Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Preparazione per una mammografia: una guida passo-passo

Una mammografia è una radiografia del seno che può aiutare a rilevare il cancro al seno. Preparare una mammografia nel modo corretto può aiutare a ridurre l’ansia della procedura e rendere i risultati più accurati.

Il pensiero di una mammografia può essere un po ‘scoraggiante, ma richiedono solo 20 minuti per completare e possono salvare vite.

Questo articolo funge da guida passo-passo per la preparazione di una mammografia. Sapendo cosa aspettarsi e come prepararsi, è possibile ridurre al minimo lo stress che circonda questa importante procedura.

Sapere quando ottenere una mammografia

Signora che ha una mammografia

Nel 2015, l’American Cancer Society ha modificato le raccomandazioni per lo screening del cancro al seno. Piuttosto che gli auto-esami del seno da soli, ora consigliano che le mammografie dovrebbero essere il modo principale per rilevare il cancro al seno.

L’organizzazione raccomanda che le donne a basso rischio:

  • viene data la possibilità di avere mammografie all’età di 40-44 anni
  • iniziare ad avere mammografie annuali all’età di 45-54 anni
  • passare ad avere mammografie ogni anno o ogni anno sopra i 55 anni

Le mammografie dovrebbero continuare fino a quando una donna rischia di vivere per almeno altri 10 anni.

Le donne con un rischio più elevato di sviluppare il cancro al seno dovrebbero discutere quali test avere e quanto spesso averli con i loro medici. Questo gruppo include:

  • donne che hanno una storia di cancro al seno nelle loro famiglie
  • donne che hanno una storia personale di cancro al seno, alle ovaie o altri
  • quelli che portano un gene del cancro al seno

I test di risonanza magnetica (MRI) possono essere appropriati per le donne ad alto rischio. Possono anche aver bisogno di iniziare mammografie già all’età di 25 anni.

Un medico può valutare al meglio il rischio di cancro al seno se ha:

  • storia familiare dettagliata di una donna
  • informazioni sulla sua salute e stile di vita
  • risultati del test del sangue per il gene associato a alcuni tumori al seno

Rispondere alle domande del medico in modo chiaro e dettagliato è importante. È una buona idea esaminare la storia della famiglia prima di vedere un medico.

Guida passo-passo

1. Scegli la clinica giusta

Ospedale occupato

La clinica in cui una donna sceglie di sottoporsi alla mammografia può influenzare:

  • tempo di attesa
  • conforto della procedura
  • velocità dei risultati

Normalmente, un medico indirizzerà la donna alla migliore clinica disponibile. Leggere le recensioni online in anticipo può essere utile per scegliere la clinica giusta. Alcune cose da considerare prima di prenotare un appuntamento includono:

  • durata della procedura
  • se i cuscini sono offerti per ridurre il disagio
  • velocità dei risultati
  • tasso falso positivo

Negli Stati Uniti, si consiglia alle donne di ottenere solo mammografie presso cliniche accreditate dall’American College of Radiology.

2. Pianificare la mammografia per il momento giusto

calendario

Durante e immediatamente prima di un periodo mestruale, i seni sono spesso teneri. Pianificare la mammografia per due settimane prima o una settimana dopo un periodo.

Altri fattori possono anche aumentare il dolore durante una mammografia. Questi includono:

  • l’allattamento al seno
  • recente infortunio al seno
  • infezione al seno

Le donne che allattano al seno o che hanno subito un recente infortunio al seno o infezione dovrebbero discutere i tempi appropriati di screening con un medico.

3. Adottare misure per ridurre il disagio

ibuprofene

Una mammografia comprime il seno tra due piastre per ottenere un’immagine chiara e coerente. Alcune donne riferiscono dolore o disagio durante la procedura.

Le seguenti strategie possono ridurre questo:

  • prendere ibuprofene prima della procedura
  • usando il gel paralizzante
  • chiedere al tecnico di regolare la velocità con cui vengono compresse le mammelle
  • respirando lentamente e profondamente nello stomaco per ridurre la tensione
  • utilizzando cuscini per ridurre pizzicatura e pressione
  • evitare caffeina e cioccolato prima della procedura, in quanto possono rendere più tenero il tessuto mammario

4. Prendi le immagini precedenti

Le immagini delle precedenti mammografie possono inserire le nuove immagini nel contesto. Questo aiuta il radiologo a confrontare i cambiamenti della mammella nel tempo.

Richiedi copie di vecchie immagini poche settimane prima della procedura. Questi dovrebbero essere presi con la donna il giorno della procedura, o inviati dal medico della donna alla clinica prescelta.

Lasciare abbastanza tempo per proteggere le vecchie immagini è particolarmente importante quando la mammografia viene eseguita in una nuova clinica.

5. Preparati per la mammografia

acqua

Mantenere idratato prima di una mammografia può aiutare. Bere molta acqua nelle ore che precedono la mammografia è quindi una buona idea.

Il deodorante può interferire con la mammografia, specialmente se contiene alluminio. Evitare l’antitraspirante o il deodorante il giorno della procedura. Se la donna sceglie di indossare deodorante, deve lavare accuratamente le ascelle con acqua e sapone prima della procedura.

Non è necessario evitare altri alimenti o interrompere una routine quotidiana prima di una mammografia. La procedura non richiede tempi di recupero ed è possibile guidare da e verso la clinica.

6. Parla con il radiologo o il tecnico

Alcune informazioni possono aiutare il tecnico a eseguire correttamente la procedura. Questo include informazioni su:

  • storia del cancro al seno
  • eventuali problemi esistenti con il seno
  • proiezioni precedenti o biopsie
  • presenza di protesi mammarie
  • precedente riduzione del seno o altri interventi chirurgici sul seno
  • eventuali precedenti falsi positivi
  • allergie cutanee, in particolare al lattice
  • preoccupazioni sul dolore o l’ansia durante la procedura
  • se le precedenti mammografie sono state dolorose

7. Follow-up con un medico

dottore e paziente

Alcune cliniche offrono risultati interni. La maggior parte delle donne, tuttavia, dovrà seguire i propri medici. Il medico fornirà i risultati della mammografia, nonché informazioni su eventuali passi successivi.

La maggior parte dei medici eseguirà anche un esame del seno nel loro ufficio.Questo può aiutare a rilevare tutto ciò che la mammografia potrebbe aver perso. I mammogrammi sono altamente sensibili, ma identificano solo l’84% circa del cancro al seno nelle donne testate.

Per aiutare a comprendere i risultati, i seguenti punti possono essere discussi con un medico:

  • livello di rischio di cancro al seno
  • se ci fosse qualcosa di insolito nella proiezione
  • se sono necessari test di follow-up
  • quando dovrebbe essere programmata la prossima mammografia
  • se ci sono eventuali misure da adottare per ridurre il rischio di cancro al seno

8. Capire i risultati

Più della metà delle donne che si sottopongono a 10 o più mammografie hanno un falso positivo. Se la mammografia mostra una crescita, questo non significa necessariamente cancro. Invece, i medici guardano le mammografie nel contesto di:

  • storia della salute
  • altre proiezioni
  • mammografie precedenti

Se una mammografia rileva una crescita insolita, può essere necessario uno dei seguenti:

  • un esame del seno
  • un’ecografia al seno
  • un’altra mammografia
  • Proiezioni di risonanza magnetica
  • lavoro di sangue
  • biopsia al seno

La diagnosi precoce salva la vita

Queste procedure possono sembrare intimidatorie, ma la diagnosi precoce del cancro al seno salva vite umane.

Nei paesi industrializzati con accesso immediato a strumenti di rilevazione e trattamento aggressivo, oltre l’80 per cento delle donne che ottengono il cancro al seno sopravvive. Quanto prima lo screening, migliori sono i risultati del trattamento.

Like this post? Please share to your friends: