Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Le ultime cifre sull’autismo CDC mostrano un aumento del 15%

L’ultima analisi pubblicata dal Centers for Disease Control and Prevention conclude che l’autismo potrebbe essere più prevalente di quanto precedentemente stimato. Ora chiedono maggiori sforzi per la diagnosi precoce.

Ragazzo con autismo

I disturbi dello spettro autistico (ASD) sono condizioni che influenzano lo sviluppo. Hanno un impatto sul modo in cui una persona interagisce con altre persone e altera il modo in cui percepiscono il mondo.

E, anche se ogni caso è diverso, i sintomi più comuni includono lo sviluppo ritardato del linguaggio, problemi di interazione con i compagni e comportamenti ripetitivi.

Per quanto riguarda la prevalenza, nel 2016, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno stimato che ha colpito 1 su 68 bambini – circa l’1,5 per cento di tutti i bambini. Tuttavia, questa settimana hanno aggiornato questa stima.

La revisione deriva dal retro della rete CDM Autism and Developmental Disabilities Monitoring (ADDM). Questo sistema di monitoraggio segue oltre 325.000 bambini di 8 anni, che rappresentano circa l’8% di tutti gli 8enni negli Stati Uniti.

L’ADDM valuta i giovani partecipanti per qualsiasi caratteristica dell’ASD. È la più grande rete di questo tipo e l’unica che segue anche la salute e l’educazione di ogni bambino.

I dati provengono da 11 comunità in Arizona, Arkansas, Colorado, Georgia, Maryland, Minnesota, Missouri, New Jersey, North Carolina, Tennessee e Wisconsin. I nuovi risultati sono stati pubblicati all’inizio di questa settimana.

Secondo l’analisi, nel 2014, 1 su 59 bambini – o 1,7 per cento – aveva ASD. Ciò rappresenta un aumento del 15% rispetto a 2 anni fa. Inoltre, i ragazzi avevano quattro volte più probabilità di ricevere una diagnosi rispetto alle ragazze.

Perché la figura è cambiata?

Esistono molti modi potenziali per spiegare perché la percentuale di bambini con ASD potrebbe essere aumentata. Ad esempio, i miglioramenti nell’identificazione dell’ASD nelle popolazioni minoritarie potrebbero essere parte della risposta.

Anche se, l’ASD ha ancora più probabilità di essere diagnosticato nei bambini bianchi rispetto ai bambini ispanici o neri.

Il dott. Stuart Shapira, direttore associato per la scienza presso il Centro nazionale per difetti alle nascite e disabilità dello sviluppo del CDC, spiega:

“La prevalenza di autismo tra i bambini neri e ispanici si avvicina a quella dei bambini bianchi.Il maggior numero di bambini neri e ispanici ora identificati con l’autismo potrebbe essere dovuto a un maggiore coinvolgimento delle comunità minoritarie e a maggiori sforzi per avere tutti i bambini sottoposti a screening per l’autismo può ottenere i servizi di cui hanno bisogno. “

Migliorare i servizi diagnostici nelle comunità minoritarie è vitale; il precedente ASD viene catturato, più gli interventi di successo tendono ad essere. Se i bambini sono messi in contatto con i servizi di supporto in tenera età, è più probabile che raggiungano il loro pieno potenziale.

È interessante notare che i tassi di autismo nelle 11 comunità variavano. Cinque regioni avevano livelli simili (1,3-1,4 per cento), ma il tasso più alto è stato osservato nella comunità del New Jersey, che ha colpito 1 su 34 (2,9 per cento).

I ricercatori ritengono che questa disparità potrebbe essere dovuta a differenze nel modo in cui l’autismo è documentato e diagnosticato in diverse aree.

Dopo la pubblicazione dei risultati del 2016, molti hanno concluso che l’aumento di ASD si era interrotto. Ora, alcuni credono che questo potrebbe non essere il caso.

Ad esempio, Walter Zahorodny, che è professore associato di pediatria alla Rutgers New Jersey Medical School di Newark – che ha orchestrato la parte dell’inchiesta del New Jersey – dice:

“Ora è chiaro che quello che abbiamo visto nel 2016 è stato solo una pausa lungo il cammino, resta da vedere in quale momento i tassi ASD si stabilizzeranno”.

Esattamente perché i tassi di autismo potrebbero essere in aumento non è del tutto chiaro. Un fattore che potrebbe essere coinvolto è che, oggigiorno, le persone stanno avendo bambini in età avanzata, quando sono più probabili le malattie materne, le mutazioni genetiche e le gravidanze multiple.

“Queste sono vere influenze che stanno esercitando un effetto, ma non sono sufficienti a spiegare l’alto tasso di prevalenza di autismo”, dice Zahorodny.

“Esistono ancora rischi ambientali non definiti che contribuiscono a questo aumento significativo, fattori che potrebbero influenzare un bambino nel suo sviluppo in utero o correlato a complicazioni alla nascita o al periodo neonatale. Abbiamo bisogno di più ricerche su fattori scatenanti non genetici per l’autismo.”

La diagnosi precoce è la chiave

Il messaggio da portare a casa da questi risultati è che la diagnosi deve avvenire prima. Ad esempio, hanno scoperto che meno della metà dei bambini identificati come affetti da ASD hanno ricevuto la diagnosi prima di aver compiuto 4 anni.

Inoltre, anche se l’85% dei bambini con ASD aveva note mediche che delineavano preoccupazioni sul loro sviluppo all’età di 3 anni, solo il 42% di loro aveva ricevuto una valutazione dello sviluppo.

“I genitori possono seguire lo sviluppo del loro bambino e agire presto se c’è una preoccupazione”, spiega il dott. Shapira. “I fornitori di servizi sanitari possono riconoscere e aiutare i genitori ad agire in base a tali preoccupazioni”.

“E coloro che lavorano con o per conto di bambini possono unire le forze per garantire che tutti i bambini con autismo vengano identificati e connessi ai servizi di cui hanno bisogno il più presto possibile”, aggiunge. “Insieme, possiamo migliorare il futuro di un bambino”.

La prossima relazione dell’ADDM fornirà i dati di bambini che erano 8 nel 2016. Una volta aggiunte queste informazioni, sarà più facile vedere se i tassi di autismo sono in aumento o se c’è stato un cambiamento nei tassi di identificazione.

Like this post? Please share to your friends: