Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Malattia da trapianto contro ospite: tipi, trattamento e prospettive

Le persone trattate per alcuni tipi di cancro possono a volte subire un trapianto di cellule staminali insieme a chemioterapia o radiazioni. Le cellule staminali sane sono prese da loro stessi o da un donatore.

Un trapianto allogenico comporta l’uso di cellule raccolte da un donatore sano e privo di cancro che corrisponde al tipo di tessuto della persona. Più comunemente, i donatori sono parenti stretti, come un fratello.

L’utilizzo di un donatore per trapianti di cellule staminali offre quello che viene definito un effetto del trapianto contro il cancro, nel quale le cellule staminali del donatore (innesto) possono attaccare qualsiasi cellula cancerosa trovata nel ricevente (ospite).

Tuttavia, può anche causare una condizione chiamata Graft-versus-host-disease (GVHD). La GVHD è una condizione grave e potenzialmente pericolosa per la vita in cui le cellule del donatore attaccano le cellule sane del ricevente, causando una serie di problemi medici.

Tipi di malattia da trapianto contro ospite

Esistono due tipi di GVHD: acuta e cronica.

GVHD acuto

Ricerca di cellule staminali da vicino.

È difficile dire con esattezza quanto spesso si manifesti GVHD acuta, ma alcuni rapporti dicono che il 20% degli intervistati afferma addirittura che l’80% delle persone che si sottopongono a un trapianto allogenico sviluppano la GVHD. Questo funziona per oltre 5.500 persone ogni anno.

La GVHD acuta viene diagnosticata entro i primi 100 giorni successivi a un trapianto di cellule staminali allogeniche, che si verificano più comunemente entro le prime 2-3 settimane successive alla procedura.

Durante questo periodo, il nuovo midollo osseo inizia a produrre nuove cellule del sangue e le cellule immunitarie del donatore iniziano ad attaccare le cellule sane del ricevente.

La GVHD acuta può colpire la pelle, il fegato e l’intestino causando sintomi quali eruzioni cutanee, diarrea (a volte con dolori allo stomaco e vomito) o un aumento degli enzimi epatici. Alcuni andranno a sviluppare la GVHD cronica.

GVHD cronico

La GVHD cronica si presenta più comunemente nelle persone che hanno avuto una GVHD acuta. Può verificarsi ovunque da 3 mesi a più di un anno dopo un trapianto di cellule staminali. I casi di GVHD cronica possono variare da lievi a gravi e possono essere di lunga durata e debilitanti.

La GVHD cronica può causare problemi alla pelle e perdita di capelli. Può anche danneggiare gli organi, come i polmoni e il fegato.

La GVHD cronica può avere effetti diversi su molte parti del corpo:

  • Pelle: eruzioni cutanee e cambiamenti, come essiccazione, desquamazione, cicatrici, indurimento e oscuramento.
  • Articolazioni: movimento ristretto a causa di cicatrici cutanee.
  • Capelli: perdita di capelli.
  • Bocca: le ulcere possono formarsi nel rivestimento della bocca e del tubo del cibo a causa della secchezza della membrana.
  • Occhi: perdita di lacrime, arrossamento e irritazione.
  • Genitali: secchezza vaginale, stenosi.
  • Polmoni: cicatrici e secchezza.
  • Fegato: danno epatico e insufficienza, ittero

Le cause

Immagine 3D dei globuli rossi e bianchi.

GVHD è una risposta immunitaria a un corpo estraneo. Nel caso della GVHD, il corpo estraneo non sono le cellule del donatore ma le cellule della persona che riceve il trapianto.

Le cellule T donatrici, che sono globuli bianchi responsabili della lotta contro l’infezione, non riconoscono le cellule dell’ospite in qualunque organo sia colpito dopo aver ricevuto un trapianto di cellule staminali.

Il danno tissutale causato dal trattamento che il ricevente sta ricevendo porta al rilascio di proteine ​​infiammatorie. Queste proteine ​​aumentano l’espressione di sostanze all’interno delle cellule del ricevente che stimolano le cellule immunitarie.

A sua volta, ciò porta all’attivazione di cellule T donatrici contro le cellule del ricevente. La risposta immunitaria è mediata dalle cellule T dell’ospite. Quando le cellule bersaglio muoiono e il tessuto viene distrutto dalla reazione immunitaria, si verifica una risposta infiammatoria maggiore.

Tutte le persone hanno una proteina unica ereditata da entrambi i genitori, chiamata antigene leucocitario umano (HLA). Le uniche persone con HLA identiche sono gemelli identici. Nel tentativo di impedire che GVHD si verifichi, i donatori e i riceventi sono abbinati HLA prima della trasfusione per accertarsi che le loro HLA corrispondano il più vicino possibile.

L’abbinamento HLA non sempre funziona, tuttavia, e quindi c’è sempre un rischio per GVHD con trapianti di cellule staminali allogeniche.

Le probabilità che GVHD si verifichi aumentano in alcune circostanze, ad esempio quando:

  • il destinatario non è un parente di sangue del donatore
  • c’è una discrepanza tra HLA e donatore, anche se solo lieve
  • le cellule staminali donatrici hanno un elevato numero di cellule T
  • il donatore è più vecchio di età
  • il donatore è del sesso opposto
  • il donatore è infetto da citomegalovirus (CMV) e il ricevente non è stato precedentemente infettato
  • il ricevente riceve globuli bianchi da un donatore

Sintomi

La GVHD acuta porta in genere a un’eruzione cutanea che colpisce i palmi delle mani, la pianta dei piedi, le orecchie o il viso. Le persone possono provare dolore o prurito con queste eruzioni cutanee. Questa eruzione cutanea può diffondersi nel tronco del corpo.

Altri sintomi comuni includono:

  • bruciore, arrossamento della pelle
  • vesciche e desquamazione della pelle
  • diarrea
  • nausea e vomito
  • crampi allo stomaco
  • perdita di appetito
  • sanguinamento dello stomaco e dell’intestino
  • ingiallimento della pelle o del bianco degli occhi, indicante danni al fegato
  • ulcere del tratto digestivo dalla secchezza della bocca e della gola
  • secchezza della membrana polmonare, vaginale e di altra natura
  • mancanza di respiro
  • perdita di peso
  • ridotta mobilità articolare
  • la perdita di capelli
  • irritazione agli occhi, arrossamento, cambiamenti visivi e perdita di produzione lacrimale
  • stanchezza, dolore cronico e debolezza muscolare

I medici discuteranno in dettaglio tutti i sintomi che dovrebbero essere segnalati a loro per cure e trattamenti immediati.

Diagnosi

I medici possono diagnosticare GVHD acuta e cronica dopo una valutazione dei sintomi. Tuttavia, una biopsia di un campione di tessuto confermerà la condizione.

Le biopsie possono essere prelevate da pelle, fegato, stomaco, intestino o altri siti per ottenere una diagnosi accurata. I medici possono raccomandare altri test se necessario.

Trattamento

Note di scrittura del medico accanto alla bottiglia di pillole.

Gli operatori sanitari utilizzano farmaci per sopprimere il sistema immunitario o farmaci antinfiammatori come gli steroidi per il trattamento della GVHD. La scelta dipenderà dal fatto che la condizione sia acuta o cronica.

Le persone con GVHD possono richiedere un trattamento fino a un anno e oltre, a seconda di come rispondono alla terapia.

La GVHD acuta viene generalmente trattata con una classe di farmaci chiamati glucocorticoidi (steroidi) e ciclosporina (farmaci immunosoppressori).

Ulteriori farmaci che sono stati appena approvati o sottoposti a valutazione in studi clinici includono:

  • globulina antitimocita (coniglio ATG; Thymoglobulin)
  • denileukin diftitox (Ontak)
  • anticorpi monoclonali, come daclizumab (Zenapax), infliximab (Remicade) o, più raramente, alemtuzumab (Campath)
  • micofenolato mofetile (CellCept)
  • sirolimus (Rapamune)
  • tacrolimus (Prograf)
  • corticosteroidi orali non assorbibili, come budesonide o beclometasone dipropionato
  • corticosteroidi intra-arteriosi
  • pentostatina (Nipent)

Un’altra potenziale forma di trattamento è la fotoferesi extracorporea, una procedura in fase di studio che rimuove, tratta e reinfuse il sangue del paziente. Le infusioni di cellule staminali mesenchimali sono attualmente sotto processo.

La GVHD cronica viene generalmente trattata con una classe di steroidi denominata corticosteroidi e possibilmente ciclosporina. Altri farmaci sono disponibili se la GVHD non risponde alla terapia tradizionale. Questi includono:

  • daclizumab (Zenapax)
  • etanercept (Enbrel)
  • infliximab (Remicade)
  • micofenolato mofetile (CellCept)
  • pentostatina (Nipent)
  • tacrolimus (Prograf)
  • talidomide (talomide)
  • imatinibmesylate (Gleevec) per alcuni cambiamenti della pelle

prospettiva

La GVHD può variare da lieve a grave e in alcuni casi può essere pericolosa per la vita. I medici discuteranno individualmente la prospettiva di una persona, basando i risultati su diversi fattori.

Like this post? Please share to your friends: