Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Muffa in casa: quanto è grande un problema di salute?

Per molte persone, gennaio è un mese freddo e umido. Durante l’inverno, le attività a casa possono portare a umidità e umidità in ambienti chiusi e, sfortunatamente, questo può portare alla crescita di muffe.

Grande macchia di muffa nera vicino alla finestra.

Pareti, vestiti, libri, giocattoli e persino CD: nulla è sacro quando si parla di crescita delle muffe. La sua crescita apparentemente insidiosa può trasformare i beni preziosi in una tristezza umida e muffa che sembra solo adatta alla spazzatura.

Ma per tutta la sua minaccia corruttrice, fino a che punto dovremmo essere preoccupati per la muffa quando invade le nostre case? Se questi sono gli effetti che può avere sui nostri beni, quali effetti può avere sui nostri corpi?

In questa caratteristica di spotlight, diamo un’occhiata precisamente a cosa sono le muffe, a cosa le causano la crescita, se fa male alla nostra salute e, in tal caso, cosa può essere fatto per fermarlo.

Cos’è la muffa?

Le muffe sono una forma di fungo. Ci sono molti stampi diversi e possono essere trovati sia all’interno che all’esterno. Le muffe si diffondono attraverso la produzione di spore, che sono presenti in tutti gli ambienti interni e non possono essere rimosse da esse – le spore sono in grado di sopravvivere in condizioni difficili che altrimenti impediscono la normale crescita della muffa.

Le muffe crescono meglio in ambienti umidi, caldi e umidi, facilmente creati in casa durante l’inverno. Quando le spore di muffa atterrano su un punto umido, possono iniziare a crescere, digerendo il materiale su cui crescono mentre lo fanno. Le forme sono in grado di crescere su una varietà di superfici diverse, inclusi tessuto, carta e legno.

Gli stampi per interni comuni includono:

  • Alternaria: si trova in ambienti umidi al chiuso, come docce o lavandini che perdono
  • Aspergillus – spesso trovato in ambienti interni che crescono su polvere, prodotti alimentari in polvere e materiali da costruzione, come il muro a secco
  • Cladosporium – capace di crescere in aree fresche e calde. Si trova in genere su tessuti e superfici in legno
  • Penicillium – in genere si trova su materiali che sono stati danneggiati dall’acqua e spesso ha un aspetto blu o verde.

Le forme prendono una varietà di forme e trame, appaiono come bianco, nero, giallo, blu o verde e spesso sembrano scolorire o macchiare una superficie. Possono anche avere un aspetto vellutato, sfocato o ruvido, a seconda del tipo di muffa e dove sta crescendo.

Come entra la muffa nelle nostre case?

Patch umida con muffa nell'angolo del soffitto.

Le spore della muffa, invisibili a occhio nudo, si possono trovare ovunque, sia all’interno che all’esterno. Le spore si fanno strada nella casa o attraverso l’aria o dopo averle attaccate ad oggetti o persone. Finestre aperte, porte e sistemi di ventilazione sono tutte porte attraverso le quali possono entrare le spore. Abbigliamento, scarpe e animali domestici possono facilitare l’arrivo di muffe all’interno della casa.

La muffa crescerà solo se le spore si depositano da qualche parte nelle condizioni ideali per la crescita – luoghi con eccessiva umidità e una fornitura di nutrienti adeguati. Se ciò non accade, gli stampi normalmente non causano alcun problema.

La muffa si trova spesso in aree in cui si sono verificate perdite e allagamenti e vicino a finestre in cui si forma la condensa. I materiali a base di cellulosa bagnata sono i più favorevoli alla crescita di muffe, inclusi prodotti di carta, cartone, pannelli per controsoffitti e prodotti in legno. Carta da parati, materiali isolanti e tappezzeria sono altri tipici pannelli di lancio per la crescita della muffa.

La crescita della muffa è solitamente evidente – è solitamente visibile e spesso produce un odore di muffa.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riferisce che il 10-50% degli ambienti interni in Europa, Nord America, Australia, India e Giappone è stimato essere influenzato dall’umidità interna. Questa cifra suggerisce che la muffa potrebbe essere un problema molto diffuso in luoghi sparsi in tutto il mondo.

In Nord America, l’Environmental Protection Agency (EPA) degli Stati Uniti afferma che “se la muffa è un problema nella tua casa, dovresti pulire prontamente lo stampo e risolvere il problema dell’acqua”. Ma l’EPA raccomanda di occuparsi rapidamente della muffa a causa del danno che può fare alla proprietà? O a causa del danno che potrebbe fare alla salute?

Potenziali effetti della muffa sulla salute

“L’esposizione alla muffa non presenta sempre un problema di salute in casa”, affermano i Centers for Disease Control and Prevention (CDC). “Tuttavia alcune persone sono sensibili alle muffe”.

Nel frattempo, l’OMS afferma che un ambiente ammuffito è associato e potrebbe peggiorare l’inquinamento dell’aria indoor – un fattore di rischio per determinate condizioni respiratorie:

“L’eccesso di umidità su quasi tutti i materiali interni porta alla crescita di microbi, come muffe, funghi e batteri, che successivamente emettono spore, cellule, frammenti e composti organici volatili nell’aria interna.Inoltre, l’umidità inizia degradazione chimica o biologica dei materiali, che inquina anche l’aria interna. “

Le muffe possono produrre un numero di sostanze che possono essere dannose. Allergeni, irritanti e micotossine – sostanze potenzialmente tossiche – possono colpire persone particolarmente sensibili a loro.

In particolare, l’EPA afferma che l’esposizione alle muffe può irritare occhi, polmoni, naso, pelle e gola di individui, anche se non hanno un’allergia alla muffa.

Le allergie alle muffe producono sintomi simili ad altre allergie alle sostanze presenti nell’aria che colpiscono il tratto respiratorio superiore, come la pollinosi. Questi includono:

  • Naso bloccato / che cola
  • Prurito al naso
  • Prurito alla gola
  • starnuti
  • Occhi pieni di lacrime.

Inoltre, le persone con un’allergia alla muffa che hanno anche l’asma sono ad aumentato rischio di avere i loro sintomi di asma innescato da un ambiente ammuffito, secondo il CDC.

Tuttavia, il Prof. Stephen Spiro, vicepresidente della British Lung Foundation nel Regno Unito, ha informato che la presenza di muffe indoor può andare oltre il semplice esacerbare le condizioni preesistenti:

“Alcune specie di muffe possono causare gravi infezioni polmonari e cicatrici.Per esempio, in alcuni asmatici, l’inalazione delle spore di una specie di muffa chiamata aspergillus può portare a una condizione chiamata aspergillosi broncopolmonare allergica, che può avere un impatto sulla respirazione. “

Gli individui i cui sistemi immunitari e respiratori sono già indeboliti da condizioni croniche sembrerebbero essere più suscettibili agli effetti negativi della muffa indoor. Il prof. Spiro ha anche detto che tra i pazienti con alcune malattie del sangue, l’inalazione di muffe potrebbe persino portare a complicazioni fatali.

Sebbene siano necessarie prove più conclusive, il CDC riferisce che alcune ricerche suggeriscono che potrebbe esserci un’associazione tra esposizione indoor alle muffe e lo sviluppo di condizioni respiratorie in persone altrimenti sane.

Nel 2004, l’Institute of Medicine (IOM) ha riferito che c’erano prove sufficienti per collegare la muffa al coperto con lo sviluppo di problemi del tratto respiratorio superiore in persone sane, e alcune prove suggeriscono lo stesso nei bambini sani.

Più recentemente, il CDC afferma che l’esposizione alla muffa all’inizio della vita di un bambino potrebbe essere associata allo sviluppo dell’asma. Tuttavia, questa teoria è contrastata dall’ipotesi dell’igiene.

Le linee guida dell’OMS per la qualità dell’aria interna spiegano l’ipotesi dell’igiene – la teoria che crescere in un ambiente igienico può aumentare il rischio di una persona che sviluppa allergie. Diversi studi hanno trovato prove a sostegno dell’ipotesi dell’igiene, ma le prove finora sono state miste.

Di conseguenza, l’OMS conclude che vi sono “prove sufficienti di un’associazione tra fattori legati all’umidità indoor e una vasta gamma di effetti sulla salute respiratoria”, tra cui asma, infezioni respiratorie, tosse, respiro sibilante e dispnea.

Mentre l’esposizione pesante a muffe indoor potrebbe plausibilmente svolgere un ruolo causale nello sviluppo di queste condizioni di salute, l’OMS afferma che tale associazione deve ancora essere stabilita in modo definitivo.

Protezione e prevenzione

Condensa sulla finestra creando stampi.

Nonostante la natura inconcludente della ricerca attuale, il CDC e l’EPA raccomandano che qualsiasi crescita di muffa dovrebbe essere affrontata prontamente.

Entrambe le organizzazioni affermano che il controllo dell’umidità è fondamentale per impedire che la muffa cresca all’interno. Agire rapidamente in caso di perdite o fuoriuscite è importante e asciugare le aree entro 48 ore dall’esposizione all’umidità in eccesso dovrebbe garantire che la muffa non cresca.

Il livello di umidità all’interno della casa è un altro fattore importante. Anche se potrebbe non essere immediatamente evidente, un alto livello di umidità nell’aria promuoverà la crescita della muffa. La condensa sulle finestre è spesso un segno che l’umidità è alta all’interno di una stanza.

Aumentare la ventilazione aprendo le finestre o utilizzando una cappa aspirante riduce il livello di umidità nell’aria. L’umidità può anche essere ridotta in stanze specifiche, evitando attività di produzione di umidità al loro interno, come asciugare i vestiti o usare riscaldatori a cherosene.

Quando si pulisce la muffa da superfici dure, si possono usare prodotti commerciali, sapone e acqua o una soluzione di candeggina fortemente diluita. Asciugare sempre le superfici che sono state pulite accuratamente per evitare che la muffa ricresca.

Fai attenzione ai materiali porosi che sono stati interessati da muffe, come tessuto o legno. La muffa può infiltrarsi in questi materiali, potrebbe essere impossibile da rimuovere completamente e potrebbe potenzialmente ricrescere se le condizioni sono corrette. In molti casi, potrebbe essere meglio sbarazzarsi di articoli come questi che sono stati colpiti per un lungo periodo.

Patch di stampo più grandi di 3 piedi per 3 piedi possono essere affrontate al meglio da esperti di pulizia stampi professionali.

Se sei preoccupato per qualsiasi potenziale esposizione alla muffa o ritieni di avere problemi di salute associati, ti consigliamo di contattare un fornitore di servizi sanitari.

Casa ordinata, mente ordinata

Anche se le prove sono inconcludenti nella misura in cui la muffa può influire sulla salute, sembra che ci siano prove sufficienti a suggerire che le persone dovrebbero essere caute nei suoi confronti.

Anche se la muffa non causa problemi di salute, come alcuni studi hanno suggerito, la presenza di muffa all’interno è indicativa di un ambiente umido, che è noto per la salute.

L’impulso per liberarsi dalle muffe dalla casa è anche molto più grande se la salute degli individui affetti è in qualche modo compromessa dalle condizioni polmonari croniche o dalla compromissione del sistema immunitario.

Può essere solo un caso di rassicurazione, che avere una casa libera da muffe equivale ad avere una mente libera da dubbi e preoccupazioni. Macchie di muffa nera odorosa dall’aspetto tossico possono sembrare intimidatorie, e anche se è possibile che queste non siano dannose per tutti, non c’è niente come una stanza pulita, ariosa e asciutta per infondere fiducia nella propria salute.

Like this post? Please share to your friends: