Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Le condizioni della pelle sono legate al diabete di tipo 2?

Le complicazioni della pelle si verificano solitamente quando i livelli di zucchero nel sangue sono troppo alti e spesso sono il primo segno visibile del diabete.

Si stima che circa un terzo delle persone con diabete soffra di malattie della pelle correlate o influenzate dalla condizione.

Esistono opzioni terapeutiche, ma la gestione degli zuccheri nel sangue è normalmente la migliore opzione di prevenzione e trattamento.

Diabete di tipo 2 e salute della pelle

[donna anziana che applica una crema all'eczema sul gomito]

Quando i livelli di zucchero nel sangue sono troppo alti per troppo tempo, si verificano diversi cambiamenti nel corpo che influenzano la salute della pelle.

Lo zucchero nel sangue viene rimosso dal corpo attraverso l’urina. Quando c’è eccesso di zucchero nel sangue, aumenta la velocità di minzione, che può causare la disidratazione e la pelle secca.

I livelli elevati di zucchero nel sangue possono anche portare a infiammazione, che col tempo offusca o sovrastimola la risposta immunitaria.

Livelli elevati di zucchero nel sangue possono anche causare danni ai nervi e ai vasi sanguigni, riducendo la circolazione. Lo scarso flusso sanguigno può alterare la struttura della pelle, in particolare il suo collagene. Senza reti di collagene sane, la pelle può diventare rigida e in alcuni casi fragile. Il collagene è anche necessario per una corretta guarigione della ferita.

Condizioni della pelle associate al diabete di tipo 2

Diverse condizioni della pelle sono associate a livelli elevati o incontrollati di zucchero nel sangue.

Mentre la maggior parte delle complicanze della pelle associate al diabete sono innocue, i sintomi di alcuni possono essere dolorosi, persistenti e possono richiedere cure mediche.

L’opzione di trattamento migliore e più semplice per la maggior parte delle condizioni della pelle legate al diabete è la gestione dei livelli di zucchero nel sangue. Nei casi più gravi, tuttavia, possono essere usati steroidi orali o creme medicate.

Le condizioni cutanee comuni associate al diabete di tipo 2 includono:

Acanthosis nigricans

Questa condizione è caratterizzata da una fascia scura di pelle vellutata, specialmente nelle pieghe vicino all’inguine, dietro il collo o sotto le ascelle. Le lesioni possono essere un segno di prediabete.

Acanthosis nigricans si verifica in ben il 74 per cento delle persone obese con diabete. Perdere peso è il modo migliore per ridurre il rischio di sviluppare la condizione.

Psoriasi

[psoriasi al polso]

Le persone che soffrono di psoriasi sviluppano spesso chiazze rosse sulla pelle che possono essere pruriginose e squamose. Alcune persone possono anche sperimentare cambiamenti nelle loro unghie. Alcune persone che hanno la psoriasi cutanea possono anche sviluppare l’artrite psoriasica, che include gravi dolori articolari.

Le opzioni terapeutiche per la psoriasi comprendono cambiamenti dello stile di vita, creme e pomate di cortisone, una buona gestione della glicemia, controllo del peso e spesso farmaci biologici orali o iniettabili.

Le persone con diabete di tipo 2 sono considerate due volte più probabilità di sviluppare la psoriasi rispetto a quelle senza diabete.

Sclerederma diabeticorum

Questa condizione è caratterizzata da ispessimenti cutanei che in genere compaiono nella parte superiore della schiena e nella parte posteriore del collo. Lo scleroderma è una condizione rara che colpisce generalmente chi è in sovrappeso.

I trattamenti comprendono farmaci orali come la ciclosporina. A volte può essere utilizzata la terapia della luce specializzata.

Mobilità articolare limitata e pelle cerosa

Le persone che hanno questa condizione possono sviluppare sulla pelle, sulle mani e sulle dita una pelle tesa, spessa e dall’aspetto ceroso, che può causare rigidità articolare e persino contrazione dei tendini.

Il modo migliore per le persone con diabete per prevenire questa complicanza è il mantenimento dei livelli di zucchero nel sangue.

Bolle o vesciche diabetiche

Sebbene rara, questa condizione è quasi sempre un’indicazione del diabete. Le persone che ottengono questa condizione sviluppano piaghe simili a vesciche di forma irregolare che appaiono casualmente tra i piedi e le mani. I blister hanno tipicamente dimensioni da 0,5 a 17 centimetri (cm), indolori e si verificano da soli o in patch.

L’unica opzione di trattamento reale è una buona gestione della glicemia. Quelli con lesioni da bolle dovrebbero evitare di rompere la ferita contenuta per prevenire l’infezione. Di solito guariscono senza cicatrici, ma se si sviluppano complicazioni, a volte può essere necessaria l’amputazione.

Dermopatia diabetica o macchie di tibia

Questa condizione è contrassegnata da chiazze circolari, rossastre o marrone chiaro che di solito compaiono sugli stinchi o su altre parti ossee del corpo. Anche le patch sono generalmente indentate e squamate.

Circa il 39% di quelli con diabete di tipo 2 sviluppa una dermatopatia diabetica.

La condizione è causata da danni ai vasi sanguigni e nervosi, in particolare a piccole variazioni dei vasi sanguigni.

Poiché la condizione influisce su aree del corpo con meno muscoli e grasso protettivi, le lesioni possono riflettere una maggiore risposta alle lesioni.

Le lesioni da dermatopatia diabetica sono innocue e il trattamento di solito non è richiesto.

Ulcere diabetiche

[ulcera del piede diabetico]

A volte le ferite insignificanti possono diventare piaghe aperte chiamate ulcere diabetiche.

Le ulcere diabetiche possono verificarsi ovunque sulla pelle, ma più spesso appaiono sui piedi.

Si stima che il 15% delle persone con diabete soffra di ulcere del piede.

xanthelasma

Contrassegnato da lesioni gialle squamose che appaiono sopra e vicino alle palpebre, questa condizione può essere correlata a livelli elevati di zuccheri nel sangue e grassi. Tuttavia, possono verificarsi in persone senza problemi di grasso o zucchero.

Il trattamento per xantelasma comprende cambiamenti nella dieta e farmaci che riducono i lipidi.

Xantomi eruttivi

Segnato da focolai pruriginosamente variabili di colture di protuberanze con un colore da rosso-marrone a giallo-arancio.

Le lesioni possono formarsi ovunque sul corpo, ma il più delle volte appaiono sulle cosce, sulle natiche e sui gomiti dei gomiti e delle ginocchia.

Tag della pelle

Le etichette cutanee sono escrescenze morbide, color pelle che pendono dalla pelle. Le etichette cutanee sono estremamente comuni nella popolazione generale. In eccesso, tuttavia, possono segnalare livelli di zucchero nel sangue aumentati o incontrollati.

Le etichette cutanee favoriscono aree come le ascelle, il collo, i seni e le pieghe dell’inguine.

Necrobiosi lipoidica diabeticorum (NLD)

Le lesioni di solito iniziano come protuberanze piccole, sode e sollevate che progrediscono in placche più grandi di pelle cerosa, dura, depressa, di colore da giallo a bruno-rossastro.

Le placche sono solitamente indolori e la pelle circostante appare molto pallida e brillante al confronto. Le lesioni spesso diventano cerose e sviluppano un bordo viola nel tempo. Mentre innocuo, la NLD può causare complicazioni, come le cicatrici.

La condizione circola tra periodi attivi e dormienti, basati in parte sulla gestione della glicemia. Se una persona sperimenta patch drammatiche e implacabili, potrebbe essere un segno che gli attuali piani di trattamento per il diabete non funzionano.

I trattamenti per la NLD possono includere farmaci topici e orali.

Granuloma annulare

Contrassegnato da protuberanze sollevate, rossastre o color pelle che si espandono verso l’esterno in un anello, spesso si verificano lesioni su mani, dita e avambracci. Possono essere isolati o numerosi sul corpo.

I ricercatori non sono chiari su come o come il diabete causa il granuloma annulare. Le lesioni sono innocue, sebbene siano disponibili farmaci per trattare casi fastidiosi o persistenti.

Condizioni della pelle influenzate dal diabete di tipo 2

Le persone con diabete di tipo 2 tendono a subire infezioni batteriche e fungine più frequenti e gravi rispetto a quelle senza diabete. Quelli con diabete tendono anche a manifestare reazioni allergiche più frequenti e gravi.

Le infezioni batteriche di solito compaiono come infiammate, pus riempite, dolorose, piaghe rosse e sono più comunemente causate da batteri. Gli antibiotici e la corretta gestione della glicemia sono di solito sufficienti per evitare che le infezioni batteriche diventino pericolose per la vita.

Dopo alcuni giorni, la maggior parte delle ferite batteriche libererà il pus e inizierà a guarire. Le piaghe che non possono esaurirsi da sole, o sono estremamente dolorose o persistenti, potrebbero dover essere aperte in uno studio medico.

[rash tigna]

Le infezioni batteriche comuni per le persone con diabete di tipo 2 includono:

  • bolle – queste lesioni iniziano come punti dolenti che diventano noduli infiammati di 2-3 cm di diametro
  • porcili, un’infezione della ghiandola palpebrale
  • infezioni delle unghie
  • infezione dei follicoli piliferi
  • carbonchio – queste lesioni appaiono come masse tenaci e tenaci che seguono gruppi di bolle collegate

Le infezioni fungine di solito provocano eruzioni rosse circondate da pelle squamosa e talvolta piccole bolle. I funghi richiedono l’umidità per prosperare, quindi le infezioni tendono a verificarsi nelle pieghe della pelle calde e umide, anche se possono essere trovate in qualsiasi parte del corpo.

Le aree comunemente colpite includono tra le dita delle mani e dei piedi, le ascelle e l’inguine.

Il trattamento deve essere cercato per evitare infezioni prolungate o frequenti. Altre infezioni comuni associate al diabete di tipo 2 comprendono infezioni da lieviti, come il mughetto.

Il piede dell’atleta è un tipo comune di infezione fungina, che in genere appare come chiazze squamose tra le dita dei piedi, vesciche ricorrenti o ridimensionamento polveroso attraverso le piante dei piedi.

I casi di piede dell’atleta possono essere causati dal contatto con una persona colpita attraverso calzature condivise o in ambienti umidi, come le docce.

La tigna è un altro nome per un’infezione fungina. La tigna non è in realtà causata da un verme ma prende il nome dall’eruzione cutanea che si sviluppa.

Prevenire le complicazioni

Il modo migliore per ridurre il rischio, la gravità e la frequenza di tutte le condizioni della pelle legate al diabete è mantenere livelli salutari di zucchero nel sangue.

Dieta, esercizio fisico, perdita di peso e farmaci possono aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue, diminuendo il rischio di complicanze cutanee. Seguendo alcune regole di cura personale può anche aiutare a prevenire queste complicazioni.

I consigli per la cura della pelle includono:

  • Evitare bagni e docce lunghi o caldi. Saune e vasche idromassaggio sono di solito meglio evitate.
  • Evitare alcuni prodotti da bagno che possono seccare o irritare la pelle. Questo include la maggior parte di saponi regolari e profumati, oli da bagno e formule di bagnoschiuma.
  • Usando shampoo, balsami e lavaggi per il corpo delicati.
  • Mantenere la pelle il più pulita e asciutta possibile.
  • Prevenire la pelle eccessivamente secca mantenendo idratata e usando idratanti.
  • Evitare l’eccesso di idratante tra le dita per scoraggiare la crescita dei funghi.
  • Usare un umidificatore e fare il bagno meno frequentemente quando il tempo è asciutto.
  • Evitare spray per l’igiene femminile.
  • Evitare graffi o sfregamento di infezioni, eruzioni cutanee e piaghe.
  • Trattare immediatamente i tagli e monitorare i loro progressi di guarigione.
  • Affrontare i problemi persistenti della pelle. Le persone dovrebbero vedere un dermatologo se le condizioni della pelle diventano fastidiose o persistenti.

Le persone con diabete dovrebbero anche controllare i loro piedi per le alterazioni della pelle, le ferite e altri cambiamenti quotidiani. Scarpe comode e comode possono aiutare a migliorare la circolazione del piede e prevenire o ridurre l’impatto di altre condizioni.

Like this post? Please share to your friends: