Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Melograno, tè verde, curcuma e broccoli possono aiutare a combattere il cancro alla prostata

I ricercatori britannici hanno scientificamente dimostrato che broccoli, curcuma, tè verde e melograno aiutano a combattere il cancro più comune negli uomini negli Stati Uniti e nel Regno Unito – il cancro alla prostata.

Il professor Robert Thomas, che lavora come oncologo al Bedford Hospital e Addenbrooke, parte degli ospedali universitari di Cambridge, e ha condotto uno studio umano di sei mesi che ha coinvolto 203 maschi adulti, tutti con cancro alla prostata.

Gli uomini sono stati divisi in due gruppi:

  • L’essenza del gruppo melograno, curcuma, tè verde e broccoli
  • Il gruppo placebo

Tutti hanno preso una capsula ogni giorno, con gli ingredienti target (chiamati “Pomi-t”) o con il placebo. Dopo sei mesi, i ricercatori hanno scoperto che i livelli di PSA erano del 63% più bassi tra quelli che assumevano capsule contenenti essenza di melograno, curcuma, tè verde e broccoli rispetto a quelli del gruppo placebo.

Cos’è il PSA (antigene prostatico specifico)?

Il PSA (antigene prostatico specifico) è una proteina prodotta dalle cellule della prostata. Un esame del sangue può misurare i livelli di PSA, che possono aiutare a rilevare il tumore della prostata precoce.

Le persone con carcinoma della prostata hanno livelli di PSA nel sangue più elevati e in aumento. Il test del sangue del PSA aiuta solo i medici a decidere se portare ulteriori test, come le biopsie, per determinare se un paziente potrebbe avere un cancro alla prostata – non è un test definitivo. Alcuni pazienti possono avere livelli di PSA superiori al normale e nessuna neoplasia.

Questo studio era un “doppio cieco”: né i medici né i partecipanti sapevano chi prendeva capsule fittizie (placebo) o Pomi-t.

Oltre ad essere efficaci, le capsule di Pomi-t erano anche sicure

Non solo le capsule di Pomi-t controllavano in modo significativo i livelli di PSA, ma non c’erano praticamente effetti negativi.

Studi precedenti, che si erano concentrati sulla messa a disposizione di integratori di minerali, licopene e vitamine, hanno scoperto che hanno fatto più danni che benefici.

Test di laboratorio e studi randomizzati molto piccoli hanno dimostrato gli effetti anti-cancro degli alimenti ricchi di polifenoli, come i broccoli, la curcuma, il tè verde e il melograno. Questo studio, ha spiegato il Prof. Thomas, è il primo a stabilire chiaramente un’influenza sui marcatori di progressione del cancro all’interno di una valutazione scientificamente solida.

Thomas e il team hanno presentato i loro risultati alla conferenza ASCO (American Society of Clinical Oncology), Chicago, Illinois.

Il professor Thomas ha detto:

“La nostra esperienza nell’offrire assistenza clinica di alta qualità, collaborazione con associazioni benefiche per il cancro e ricerca di livello mondiale con l’Università di Cambridge ha portato a risultati che avranno un impatto a livello mondiale. Speriamo che questo aiuti milioni di uomini a combattere l’insorgenza di cancro alla prostata All’unità Primrose di Bedford c’è una lunga esperienza nella progettazione e valutazione delle strategie di lifestyle, quindi questa è stata una progressione naturale.

“Un’alimentazione e uno stile di vita sani sono il modo principale per aiutare a combattere lo sviluppo del cancro, ma ora gli uomini possono anche rivolgersi a un integratore alimentare completo che ha dimostrato di funzionare”.

Benefici per la salute di melograno, broccoli, curcuma e tè verde

Melograno

Granadas - MelograniStudi precedenti hanno dimostrato le qualità del melograno:

  • Il melograno aiuta a prevenire la diffusione del cancro alla prostata – gli scienziati dell’Università della California hanno identificato componenti nel succo di melograno che aiutano a prevenire le metastasi del cancro alla prostata.
  • Il melograno ha benefici per i pazienti in dialisi – gli scienziati del Technion-Israel Institute of Technology, Haifa, Israele, in studi preliminari, hanno scoperto che il succo di melograno può aiutare a scongiurare diverse complicazioni per i pazienti con malattia renale sottoposti a dialisi, compreso l’alto tasso di morbilità dovuto a malattie cardiovascolari e infezioni.
  • Composti di melograno possono aiutare a fermare la crescita del cancro al seno – uno studio condotto presso l’Università della California di Los Angeles ha scoperto che i melograni contengono sei composti che sembrano fermare la crescita del cancro al seno ormone dipendente bloccando l’aromatasi, un enzima che trasforma l’androgeno in estrogeno. Gli scienziati hanno avvertito che il loro era uno studio in vitro che non è stato testato su animali o esseri umani.

broccoli

Broccoli e modifica sezione trasversaleAnche i benefici per la salute dei broccoli sono stati ampiamente studiati, in particolare due componenti: sulforafano e mirosinasi:

  • L’enzima della mirosinica dei broccoli ha potenti proprietà anti-cancro – per mantenere buoni livelli di mirosinasi, i broccoli devono essere leggermente cotti, dicono i ricercatori dell’Università dell’Illinois a Urbana.
  • Broccoli contiene sulforafano, che protegge da artrite – una squadra di investigatori presso l’Università di East Anglia, in Inghilterra, effettuato uno studio su di broccoli ingrediente, sulforafano, che blocca gli enzimi che provocano la distruzione articolare in osteoartrite, il tipo più comune di artrite. Non è ancora stato determinato se i broccoli contengono abbastanza sulforafano per fare una differenza significativa.
  • La componente di broccoli, sulforafano, può prevenire o curare il cancro al seno – gli scienziati del Centro di Cancro Integrale dell’Università del Michigan hanno iniettato topi con cancro a diverse concentrazioni di sulforafano estratto da broccoli. Hanno scoperto che il numero di cellule staminali tumorali è diminuito significativamente. Hanno anche scoperto che le cellule tumorali non erano in grado di generare nuovi tumori.
  • La componente di broccoli, sulforafano, può rallentare il progresso della BPCO – gli scienziati della Johns Hopkins School of Medicine di Baltimora hanno riferito che il sulforafano aumenta l’attività di un gene che protegge i polmoni dal danno ossidativo causato dalla BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), una malattia comunemente sviluppato da regolari fumatori a lungo termine.

Curcuma

Un primo piano di curcumaDiversi studi si sono concentrati sulla curcuma speziata, in particolare sul suo componente principale, la curcumina:

  • La curcuma aiuta a sopprimere la crescita del tumore della testa e del collo – il Dr. Marilene Wang e il team del Centro di Cancro Complessivo Jonsson dell’UCLA hanno condotto uno studio pilota che ha dimostrato che la curcumina sopprime una via di segnalazione cellulare che promuove la crescita dei tumori della testa e del collo.

    Il Dr. Marilene Wang ha dichiarato: “L’inibizione del pathway di segnalazione cellulare è correlata anche alla riduzione dell’espressione di un certo numero di citochine pro-infiammatorie, o molecole di segnalazione, nella saliva che promuove la crescita del cancro.Questo studio dimostra che la curcumina può funzionare in bocca i pazienti con neoplasie della testa e del collo e riducono le attività che promuovono la crescita del cancro e non solo hanno colpito il cancro inibendo un percorso critico di segnalazione cellulare, ma hanno anche influenzato la saliva stessa riducendo le citochine pro-infiammatorie all’interno della saliva. “

  • La curcuma e la cannella riducono la risposta negativa del corpo ai pasti ricchi di grassi – la professoressa Sheila West e colleghi, della Pennsylvania State University, hanno scoperto che le persone che seguono una dieta ricca di spezie, in particolare di cannella e curcuma, hanno risposte meno negative ai pasti ricchi di grassi – i loro livelli di trigliceridi nel sangue (tipo di grasso) non finiscono per essere all’altezza delle diete ad alto contenuto di grassi.
  • La curcuma può correggere il difetto della fibrosi cistica – la componente primaria della curcuma, la curcumina, è stata trovata per correggere il difetto della fibrosi cistica nei topi di laboratorio, hanno riferito gli scienziati dell’Ospedale for Sick Children e della Yale University School of Medicine.

Tè verde

Cina - Chengdu 22 - tè verde (140902695)Ci sono stati dozzine di studi sul tè verde, molti dei quali hanno riferito degli importanti benefici per la salute umana dell’epigallocatechina-3 gallato, componente principale del tè:

  • Il tè verde (e il caffè) riducono il rischio di ictus – le persone che bevono tè verde (e / o caffè) hanno regolarmente un rischio inferiore di ictus, i ricercatori del Centro Nazionale Cerebrale e Cardiovascolare del Giappone hanno trovato dopo aver condotto uno studio su 83.269 adulti giapponesi di età compresa tra 45 anni. a 74 anni.
  • Il tè verde può favorire la consapevolezza e la memoria spaziale – Yun Bai, della Third Military Medical University, Chongqing, Cina e colleghi hanno riferito che EGCG (epigallocatechina-3 gallato), una sostanza chimica organica e ingrediente principale del tè verde, se consumata regolarmente aiuta le persone memoria e consapevolezza spaziale.
  • Il tè verde riduce il rischio di invalidità funzionale in età avanzata – un team di ricercatori della Tohaoku University Graduate School of Medicine di Sendai, in Giappone, ha scoperto che i bevitori regolari di tè verde a lungo termine avevano meno probabilità di sviluppare disabilità funzionali durante la vecchiaia. Hanno aggiunto che più il popolo del tè verde ha bevuto più basso è il suo rischio.

Scritto da Christian Nordqvist

Like this post? Please share to your friends: