Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Le sigarette elettroniche sono un’alternativa più sicura al fumo di sigarette combustibili, lo studio conferma

Poiché l’uso delle e-sigarette continua ad aumentare, le preoccupazioni riguardo ai loro effetti a lungo termine sulla salute sono persistite. Ora, un nuovo studio rileva che i fumatori che passano solo alle e-sigarette – proprio come coloro che passano alla sola terapia sostitutiva della nicotina – hanno meno carcinogeni e tossine nei loro corpi dopo 6 mesi, rispetto a quelli che continuano a fumare sigarette combustibili.

uomo che svapora

Lo studio finanziato dal Cancer Research UK è pubblicato nel.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’uso di tabacco uccide circa 5 milioni di persone che fumano ogni anno e più di 600.000 non fumatori esposti al fumo passivo.

Almeno 250 delle 4.000 sostanze chimiche presenti nel fumo di tabacco sono note per essere dannose, tra cui 50 che sono noti per causare il cancro (agenti cancerogeni).

Le sigarette elettroniche (e-sigarette) sono dispositivi alimentati a batteria che erogano nicotina aromatizzata e altre sostanze chimiche attraverso il vapore anziché il fumo.

Negli Stati Uniti, ci sono oltre 250 marche di e-cigarette sul mercato. Alcuni assomigliano a tradizionali sigarette combustibili, sigari o tubi che trasportano la nicotina bruciando tabacco, mentre altri assomigliano a oggetti di uso quotidiano come chiavette USB e penne. I dispositivi più recenti e ricaricabili possono apparire diversi.

Studio analizza l’assunzione di sostanze chimiche

Mentre le e-sigarette sono spesso promosse come alternative più sicure alle tradizionali sigarette combustibili, gli autori del nuovo studio osservano che non ci sono state molte ricerche sugli effetti a lungo termine sulla salute delle e-cigarette.

Alcuni rapporti suggeriscono che le sigarette elettroniche provocano danni tanto quanto le sigarette combustibili, ma gli autori dello studio osservano che si basano su ricerche che non riflettono l’esposizione degli utenti di sigarette elettroniche nel mondo reale.

Il nuovo studio è il primo del suo genere perché analizza l’assunzione di sostanze chimiche potenzialmente dannose.

Precedenti studi hanno misurato la potenziale tossicità delle sigarette elettroniche analizzando le sostanze chimiche presenti nei prodotti e il vapore che producono.

Le sigarette elettroniche possono essere un utile aiuto a lungo termine per smettere di fumare

Dai campioni di saliva e di urina, i ricercatori hanno misurato l’assunzione di sostanze chimiche potenzialmente dannose in vari gruppi di persone, tra cui: ex fumatori che usavano le sigarette elettroniche solo per 6 mesi; ex fumatori che hanno utilizzato la terapia sostitutiva con nicotina con licenza (NRT) solo per 6 mesi; e i fumatori che hanno continuato a fumare sigarette combustibili.

Fatti veloci su smettere di fumare

  • La ricerca mostra che poche persone sono consapevoli dei rischi specifici per la salute derivanti dall’uso del tabacco
  • La maggior parte dei fumatori che sono consapevoli dei pericoli vogliono smettere
  • Counselling e farmaci possono più che raddoppiare le possibilità di successo.

Scopri come smettere di fumare

I risultati hanno mostrato che mentre i loro livelli di nicotina rimanevano più o meno gli stessi, gli ex fumatori che avevano usato solo sigarette elettroniche o NRT solo per 6 mesi avevano livelli significativamente inferiori di sostanze chimiche tossiche e cancerogene nei loro corpi rispetto alle persone che continuavano a fumare sigarette combustibili .

Tuttavia, i partecipanti che hanno usato sigarette elettroniche o NRT continuando a fumare sigarette combustibili non hanno mostrato la stessa grande riduzione, suggerendo che ci deve essere un “passaggio completo” per vedere una significativa riduzione dell’esposizione alle tossine.

L’autore Dr. Leone Shahab, docente nel dipartimento di epidemiologia e salute pubblica all’University College di Londra nel Regno Unito, dice che il loro studio conferma che le e-sigarette (come NRT) sono di gran lunga più sicuro di fumare, e aggiunge che:

“Abbiamo dimostrato che i livelli di sostanze chimiche tossiche nell’organismo derivanti dalle sigarette elettroniche sono notevolmente inferiori a quelli suggeriti in studi precedenti che utilizzano esperimenti simulati, il che significa che alcuni dubbi sulla sicurezza delle e-sigarette potrebbero essere errati”.

Lui ei suoi colleghi suggeriscono che le sigarette elettroniche possono essere un utile aiuto a lungo termine per smettere di fumare per le persone che hanno difficoltà a smettere di fumare usando altri metodi. Tuttavia, avvertono che i benefici per la salute si accumuleranno solo se gli utenti smetteranno di fumare completamente sigarette combustibili.

“Questo studio aggiunge alla crescente evidenza che le e-sigarette sono un’alternativa molto più sicura al tabacco e suggerisce che gli effetti a lungo termine di questi prodotti saranno minimi”.

Alison Cox, direttore della prevenzione del cancro, Cancer Research UK

Scopri come fumare 20 sigarette al giorno per un anno potrebbe significare 150 mutazioni di cellule polmonari.

Like this post? Please share to your friends: