Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Le vitamine del gruppo B possono migliorare i sintomi della schizofrenia

Poiché la schizofrenia non ha ancora una cura, le opzioni di trattamento standard disponibili si concentrano sull’eliminazione dei sintomi. Una nuova revisione su vasta scala della ricerca esistente suggerisce che le vitamine del gruppo B possono ridurre i sintomi della schizofrenia.

[vitamine]

La schizofrenia colpisce circa l’1% della popolazione mondiale. La maggior parte delle persone colpite sono uomini.

La debilitante condizione di salute mentale include sintomi gravi come allucinazioni e delusioni, ma anche disfunzioni cognitive e movimenti del corpo agitati. Inoltre, i cosiddetti sintomi negativi vanno dal non piacere più alle attività quotidiane, alla riduzione del parlato, alla riduzione dell’espressione emotiva e all’incapacità di impegnarsi in attività.

Le opzioni di trattamento disponibili si concentrano sull’eliminazione dei sintomi piuttosto che sulla malattia, poiché ciò che causa la condizione rimane sconosciuto. Gli antipsicotici, insieme ai trattamenti psicosociali, sono comunemente prescritti ai pazienti con schizofrenia.

I farmaci antipsicotici sembrano essere efficaci entro i primi mesi di trattamento, ma i risultati a lungo termine sembrano essere poveri. Quasi l’80% dei pazienti sperimenta una ricaduta di sintomi come allucinazioni e pensieri deliranti.

Una nuova – e prima del suo genere – meta-analisi della ricerca attuale suggerisce che oltre a questi trattamenti standard, un’alta dose di vitamine B può essere più utile nel ridurre i sintomi della schizofrenia rispetto ai trattamenti convenzionali da soli.

La nuova ricerca è stata condotta da Joseph Firth, della divisione di psicologia e salute mentale dell’Università di Manchester nel Regno Unito – ed è stato pubblicato sulla rivista

La prima dose elevata di vitamine del gruppo B riduce i sintomi della schizofrenia

Firth e colleghi hanno esaminato tutti gli studi randomizzati disponibili che hanno esaminato gli effetti delle vitamine e dei minerali supplementari nei pazienti con schizofrenia. Ciò ha comportato 18 studi clinici e un totale di 832 pazienti psichiatrici sottoposti a trattamento antipsicotico.

La ricerca indica che assunto in dosi elevate, vitamine B – come B-6, B-8 e B-12 – può ridurre significativamente i sintomi della schizofrenia. Inoltre, è stato dimostrato che una dose combinata di diverse vitamine ha lo stesso effetto benefico. Tuttavia, basse dosi di vitamine sono risultate inefficaci.

Inoltre, l’analisi ha mostrato che gli integratori di vitamina B sono più efficaci se presi subito nello sviluppo della malattia. Gli studi esaminati hanno dimostrato che le vitamine B sono più utili nei pazienti la cui malattia è durata nel minor tempo possibile.

Joseph Firth commenta lo studio da lui condotto:

“Guardando tutti i dati degli studi clinici sugli integratori vitaminici e minerali per la schizofrenia, possiamo vedere che le vitamine B migliorano efficacemente i risultati per alcuni pazienti, questo potrebbe essere un progresso importante, dato che i nuovi trattamenti per questa condizione sono così disperatamente necessario.”

Tuttavia, Firth avverte che gli studi esaminati hanno prodotto risultati significativamente diversi. Aggiunge anche che “c’è qualche indicazione che questi effetti generali possono essere guidati da maggiori benefici tra sottogruppi di pazienti che hanno rilevanti carenze nutrizionali genetiche o dietetiche”.

Jerome Sarris, professore di salute mentale integrativa presso la Western Sydney University in Australia e coautore della rivista, ha anche il merito dei risultati:

“Questo si basa su prove esistenti di altri integratori alimentari, come certi aminoacidi, [che sono] benefici per le persone con schizofrenia.Queste nuove scoperte si adattano anche alle nostre ultime ricerche che esaminano come i trattamenti multi-nutrienti possono ridurre la depressione e altri disturbi “.

I ricercatori osservano che sono necessari ulteriori studi per capire esattamente come i nutrienti influenzano il cervello e come possono migliorare la salute mentale, il funzionamento cognitivo e la salute metabolica.

Scopri come gli scienziati hanno scoperto un percorso chimico responsabile dei sintomi della schizofrenia.

Like this post? Please share to your friends: