Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Potrebbe il magnesio regolare la pressione sanguigna?

Circa un terzo degli adulti negli Stati Uniti ha la pressione alta, solo la metà dei quali ha la pressione sanguigna alta sotto controllo. Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista della American Heart Association, identifica il magnesio come un potenziale rimedio.

[Alimenti contenenti magnesio]

Con l’ipertensione che colpisce circa 70 milioni di persone negli Stati Uniti e aumentare il rischio di due delle principali cause di morte per gli americani – malattie cardiache e ictus – prevenire o controllare la pressione sanguigna è un obiettivo sanitario essenziale.

Identificato come “assassino silenzioso”, poiché spesso non ha segni o sintomi di allarme, l’ipertensione è una condizione comune e spesso pericolosa.

Una meta-analisi, finanziata dall’Iniziativa di ricerca strategica della Scuola di Medicina dell’Indiana University, fornisce dettagli sui risultati positivi che mostrano un’associazione tra un consumo giornaliero di magnesio e una riduzione della pressione sanguigna.

Il magnesio è già riconosciuto come essenziale per oltre 300 reazioni biochimiche nel corpo.

Mentre è in corso una ricerca per sapere se il magnesio ha un effetto significativo sull’ipertensione, è stato ampiamente documentato il mantenimento della normale funzione nervosa e muscolare, il mantenimento di un battito cardiaco costante, il supporto di un sistema immunitario sano e l’assistenza alle ossa per rimanere forti.

La nuova ricerca include dati provenienti da 34 studi clinici, con un totale di 2.028 partecipanti.

I ricercatori hanno scoperto che quei partecipanti che avevano una mediana di 368 mg di magnesio al giorno per una media di 3 mesi registravano una diminuzione della pressione arteriosa sistolica di 2,00 mm Hg e una diminuzione della pressione diastolica di 1,78 mm Hg.

“Con la sua relativa sicurezza e basso costo, i supplementi di magnesio potrebbero essere considerati un’opzione per abbassare la pressione sanguigna in pazienti ad alto rischio o pazienti ipertesi.”

Yiqing Song, M.D., Sc.D., autore principale, Indiana University, Indianapolis

Song e colleghi hanno anche osservato che i pazienti che avevano assunto 300 mg di magnesio al giorno avevano aumentato i livelli di magnesio nel sangue e ridotto la pressione sanguigna entro un mese.

Elevati livelli di magnesio nel sangue sono stati associati ad un miglioramento del flusso sanguigno, che è stato chiamato come un fattore legato alla pressione sanguigna abbassata.

Un’adeguata assunzione di magnesio può essere raggiunta attraverso una dieta sana

Sebbene l’82 percento dei dosaggi di integratori di magnesio nello studio fossero pari o superiori alla RDA (Recommended Dietary Allowance) americana per gli adulti, l’American Heart Association (AHA) afferma che il magnesio, come supplemento, potrebbe non essere necessario per il desiderato effetto del mantenimento della pressione sanguigna.

Il portavoce dell’AHA Penny Kris-Etherton, Ph.D., Professore di Nutrizione presso l’Università della Pennsylvania, afferma: “Questo studio sottolinea l’importanza di consumare una dieta sana che fornisce la quantità raccomandata di magnesio come strategia per aiutare a controllare il sangue pressione.”

Aggiunge, “È importante sottolineare che questa quantità di magnesio (368 mg / die) può essere ottenuta da una dieta sana che è coerente con le raccomandazioni dietetiche AHA.”

La canzone di Yiqing nota: “Coerentemente con gli studi precedenti, le nostre prove suggeriscono che l’effetto antipertensivo del magnesio potrebbe essere efficace solo tra le persone con carenza o insufficienza di magnesio”.

“Tali prove indicative indicano che il mantenimento dello stato ottimale di magnesio nel corpo umano può aiutare a prevenire o trattare l’ipertensione”, conclude.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che l’integrazione di magnesio potrebbe solo diminuire la pressione sanguigna nelle persone che hanno una carenza di magnesio.

I limiti della meta-analisi includono il piccolo numero di partecipanti in ogni studio e tassi di abbandono significativi. Tuttavia, gli studi con tassi di abbandono più bassi hanno espresso una maggiore riduzione della pressione arteriosa.

Il magnesio si trova nelle verdure a foglia verde, legumi, noci, semi, cereali integrali, alcuni cereali per la colazione e altri alimenti fortificati.

Leggi tutto sui benefici per la salute e rischi per la salute del magnesio.

Like this post? Please share to your friends: