Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Miglior gelato per il diabete di tipo 2

Il gelato non deve essere rigorosamente vietato alle persone con diabete di tipo 2. Mentre è ancora meglio assaporare il gelato con moderazione, ci sono gelati e yogurt congelati che non fanno deragliare una dieta salutare.

Le persone con diabete di tipo 2 hanno più da pensare che semplicemente rovinando la loro dieta con il gelato. Le loro preoccupazioni principali riguardano il modo in cui il gelato influirà sui livelli di zucchero nel sangue, dal momento che il controllo di questo è fondamentale per la gestione del diabete.

Mentre le persone con diabete possono includere il gelato come parte della loro dieta salutare, è importante per loro prendere decisioni informate su ciò che i gelati dovrebbero mangiare.

Comprendere le porzioni di zucchero gelato

[evviva il gelato]

La maggior parte dei gelati ha molto zucchero aggiunto, il che lo rende qualcosa che una persona diabetica dovrebbe evitare. Per questo motivo, una delle prime cose che dovrebbero prendere in considerazione quando si sceglie un gelato è il contenuto di zucchero.

Le persone con diabete devono capire come la loro indulgenza di gelato si adatta al loro programma di dieta generale. Ecco alcuni fatti per le persone con diabete da considerare:

  • Ogni 4 grammi (g) di zucchero equivale a 1 cucchiaino. Più zucchero è nel gelato, più carboidrati ha.
  • Un gelato con 15 g di carboidrati equivale a 1 porzione di carboidrati. Tutti i carboidrati presenti nel gelato verranno conteggiati per l’obiettivo di carboidrati totale per il giorno, che sarà diverso per ogni persona.
  • Proteine ​​e grassi presenti nel gelato possono aiutare a rallentare l’assorbimento dello zucchero. La scelta di un gelato più ricco di proteine ​​e grassi può essere preferibile alla scelta di un’opzione di grasso inferiore.
  • Una porzione adeguata di gelato per qualcuno con il diabete è molto piccola, di solito mezza tazza. Ma la maggior parte delle persone serve molto più di questo. È fondamentale che una persona con diabete si attenga alle dimensioni della porzione appropriata, in modo che sappiano esattamente quanti carboidrati stanno mangiando.

Cose da tenere in considerazione quando si sceglie un gelato

Quando si tratta di scegliere il gelato, il numero di scelte offerte in un negozio di alimentari può essere travolgente. Ci sono un certo numero di marche e dozzine di sapori tra cui scegliere. Ecco alcune considerazioni per scegliere il gelato nel negozio locale:

Basso contenuto di zucchero

Il miglior gelato per una persona con diabete ha il contenuto di zucchero più basso per porzione senza fare affidamento su dolcificanti artificiali. Per controllare la quantità di zucchero nel gelato, guarda il numero totale di carboidrati sull’etichetta nutrizionale e sulla lista degli ingredienti.

Per chi ha il diabete, la scelta migliore è un gelato con meno di 20 g di carboidrati totali in una porzione di mezza tazza.

[leggendo un'etichetta al supermercato]

Etichette confuse

Quasi ogni marca di gelato ha molte informazioni di marketing sul contenitore, che è progettato per catturare l’attenzione.

Le persone con diabete possono trovare un prodotto che dice zucchero ridotto o metà delle calorie del gelato normale. Sebbene le affermazioni possano essere veritiere che il particolare prodotto ha meno zuccheri di un’altra varietà, il contenuto effettivo di zucchero potrebbe comunque essere molto più alto di quello raccomandato per porzione.

Livello di grassi e proteine

La quantità di proteine ​​e grassi nel gelato può avere un impatto diretto sulla velocità di assorbimento dello zucchero nel corpo. In generale, se il contenuto di grassi e proteine ​​è superiore alla media, lo zucchero di ogni porzione sarà assorbito più lentamente.

I migliori gelati per le persone con diabete

Con così tanti marchi tra cui scegliere, può essere difficile determinare quali sono i migliori per le persone con diabete. I seguenti sono alcuni marchi e sapori tra cui scegliere che sono le migliori scelte generali:

  • Blue Bunny Ice Cream offre due opzioni: vaniglia e cioccolato. Entrambi contengono meno di 20 g di carboidrati per porzione.
  • Breyer offre un gelato alla vaniglia chiamato Smooth and Dreamy ½ Fat Creammy Vanilla Ice Cream. Contiene grassi minimi e 17 g di carboidrati totali. I breyers offrono un prodotto simile anche nel cioccolato, anche con 17 g di carboidrati totali. Breyer offre anche alcuni sapori aggiunti senza zucchero. Tuttavia, queste varietà contengono molti dolcificanti artificiali e non sono raccomandate.
  • Schwan offre un gusto di gelato al cioccolato, che contiene 18 g di carboidrati totali.
  • Edy offre diverse varietà di gelati a lenta rotazione, che contengono circa 20 go meno di carboidrati per porzione.
  • Halo Top offre aromi di gelato con proteine ​​aggiuntive. L’aggiunta di proteine ​​aiuta a rallentare l’assorbimento di zucchero nel sangue, rendendolo una buona scelta per le persone con diabete.

Come fare spazio per il gelato in una dieta

Una dose raccomandata di carboidrati nel gelato è di 20 go meno. Ciò equivale a circa una porzione di carboidrati in un giorno.

Le persone con diabete che seguono una dieta rigida in cui contano le porzioni di carboidrati, devono contare tutti i carboidrati che mangiano. Chi ha in programma di mangiare una porzione di gelato per dessert dovrebbe assicurarsi di mangiare una porzione di carboidrati in meno durante il giorno. Sostituire un panino con un involucro di lattuga o insalata potrebbe farlo.

Il contenuto di grassi saturi è anche elevato in alcune marche e aromi di gelati. Dal momento che le persone con diabete hanno un rischio più elevato di malattie cardiache, è una buona idea limitare gli altri cibi contenenti grassi saturi il giorno in cui pensano di mangiare il gelato.

Se mangiare il gelato sarà un piacere quotidiano, è importante parlare con un dietologo su come inserirlo in un programma dietetico.

Altre opzioni di dolci e dessert

I dessert adatti al diabete sono disponibili nella maggior parte dei negozi e possono essere preparati a casa con la stessa facilità con cui si preparano i dessert. Alcune cose da considerare quando si cercano altre opzioni dolci includono:

  • Contenuto totale di carboidrati per porzione: solo 15-20 g sono considerati una dose giornaliera di carboidrati.
  • Proteine ​​totali: la quantità di proteine ​​in un dessert può aiutare a rallentare l’assorbimento di zucchero nel sangue.
  • Uso di dolcificanti naturali: sebbene i dolcificanti artificiali siano prontamente disponibili nella maggior parte dei negozi e in molte opzioni di gelato leggero e senza zucchero, non sono altamente raccomandati nella comunità medica.

Alcune opzioni pronte per il dessert includono:

Yogurt gelato

[yogurt gelato con frutti di bosco]

Alcune persone considerano lo yogurt gelato e il gelato allo stesso modo, mentre altri riconoscono le loro differenze. Lo yogurt congelato è spesso venduto in varietà senza grassi, che è una buona opzione se paragonato ad alcuni gelati in cui una porzione singola può rappresentare circa un terzo del fabbisogno totale di grassi.

Tuttavia, le informazioni nutrizionali nello yogurt congelato devono essere esaminate attentamente. Lo yogurt congelato può contenere anche tanto, se non più zucchero e quindi carboidrati, come il gelato. Questo potrebbe essere quello di compensare la mancanza di sapore e consistenza che il grasso gli avrebbe dato.

Budino e gelatina

Ci sono molte marche che offrono versioni senza zucchero o senza grassi di queste opzioni di dessert, anche se possono ancora contenere dolcificanti artificiali. È importante controllare i dati nutrizionali per vedere come si adattano alla dieta generale per il giorno.

Prodotti da forno fatti in casa realizzati con stevia

Molti prodotti da forno, come biscotti, brownies, torte e così via, usano la stevia al posto dello zucchero nelle loro ricette.

Questo dolcificante naturale a zero calorie offre un ottimo sostituto dello zucchero che può ridurre l’impatto dei carboidrati di un trattamento al forno preferito.

Conclusione

Quando si tratta di gelato, il consiglio migliore per le persone con diabete è capire le dimensioni delle porzioni di carboidrati, l’ammontare in una porzione di gelato e l’impatto che avrà sul giorno.

È sempre una buona idea fare una passeggiata dopo aver mangiato un dessert per aiutare a ridurre gli zuccheri nel sangue post-pasto.

Per le persone che lavorano con i dietisti per sviluppare un piano alimentare, è importante parlare di possibili problemi con l’aggiunta di gelato alla dieta, o modi per farlo funzionare. In ogni caso, con la giusta ricerca e sacrifici, il gelato può far parte di una dieta regolare.

Like this post? Please share to your friends: