Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Paracetamolo: gravi reazioni cutanee in rari casi

Il noto antidolorifico acetaminofene (noto anche come paracetamolo) può causare reazioni cutanee rare ma gravi, ha avvertito la Food and Drug Administration (FDA).

L’analgesico è uno dei farmaci più comunemente usati e usati da tempo, venduti con numerosi nomi di marchi negli Stati Uniti, tra cui Acephen, Actamin, Feverall, Q-Pap, Tactinal, Tempra, Tylenol, Uniserts e Vitapap.

Il regolatore del farmaco statunitense dice che sebbene le reazioni siano rare, possono includere:

  • Eruzione cutanea
  • blister
  • Danno diffuso alla superficie della pelle.

La FDA dice che chiunque assuma acetaminofene che sviluppa un’eruzione cutanea o altra reazione cutanea dovrebbe “smettere di prendere il prodotto immediatamente e rivolgersi immediatamente al medico”.

Sharon Hertz, vice direttore della divisione FDA responsabile degli antidolorifici, afferma: “Questa nuova informazione non è pensata per preoccupare i consumatori o gli operatori sanitari, né intende incoraggiarli a scegliere altri farmaci”. Aggiunge, tuttavia:

“È estremamente importante che le persone riconoscano e reagiscano rapidamente ai sintomi iniziali di questi rari ma gravi effetti collaterali, che sono potenzialmente fatali”.

Dato che questo avvertimento del regolatore di droga statunitense è nuovo, le etichette sui pacchetti di medicinali acquistati al banco non faranno menzione dei potenziali effetti negativi della pelle del paracetamolo. La FDA sta ora lavorando con aziende farmaceutiche per aggiornare l’etichettatura. Nel frattempo, il regolatore sta già richiedendo che tutte le prescrizioni del farmaco menzionino le nuove informazioni sulla sicurezza.

Perché ora, dopo decenni di uso diffuso di paracetamolo?

La decisione di avvertire i consumatori sugli effetti cutanei rari ma potenzialmente pericolosi di farmaci come Tylenol è il risultato di revisioni della letteratura medica e del numero di segnalazioni di “eventi avversi” ricevute dalla FDA.

Tra il 1969 e il 2012 sono stati segnalati circa 107 casi di brutta reazione cutanea, di cui 67 hanno provocato ospedalizzazione e 12 morti. La maggior parte dei casi riguardava prodotti a base di acetaminofene monoingredienti. La FDA afferma che i casi sono stati classificati come “probabilmente” o “probabilmente” legati al paracetamolo.

Un numero così esiguo di gravi reazioni cutanee derivanti da un uso così diffuso del farmaco fornisce una prospettiva per il rischio appena identificato. La FDA afferma che il nuovo avvertimento dovrebbe essere preso sul serio ma in modo ragionevole.

Il Dr. Sharon Hertz dice:

“Le azioni della FDA dovrebbero essere viste nel contesto dei milioni che, nel corso delle generazioni, hanno beneficiato del paracetamolo.

Tuttavia, data la gravità del rischio, è importante che i pazienti e gli operatori sanitari ne siano consapevoli. “

Maggiori informazioni sulle rare reazioni cutanee

Avvertimento paracetamolo della FDA
L’avvertimento grafico della FDA

Ci sono tre reazioni cutanee note al paracetamolo, dice la FDA. Ricorda ai consumatori di rivolgersi a un medico per uno di questi.

I due più gravi sono la sindrome di Stevens-Johnson e la necrolisi epidermica tossica. Queste reazioni sono molto rare, ma le persone che le ottengono di solito devono essere ricoverate in ospedale, e in alcuni casi le condizioni possono portare alla morte.

Pustolosi esantematica acuta generalizzata è la terza reazione cutanea riconosciuta. Interrompere immediatamente l’assunzione del farmaco e vedere un medico di solito significa che questa condizione si risolve entro due settimane, dice il regolatore farmaceutico.

Come faccio a sapere che è una delle reazioni rare ma serie?

La FDA afferma che la sindrome di Stevens-Johnson e la necrolisi epidermica tossica sono solitamente segnalate da:

  • Sintomi influenzali
  • Seguito da eruzioni cutanee, vesciche e danni estesi alle superfici della pelle.

Cercare aiuto medico immediato è importante e “il recupero può richiedere settimane o mesi e le possibili complicanze includono cicatrici, cambiamenti nella pigmentazione della pelle, cecità e danni agli organi interni”, avverte la FDA.

Like this post? Please share to your friends: