conseguente formazione di cisti.
  • Le cellule mesenchimali all’interno delle pareti cellulari potrebbero produrre il fluido.

Un individuo potrebbe sperimentare tutti questi cambiamenti.

Diagnosi

Per diagnosticare una cisti gangliare, il medico di solito fa brillare una luce attraverso la cisti per vedere se il suo contenuto è trasparente o opaco. Il liquido sarà limpido e denso.

Una radiografia, un’ecografia o una risonanza magnetica possono aiutare a escludere altri esiti più gravi, come il cancro, l’artrite o altri problemi alle articolazioni o alle ossa.

Una radiografia di routine potrebbe non mostrare una cisti gangliare e la radiografia sarà normale a meno che non vi siano cambiamenti correlati all’artrite.

Trattamento

Se una cisti gangliare non provoca disagio o dolore, viene spesso lasciata così com’è. Circa la metà delle cisti gangliari si risolve senza intervento, ma possono volerci anni per sparire completamente.

Attesa vigile: molte cisti gangliari vanno via senza trattamento, ma se la cisti è sul piede o sulla caviglia, la persona potrebbe dover indossare scarpe che non sfregano o irritano la cisti. Potrebbe essere utile posizionare un pad all’interno della scarpa.

Immobilizzazione: lo spostamento dell’area interessata potrebbe aumentare le dimensioni della cisti. L’applicazione di una stecca o di un rinforzo all’area limiterà il movimento. Ciò potrebbe causare una riduzione della cisti.

Se ci sono altri problemi, ad esempio, se la cisti esercita pressione su un nervo e causa dolore, il trattamento è possibile.

Rimedi casalinghi

Se la cisti è dolorosa, un farmaco da banco (OTC) può essere d’aiuto, come l’ibuprofene.

Indossare scarpe morbide o aperte, inserire l’imbottitura o cambiare il modo in cui le scarpe sono allacciate può aiutare.

Le persone non sono consigliate di seguire un rimedio tradizionale per colpire la cisti con un oggetto pesante, poiché è improbabile che questo risolva il problema e potrebbe causare ulteriori danni all’area circostante. Dopo di ciò, di solito ricorre.

Gli individui non dovrebbero “far scoppiare” la cisti, poiché ciò può causare infezioni ed è improbabile che rimuova la cisti.

Rimozione

Se la cisti è grande o se causa ulteriori problemi, la rimozione potrebbe essere necessaria.

Aspirazione: il liquido all’interno di una ciste è simile a quello che si verifica naturalmente nelle articolazioni. La rimozione può rimuovere permanentemente la cisti. Un medico può iniziare iniettando un enzima nella cisti. Ciò suddivide il fluido in una consistenza meno spessa, rendendo più facile il drenaggio. La cisti potrebbe tornare, tuttavia, se la “radice” rimane.

Chirurgia aperta: il chirurgo esegue una piccola incisione e rimuove la cisti insieme al gambo.

Chirurgia del buco della serratura: il chirurgo esegue una piccola incisione e inserisce una telecamera nell’area interessata. La fotocamera guiderà la procedura. Questo è meno doloroso della chirurgia aperta e c’è un basso tasso di recidiva. Tuttavia, è stato riportato che il tasso di recidiva è ancora quasi il 30%.

Recupero

Dopo l’intervento, il paziente deve mantenere l’area coperta e proteggerla da urti accidentali.

Se la cisti era su una mano o un polso, potrebbe essere necessario indossare una stecca per alcuni giorni.

Gli antidolorifici OTC possono aiutare se c’è dolore. Ci possono essere disagio, lividi e rigidità, ma questi dovrebbero risolversi abbastanza presto.

Mantenere le estremità sollevate può aiutare a prevenire il gonfiore. Se il disagio persiste, la persona dovrebbe consultare il proprio medico.

Rimozione della cisti non garantisce che rimarrà lontano. La chirurgia rende meno probabile la ricomparsa, ma può portare a complicanze e cicatrici permanenti.

Like this post? Please share to your friends: