Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Plasmapheresis: effetti collaterali e come funziona

La plasmaferesi è una procedura medica progettata per rimuovere alcuni plasma dal sangue. Durante uno scambio plasmatico, il plasma malsano viene scambiato per un plasma sano o un sostituto del plasma, prima che il sangue venga restituito al corpo.

I vasi sanguigni contengono plasma. È un fluido composto da cellule del sangue, piastrine e nutrienti essenziali.

Durante la plasmaferesi, il sangue viene rimosso e separato in queste parti da una macchina.

La plasmaferesi può anche riferirsi a quando il plasma viene rimosso dal corpo per essere donato.

Cos’è la plasmaferesi?

Centrifuga per plasmaferesi

Laferesi, o aferesi, descrive qualsiasi processo che rimuova il sangue, filtri e trattiene elementi di esso, quindi restituisce il sangue al corpo. Le piastrine, i globuli rossi, i globuli bianchi o il plasma possono essere separati.

La procedura viene eseguita utilizzando una macchina che rimuove piccole quantità di sangue alla volta.

Esistono due modi per separare i componenti del sangue:

  • Centrifugazione. Questo processo fa girare il sangue, che lo divide in base alla densità delle parti.
  • Filtrazione. Ciò comporta il passaggio del sangue attraverso un filtro per separare il plasma.

Durante uno scambio di plasma, la macchina smaltirà plasma non sano e lo sostituirà con plasma sano da un donatore. Il plasma non salutare può anche essere sostituito con soluzione salina, albumina o una combinazione dei due.

Perché subire uno scambio di plasma?

Uno scambio di plasma può aiutare a trattare una serie di condizioni mediche, tra cui:

  • Condizioni del sistema nervoso e cerebrale, come la sindrome acuta di Guillain-Barré.
  • Disturbi del sangue, come la porpora trombotica trombocitopenica, una rara malattia che causa coaguli di sangue.
  • Alcune condizioni renali, come la sindrome di Goodpasture, una malattia che causa l’attacco di anticorpi ai reni e ai polmoni.
  • Sindromi da iperviscosità, incluso il mieloma. Queste condizioni fanno sì che il sangue si ispessisca, il che può causare danni agli organi o un ictus.

Benefici

Uno scambio di plasma può aiutare ad alleviare i sintomi delle condizioni sopra rimuovendo le sostanze nocive dal sangue.

Se una persona ha una condizione autoimmune, uno scambio di plasma può anche impedire all’organismo di produrre anticorpi più dannosi.

La procedura è di solito un elemento di un piano di trattamento, che può includere la chemioterapia. Possono essere necessari scambi plasmatici ripetuti.

Come preparare

Una persona può mangiare e bere normalmente prima e persino durante la plasmaferesi. Indossare abiti larghi può aiutare una persona a stare comoda. Usa il bagno prima che inizi il processo.

Un individuo dovrà prima sottoporsi a test per determinare:

  • pressione sanguigna
  • impulso
  • temperatura
  • livelli di ossigeno

I risultati aiuteranno un medico a configurare la macchina e a monitorare eventuali cambiamenti che si verificano durante la procedura.

Cosa aspettarsi

Medico che prepara un anestetico locale usando un ago per la plasmaferesi

Un medico effettuerà la plasmaferesi, di solito in ospedale ma a volte in una clinica privata.

Un anestetico locale intorpidirà l’area interessata e la procedura non dovrebbe causare dolore.

Il medico inserirà quindi un tubicino in una vena nel braccio o nell’inguine. Il tubo porterà sangue alla macchina, che la raccoglierà, la tratterà e la restituirà al corpo.

Lo scambio di plasma richiede tra 2 e 4 ore. Una persona dovrà rimanere il più ferma possibile per aiutare il sangue a scorrere senza intoppi. Può essere d’aiuto guardare la televisione o leggere come una distrazione.

Un medico sarà presente e controllerà gli effetti collaterali durante tutto il processo.

Una volta completato lo scambio di plasma, la macchina verrà scollegata e verranno eseguiti nuovi esami del sangue.

Rischi ed effetti collaterali

Una persona può avere una reazione allergica al plasma donato, ma diversi farmaci possono ridurre il rischio. Un medico può raccomandare questi farmaci prima della procedura.

Durante il processo di donazione, il plasma viene sottoposto a screening per batteri o malattie. Il rischio di contrarre una malattia da plasma donato è molto basso.

Uno scambio di plasma può alterare l’equilibrio dei liquidi nel corpo per un breve periodo. Una persona può sentirsi senza fiato o avere mani e piedi freddi durante o dopo la procedura. Se ciò accade, un medico può sospendere il processo per consentire il recupero.

Uno scambio plasmatico può anche causare temporanea bassa pressione sanguigna e, in rari casi, shock.

La plasmaferesi può ridurre l’immunità alle malattie. Questo di solito è temporaneo. Tuttavia, per un certo periodo, il donatore può ammalarsi più facilmente. Lavarsi spesso le mani ed evitare di stare attorno a chi non sta bene.

Recupero

Il recupero è solitamente rapido e una persona è improbabile che rimanga durante la notte in un ospedale. Tuttavia, possono sentirsi stanchi. Riposati in abbondanza ed evita di guidare o fare attività fisica.

Se una persona si sente male o sperimenta sanguinamento dopo aver lasciato l’ospedale, dovrebbero contattare un medico.

Like this post? Please share to your friends: