Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Le malattie polmonari sono la causa principale della morte, la maggior parte delle persone non lo sa

Nonostante la malattia polmonare uccida 4 milioni di persone ogni anno, il Forum delle Società Respiratorie Internazionali (FIRS) ha rivelato dati allarmanti che dimostrano che la maggior parte delle persone non conosce la malattia polmonare, che uccide più persone di qualsiasi altra malattia in tutto il mondo. I dati sono stati rilasciati in concomitanza con World Spirometry Day.

L’agenzia di ricerche di mercato, lo studio di YouGov in quattro continenti ha dimostrato che, indipendentemente dall’alta prevalenza di malattie polmonari, le persone sono molto più preoccupate per cancro, malattie cardiache e ictus.

La spriometria è una sorta di test di funzione polmonare (funzionalità polmonare). Misura il volume di aria aspirata ed espirata in funzione del tempo. Il paziente soffia forte come lui / lei può in un bocchino dopo aver fatto un respiro profondo.

La spirometria misura quanta aria la persona può espellere dai polmoni (FVC – capacità vitale forzata), e quanto possono esplodere in un secondo (FEV1 – volume espiratorio forzato).

Spirometro da tavolo
Un moderno spirometro da tavolo portatile

I tassi di mortalità per le malattie polmonari sono in aumento da decenni

Dato che la ricerca mostra che il tasso di mortalità causato dalla BPCO (malattia polmonare ostruttiva cronica) è quasi raddoppiato negli ultimi trenta anni, la mancanza di preoccupazione è ancora più drammatica, perché il tasso di mortalità della maggior parte delle altre principali malattie è diminuito rispetto allo stesso periodo.

Secondo il sondaggio pubblico, le persone sottovalutano l’impatto della malattia polmonare e non sanno come gestirlo. Il 57% degli intervistati non ha mai testato i polmoni, anche se i test polmonari semplici, come la spirometria, aiutano i medici a identificare la BPCO, l’asma e altri problemi ai polmoni nelle fasi iniziali, quando il trattamento è più efficace.

Malattie polmonari ed esercizio fisico

Il 70% degli intervistati ha pensato che quelli con malattie polmonari non dovrebbero prendere parte a nessun tipo di esercizio, nemmeno un bagno leggero o un lavoro di palestra mirato. L’attività fisica può essere utile nel gestire e anche nel migliorare i sintomi della malattia polmonare, come la dispnea. Anche i pazienti con sintomi gravi possono trarre beneficio dall’esercizio.

I beneficiari del trapianto di polmone che hanno partecipato a un regime di esercizi strutturati di tre mesi quando hanno lasciato l’ospedale hanno riscontrato una qualità della vita significativamente superiore e una minore possibilità di sviluppare problemi cardiovascolari, rispetto a quelli che non l’hanno fatto, i ricercatori belgi hanno riportato sull’American Journal di trapianto. (Link all’articolo)

Mentre ci dirigiamo verso i giochi olimpici, FIRS punta a utilizzare questi ultimi dati per istruire le persone sull’importanza di sottoporre a test i polmoni e di diventare più fisicamente attivi, entrambi fondamentali per una buona salute respiratoria.

FIRS sollecita i pazienti con malattie polmonari a parlare con i loro medici e altri operatori sanitari sulle opzioni di attività fisica. I dati suggeriscono che solo il 41% dei pazienti ne discute con i propri medici.

L’asma tra gli atleti è in costante aumento negli ultimi 20 anni. Nelle Olimpiadi del 2004, il 21% della squadra britannica soffriva di asma, rispetto all’8% della popolazione britannica. Un rapporto pubblicato nel BMJ (British Medical Journal) ha rilevato che molti atleti con asma probabilmente non usano la terapia migliore per le loro condizioni e potrebbero mettere a repentaglio la loro salute a lungo termine. (Link all’articolo)

I professionisti del settore sanitario di tutto il mondo saranno presenti nelle strade per eseguire test dei polmoni pubblici al World Spirometry Day e durante la corsa alle Olimpiadi per aumentare la consapevolezza dei test spirometrici, che in genere richiedono meno di 10 minuti ed è il modo più efficace di testare la salute respiratoria.

Klaus Rabe, presidente di FIRS e presidente della European Respiratory Society (ERS), ha dichiarato:

“La malattia polmonare cronica è un grave problema di salute ma – come dimostra il sondaggio FIRS – il suo carico continua ad essere sottovalutato. C’è un’ignoranza diffusa non solo sulla gravità della malattia polmonare, ma su cosa si può fare per prevenirlo.

Mentre i paesi di tutto il mondo celebrano i risultati dei migliori atleti del mondo, riteniamo che sia il momento giusto per concentrarci su come possiamo migliorare la nostra salute polmonare. I medici respiratori comprendono sempre più l’importanza dell’esercizio, ma la nostra ricerca conferma che l’ignoranza è ancora là fuori. Anche il camminare dolcemente per chi ha una grave malattia può aiutare a migliorare la capacità polmonare e il benessere generale e dobbiamo trasmettere questo messaggio ai pazienti “.
La presidente della European Lung Foundation, Monica Fletcher, che ha coordinato l’iniziativa globale della WSD, ha aggiunto: “La Giornata mondiale della spirometria fornisce un punto in cui le persone possono capire l’importanza di sottoporre a test i loro polmoni. interventi più efficaci che, a loro volta, possono aiutare ad alleviare i sintomi e rallentare la progressione della malattia “.

Diversi atleti famosi hanno aderito, nel tentativo di educare le persone sulle malattie polmonari e su ciò che possono ottenere con l’esercizio. Tra loro c’è il vogatore olimpico norvegese, Olaf Tufte, che ha vinto due ori e una medaglia d’argento – soffre di grave asma allergico.

Tufte ha detto:

“Sono determinato a non lasciare che la mia asma mi limiti o limiti le mie ambizioni, anzi, la vedo come una sfida tra molte che ho bisogno di padroneggiare per diventare il mio sport Le persone con problemi ai polmoni possono condurre una vita sana e attiva – se adottano misure per garantire che le loro condizioni siano identificate abbastanza presto e trattate bene. “

Malattie polmonari

Esistono tre tipi principali di malattia polmonare:

  • Malattie circolatorie polmonari – i vasi sanguigni nei polmoni sono colpiti, a causa di un coagulo di sangue, infiammazione dei vasi sanguigni o cicatrici dei vasi sanguigni. La capacità del polmone di assorbire ossigeno e rilasciare biossido di carbonio è influenzata.Le malattie della circolazione polmonare a volte causano problemi cardiaci.
  • Malattie delle vie aeree – sono interessate le vie aeree (tubi) che trasportano ossigeno e altri gas dentro e fuori i polmoni. Nella maggior parte dei casi, le vie aeree diventano troppo strette o c’è un blocco. Gli esempi includono bronchite cronica, enfisema e asma. La respirazione può diventare dura e laboriosa, alcuni dicono che è come respirare attraverso una cannuccia.
  • Malattie del tessuto polmonare: la struttura del tessuto polmonare è compromessa. L’infiammazione o la cicatrizzazione del tessuto causa una malattia polmonare restrittiva – i polmoni non possono espandersi completamente, rendendo più difficile respirare l’ossigeno e liberarsi del biossido di carbonio (espirato). Gli esempi includono sarcoidosi e fibrosi polmonare.

Alcune malattie polmonari comprendono una combinazione di due o tre tipi.

Secondo il National Institutes of Health (NIH), USA, le più comuni malattie polmonari negli Stati Uniti sono:

  • Edema polmonare
  • Polmonite
  • Cancro ai polmoni
  • Enfisema
  • BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva)
  • Bronchite
  • Atelettasia: collasso di una parte e talvolta di tutti (meno comune) del polmone
  • Asma

Altre malattie polmonari includono: Asbestosi, Aspergilloma, Aspergillosi, Aspergillosi – Acuta invasiva, Bronchiectasia, Bronchiolite obliterante che organizza polmonite (BOOP), Polmonite eosinofila, Carcinoma polmonare metastatico, Polmonite necrotizzante, Versamento pleurico, Pneumoconiosi, Polmonite in paziente immunodeficiente, Pneumotorace, Attinomicosi polmonare Proteosi alveolare polmonare, antrace polmonare, malformazione arterovenosa polmonare, fibrosi polmonare, embolia polmonare, istiocitosi polmonare X (granuloma eosinofilico), ipertensione polmonare, nocardiosi polmonare, tubercolosi polmonare, malattia polmonare veno-occlusiva, malattia polmonare reumatoide e sarcoidosi.

Scritto da Petra Rattue

Like this post? Please share to your friends: