Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Potrebbe mangiare yogurt ridurre l’infiammazione?

Può iniziare un pasto con una singola porzione di yogurt aiuta a ridurre l’infiammazione? Secondo un nuovo studio, la risposta è “sì”. I suoi autori ritengono che lo yogurt potrebbe proteggerci dai sottoprodotti nocivi dei batteri intestinali.

Yogurt accanto alla frutta

L’infiammazione è un argomento caldo al momento. Svolge un ruolo in una vasta gamma di condizioni, tra cui la psoriasi e l’eczema.

È stato anche implicato in alcune condizioni meno ovvie, come l’Alzheimer e il diabete, e può anche avere un ruolo in alcune malattie mentali, come la depressione e la schizofrenia.

Nel complesso, l’infiammazione non è una brutta cosa. In realtà, è il modo in cui il corpo si protegge se stesso; è la prima linea di difesa nel sistema immunitario innato.

Tuttavia, se l’infiammazione continua più a lungo del necessario, diventa un problema – il corpo, in sostanza, attacca sé stesso.

Sebbene ci sia una gamma di antinfiammatori farmaceutici disponibili, tutti hanno degli svantaggi, e l’essere a lungo termine con qualsiasi farmaco non è l’ideale. Quindi, la gara sta per trovare alternative più sicure e naturali.

Potrebbe essere la latteria la risposta?

Nel corso degli anni, c’è stato un ampio dibattito sul settore lattiero-caseario e sul suo ruolo nell’infiammazione. Alcuni credono che sia anti-infiammatorio, mentre altri dicono il contrario.

Così, nella ricerca di una risposta definitiva, i ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison hanno messo alla prova lo yogurt. Lo studio era diretto da Brad Bolling, un assistente professore di scienze alimentari. Riguardo al dibattito sui latticini, dice:

“Ci sono stati dei risultati contrastanti nel corso degli anni, ma [un recente articolo] mostra che le cose puntano più verso l’anti-infiammatorio, in particolare per i latticini fermentati”.

In questa fase, prima di immergerci nei dettagli, vale la pena notare che la ricerca è stata finanziata dal National Dairy Council. Sono un’organizzazione senza scopo di lucro sostenute dal programma nazionale per il controllo dei prodotti lattiero-caseari del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, il cui obiettivo è promuovere i prodotti lattiero-caseari.

Tuttavia, la ricerca è presentata in due documenti che sono pubblicati nel peer-reviewed e il.

Batteri intestinali e endotossine

Si pensa che lo yogurt riduca l’infiammazione migliorando l’integrità del rivestimento intestinale. E, rafforzando questo strato di tessuto, le endotossine – prodotte dai batteri dell’intestino – non possono attraversare il flusso sanguigno e promuovere l’infiammazione.

Per esaminare i potenziali benefici dello yogurt sull’infiammazione, nel primo esperimento degli scienziati, hanno reclutato 120 donne in premenopausa, metà delle quali erano obese.

Alla metà dei partecipanti è stato chiesto di mangiare 12 once di yogurt magro ogni giorno per 9 settimane, mentre gli altri invece hanno mangiato un budino non da latte.

Durante l’esperimento, in vari momenti nel tempo, i ricercatori hanno prelevato campioni di sangue e li hanno valutati per biomarcatori di endotossine e infiammazioni.

I risultati, pubblicati a dicembre 2017, hanno mostrato che alcuni marker infiammatori, come il TNF-alfa, erano significativamente ridotti nei consumatori di yogurt.

Il secondo documento, pubblicato di recente nel, si concentra su una parte diversa dello stesso studio. All’inizio e alla fine del processo di 9 settimane, alle donne è stata assegnata una sfida con un pasto ipercalorico.

Questa sfida è stata progettata per stressare il loro metabolismo sovraccaricandoli con una colazione ricca di grassi e ricca di carboidrati. La metà ha iniziato la festa con una porzione di yogurt, mentre l’altra metà è iniziata con un budino non da latte.

Bolling spiega il contenuto della sfida pasto, dicendo: “Erano due muffin salsiccia e due hash browns, per un totale di 900 calorie, ma tutti ce l’hanno fatta, stavano digiunando”, continua, “ed erano piuttosto affamati “.

I test effettuati nelle ore successive – a digerire il pasto – hanno mostrato che i mangiatori di yogurt avevano una significativa riduzione di alcuni marcatori di endotossina. I ricercatori hanno anche notato che nei partecipanti obesi, i livelli di glucosio post-pasto sono diminuiti più rapidamente nel gruppo dello yogurt, il che dimostra un miglioramento del metabolismo del glucosio.

“Mangiare 8 once di yogurt magro prima di un pasto è una strategia fattibile per migliorare il metabolismo post-pasto e quindi può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e metaboliche”.

Ruisong Pei, ricercatore post-dottorato

Il lavoro futuro degli scienziati si concentrerà sulla comprensione di quali composti all’interno dello yogurt stanno avendo questi effetti benefici.

Come afferma Bolling, “In definitiva, vorremmo vedere questi componenti ottimizzati negli alimenti, in particolare per le situazioni mediche in cui è importante inibire l’infiammazione attraverso la dieta. Riteniamo che questo sia un approccio promettente.”

Tuttavia, la ricerca su questo argomento è relativamente nuova, quindi i risultati devono essere replicati prima di passare tutti agli antipasti a base di yogurt.

Like this post? Please share to your friends: