Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Lo studio suggerisce che la massima “moglie felice, vita felice” è vera

Molti di noi hanno sentito la frase “moglie felice, vita felice”. Ma è più di una semplice rima? Un nuovo studio della Rutgers University nel New Jersey dice sì, poiché ha scoperto che più felice è la moglie in un matrimonio a lungo termine, più felice è il marito, indipendentemente da come si sente personalmente del matrimonio.

Felice coppia senior

Studi precedenti hanno suggerito benefici per la salute a un matrimonio felice; uno in particolare ha suggerito che un matrimonio o una collaborazione felice potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Nel frattempo, un altro studio ha suggerito che la felicità coniugale dipende dalle mogli che mantengono la calma dopo accese discussioni matrimoniali.

In questo ultimo studio, pubblicato nel, la prof.ssa Deborah Carr, di Rutgers, e il prof. Vicki Freedman, dell’Università del Michigan, hanno lavorato insieme per analizzare i dati del supplemento giornaliero del diario Disability and Use of Time 2009 al Panel Study of Dinamiche del reddito per valutare la qualità e la felicità coniugale negli anziani.

“Penso che dipenda dal fatto che quando una moglie è soddisfatta del matrimonio, tende a fare molto di più per suo marito”, dice il professor Carr, “che ha un effetto positivo sulla sua vita”.

Aggiunge che, poiché gli uomini sono in genere meno vocali riguardo alle loro relazioni, “il loro livello di infelicità coniugale potrebbe non essere tradotto nelle loro mogli”.

I ricercatori dicono che il loro studio è diverso da quelli precedenti perché si concentra sui sentimenti personali di entrambi i mariti e le mogli per valutare come i loro sentimenti personali sul loro matrimonio influenzano il loro benessere psicologico.

“La qualità coniugale del marito è favorita quando la moglie denuncia un matrimonio felice”

Per condurre il loro studio, il team ha esaminato i dati su 394 coppie in cui almeno uno dei coniugi aveva 60 anni o più. In media, le coppie sono state sposate per 39 anni.

Proff. Carr e Freedman hanno chiesto ai partecipanti domande come se il loro coniuge li apprezza, discute con loro, capisce i loro sentimenti o li irrita. I mariti e le mogli hanno anche tenuto dei diari su quanto fossero felici nelle 24 ore precedenti a fare certe attività, come fare shopping, fare le faccende e guardare la TV.

Nel complesso, i partecipanti hanno avuto un alto livello di soddisfazione generale di vita, a 5 punti su 6, e i mariti tendevano a valutare il loro matrimonio in modo leggermente più positivo rispetto alle loro mogli.

Il Prof. Carr dice che essere in un matrimonio migliore è “collegato a una maggiore soddisfazione e felicità per la vita” di entrambi i coniugi.

Tuttavia, scoprirono anche che le mogli divennero meno felici se i loro coniugi si ammalarono, ma i livelli di felicità dei mariti non cambiarono o mostrarono lo stesso risultato se le loro mogli si ammalarono.

Questo è probabilmente dovuto alle mogli che assumono la maggior parte dell’assistente quando un partner è malato, afferma il Prof. Carr, il quale nota che può essere un’esperienza stressante. “Ma spesso quando una donna si ammala, non è suo marito che fa affidamento su sua figlia,” aggiunge.

Riassumendo i loro risultati, gli autori scrivono:

“Non c’era un’associazione significativa tra le valutazioni coniugali del coniuge e il proprio benessere, tuttavia l’associazione tra la qualità coniugale del marito e la soddisfazione della vita è sostenuta quando la moglie riporta anche un matrimonio felice, eppure appiattito quando la moglie riporta una bassa qualità coniugale “.

Il team afferma che lo studio è significativo perché la qualità del matrimonio può influenzare la salute e il benessere delle persone anziane quando invecchiano. Il Prof. Carr aggiunge che la qualità del matrimonio “fornisce un cuscinetto contro gli effetti di riduzione della salute degli stressanti della vita successivi e aiuta le coppie a gestire decisioni difficili in materia di decisioni sanitarie e mediche”.

recentemente riportato su uno studio che suggerisce di avere più relazioni prima del matrimonio è legato a matrimoni di bassa qualità.

Like this post? Please share to your friends: