Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Le riacutizzazioni della gotta potrebbero essere gestite dalla dieta della pressione sanguigna

La gotta è una condizione dolorosa e, anche se la dieta è conosciuta per svolgere un ruolo, le ragioni esatte dietro le fiammate non sono capite. Una nuova analisi dei vecchi dati rileva che una dieta progettata per aiutare a ridurre la pressione sanguigna potrebbe ridurre al minimo gli attacchi di gotta.

[Piede destro con la gotta]

La gotta è una condizione reumatica causata da un accumulo di acido urico nelle articolazioni, noto come iperuricemia.

È la forma più comune di artrite infiammatoria negli uomini. La gotta colpisce normalmente nella base dell’articolazione dell’alluce e può essere dolorosamente debilitante.

Le riacutizzazioni possono durare giorni o addirittura settimane, causando un disagio significativo per l’individuo.

Sebbene i meccanismi esatti che portano a un evento di gotta non siano completamente compresi, alcuni fattori di rischio sono noti; questi includono l’assunzione di alcol, ipertensione (pressione sanguigna alta), resistenza all’insulina e una dieta ricca di carne rossa e frutti di mare.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), nel 2007-2008, il 3,9% di tutti gli adulti americani e il 5,9% degli uomini (6,1 milioni di individui) avevano la gotta.

Riferiscono anche che l’incidenza complessiva della gotta è aumentata dell’1,2 percento negli ultimi 20 anni.

Sebbene i fattori dietetici sopra menzionati siano noti per giocare un ruolo nell’elevare i livelli di acido urico nel sangue, le cause esatte rimangono un mistero. I ricercatori della Scuola di Medicina della Johns Hopkins University, MD, hanno recentemente studiato l’influenza della dieta sulla gotta in modo più dettagliato.

Un nuovo sguardo alla gotta

Il dott. Stephen P. Juraschek ed i suoi colleghi hanno riaperto i dati di uno studio clinico condotto nel 1997, chiamato DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension). Lo studio di riferimento ha dimostrato che la dieta DASH – riduzione del sale, aumento di cereali integrali, frutta e verdura, latticini a basso contenuto di grassi e meno carne rossa, dolci e grassi saturi – ha migliorato significativamente la pressione sanguigna e il colesterolo.

Nell’esperimento DASH-Sodium, a più di 400 partecipanti è stata somministrata una dieta DASH o una tipica dieta americana per 3 mesi. Ogni mese, ai partecipanti sono state somministrate quantità differenti di sodio: 1,2 grammi (basso), 2,3 grammi (medio) o 3,4 grammi (alto). La cifra più alta equivale a una dieta americana standard.

Prima dell’inizio del processo e dopo ogni mese, i ricercatori hanno analizzato il sangue dei partecipanti per vari marcatori chimici; questi includevano acido urico.

Il Dr. Juraschek e il suo team hanno recentemente riaperto il set di dati e analizzato gli effetti di ciascuno degli interventi sul sale sulla concentrazione di acido urico.

Nel complesso, la dieta DASH ha portato a una diminuzione di acido urico di 0,35 milligrammi per decilitro. Anche se si tratta solo di una diminuzione moderata, il team ha riscontrato che il cambiamento era maggiore per le persone che avevano i più alti livelli di acido urico al basale. I partecipanti con una lettura di 7 milligrammi per decilitro all’inizio dello studio hanno mostrato una riduzione di 1,3 milligrammi per decilitro.

Per mettere questa cifra in prospettiva, i farmaci progettati per trattare la gotta, come l’allopurinolo, abbassano generalmente i livelli di acido urico di 2 milligrammi per decilitro.

“Quando raggiungi la riduzione ritenuta dalla dieta originale DASH in questo studio, l’effetto inizia a essere paragonabile ai farmaci per la gotta”.

Dr. Stephen P. Juraschek

Livelli di sodio e acido urico

Quando il team ha esaminato l’interazione tra i livelli di sodio e l’acido urico, i risultati li hanno sorpresi: erano l’opposto delle aspettative. Durante la bassa fase salina della dieta DASH, i livelli di acido urico erano al massimo; durante le diete medie e alte di sodio, i livelli sono stati ridotti.

Questi cambiamenti dovuti all’assunzione di sale erano piccoli ma significativi.

Gli autori, tuttavia, non raccomandano che le persone con la gotta inizino ad aggiungere sale alla loro dieta. “Più del 70 per cento delle persone con la gotta ha la pressione alta”, afferma Dr Juraschek. “Se si dovesse consumare più sodio per migliorare l’acido urico, potrebbe peggiorare la pressione sanguigna”.

I risultati dell’analisi sono pubblicati questa settimana nella rivista. Sebbene ulteriori studi saranno necessari per confermare i risultati, i ricercatori sono ottimisti. Se la dieta DASH può prevenire o almeno ridurre al minimo le riacutizzazioni della gotta, sarebbe di notevole beneficio per chi soffre di gotta.

Gout attualmente costa al sistema sanitario americano circa $ 7,7 miliardi. Un cambiamento nella dieta che controlla la gotta controllando contemporaneamente i livelli di ipertensione e colesterolo potrebbe fare una differenza significativa per milioni di vite.

Scopri come una dieta ricca di patate è legata alla pressione alta.

Like this post? Please share to your friends: