Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Le vampate di calore possono indicare il rischio di malattie cardiache

Un nuovo studio trova un collegamento tra le vampate di calore comuni vissute dalla maggior parte delle donne durante il periodo della loro menopausa e la salute vascolare. Lo studio suggerisce che le vampate di calore possono indicare un rischio più elevato di malattie cardiache.

[cuore con uno stetoscopio]

Circa il 70% delle donne subisce vampate di calore e circa un terzo di queste donne afferma che le vampate di calore sono frequenti o gravi.

Ricerche recenti suggeriscono che le vampate di calore si verificano effettivamente prima di quanto si credesse in precedenza. Si pensa ora che possano iniziare a verificarsi durante gli ultimi anni riproduttivi e non necessariamente nel periodo perimenopausale. Alcuni studi hanno anche dimostrato che le vampate di calore possono persistere per oltre un decennio.

La nuova ricerca, pubblicata sulla rivista, esamina il legame tra vampate di calore e rischio di malattie cardiovascolari (CVD). Più specificamente, considera l’associazione tra vampate di calore e funzione endoteliale. L’endotelio è uno strato di cellule che rivestono l’interno dei vasi sanguigni.

La valutazione della funzione endoteliale è considerata un fattore chiave nel predire l’aterosclerosi, una forma di CVD che influenza la capacità dei vasi sanguigni di dilatarsi e contrarsi. Se non trattata, l’aterosclerosi può portare a problemi cardiovascolari più gravi, come infarto, ictus o insufficienza cardiaca.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le malattie cardiache rappresentano 1 su 4 decessi ogni anno negli Stati Uniti. Circa 610.000 individui statunitensi muoiono di CVD ogni anno; le malattie cardiache sono la principale causa di morte sia negli uomini che nelle donne.

Analizzando il legame tra vampate di calore e salute vascolare

Il nuovo studio ha esaminato 272 donne di età compresa tra i 40 ei 60 anni che hanno riferito di avere vampate di calore sia quotidianamente che per niente. Le donne non fumavano e non avevano una storia di CVD.

I ricercatori hanno monitorato le donne per i segni fisiologici di vampate di calore nelle cure ambulatoriali, nonché utilizzando il monitoraggio del diario. I partecipanti hanno effettuato il test del sangue e la loro funzione endoteliale è stata valutata eseguendo una misurazione ecografica della dilatazione flusso-mediata della loro arteria brachiale.

La dilatazione mediata dal flusso (FMD) è un processo che aiuta le arterie a rilassarsi in risposta allo stress da taglio, come la vasodilatazione.

Le associazioni tra vampate di calore e FMD sono state calcolate utilizzando modelli di regressione lineare e i ricercatori si sono adeguati per fattori quali dati demografici, fattori CVD, estradiolo (un ormone sessuale femminile rilasciato dalle ovaie e ghiandole surrenali) e diametro del lume (che si riferisce al dimensione dell’interno di un organo tubulare, come un vaso sanguigno).

Le giovani donne di mezza età con vampate di calore possono essere a rischio di CVD

Gli autori non hanno trovato alcuna associazione tra vampate di calore e disfunzione vascolare nelle donne anziane – cioè, nei partecipanti di età compresa tra 54 e 60 anni.

Tuttavia, hanno scoperto che le vampate di calore erano associate a disfunzione endoteliale nelle donne nel terziario più giovane dello studio – o quelle donne di età compresa tra 40 e 53 anni. Le correlazioni rilevate non dipendono da altri fattori di rischio CVD.

Ciò suggerisce che le donne più giovani con vampate di calore potrebbero avere una scarsa funzionalità vascolare.

Gli autori concludono che:

“Tra le giovani donne di mezza età, frequenti vampate di calore sono state associate a una funzione endoteliale peggiore e possono fornire informazioni sullo stato vascolare delle donne oltre i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari e l’estradiolo.”

Il Dr. JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo della North American Menopause Society, pesa sui risultati:

“Le vampate di calore non sono solo un fastidio”, dice. “Sono stati collegati alla salute cardiovascolare, ossea e cerebrale.In questo studio, vampate di calore fisiologicamente misurate appaiono legate a cambiamenti cardiovascolari che si verificano presto durante la transizione della menopausa.”

Scopri come le vampate di calore in menopausa possono avere legami genetici.

Like this post? Please share to your friends: