Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Probiotici: benefici per la salute, fatti e ricerca

I probiotici sono microrganismi che possono migliorare la salute di una persona.

Bilanciando la microflora intestinale, i probiotici svolgono un ruolo importante nella regolazione della funzione intestinale e della digestione. Le microflora sono alghe microscopiche e funghi già presenti nell’apparato digerente.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce questi batteri “buoni” come “microrganismi vivi che, se somministrati in quantità adeguate, conferiscono benefici all’ospite”.

Il corpo umano contiene circa 3,5 libbre (libbra) di batteri probiotici. Questo è più del peso del cervello.

I probiotici sono anche consumati in alimenti fermentati con colture viventi attive, come lo yogurt. Sono disponibili in forma di supplemento sotto forma di capsule, liquidi e polveri.

Fatti veloci sui probiotici

  • I probiotici sono microrganismi che forniscono attivamente benefici per la salute al loro ospite.
  • Hanno mostrato benefici per la digestione, la pressione sanguigna, la funzionalità cerebrale, la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e la lotta contro l’infezione.
  • Sono disponibili come integratori o in prodotti alimentari fermentati, come yogurt, kimchi, miso e formaggi stagionati.

Benefici alla salute

Lactobacillus probiotico

Va notato che molti dei possibili benefici per la salute dei probiotici richiedono ancora ulteriori conferme e ricerche.

Gli effetti dei probiotici sul corpo variano tra microrganismi e ceppi.

1) Trattamento della diarrea

Alcuni ceppi di probiotici hanno dimostrato risultati positivi nel trattamento della diarrea e della gastroenterite. Secondo un rapporto pubblicato nel, i probiotici sono efficaci nel combattere diverse forme di diarrea.

Uno studio pubblicato nel concluso che le specie sono sicure ed efficaci per il trattamento di bambini con diarrea infettiva.

I ricercatori hanno concluso che il consumo preventivo di specie potrebbe ridurre significativamente il rischio di diarrea, in particolare la gastroenterite da rotavirus nosocomiale.

2) Funzione cerebrale

I probiotici possono essere utili per la funzione cerebrale. I ricercatori dell’UCLA hanno scoperto che la funzionalità del cervello migliorava tra le donne sane che consumavano regolarmente yogurt contenente probiotici.

“I nostri risultati indicano che parte del contenuto di yogurt può effettivamente cambiare il modo in cui il nostro cervello risponde all’ambiente.”

Dr Kirsten Tillisch, autore dello studio, UCLA

I ricercatori hanno anche suggerito una connessione tra probiotici e ansia. Gli studi hanno dimostrato le qualità che riducono lo stress dei probiotici nei topi. Sebbene questo legame rimanga non verificato negli esseri umani, i risultati suggeriscono possibili modi in cui i probiotici possono supportare il trattamento dei problemi di salute mentale.

3) colesterolo

La ricerca ha anche suggerito che una formulazione di NCIMB 30242 può ridurre i livelli di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) nel sangue. Il LDL è a volte indicato come colesterolo “cattivo”.

Nello studio, due dosi giornaliere di NCIMB 30242 hanno abbassato sia il colesterolo “cattivo” che il colesterolo totale nel sangue.

Il Dr. Mitchell Jones, uno degli autori dello studio, ha dimostrato che i probiotici possono “in particolare ridurre gli esteri di colesterolo associati a acidi grassi saturi” cattivi “nel sangue.”

4) Pressione sanguigna

Uno studio ha trovato che il latte fermentato con ceppi di può aiutare a ridurre la pressione sanguigna.

Inoltre, questo studio dimostra che i probiotici possono aumentare i livelli di vitamina D nel sangue attraverso i loro processi metabolici. La vitamina D aiuta anche a prevenire l’aumento della pressione sanguigna. Sono necessari ulteriori studi clinici per confermare i benefici della pressione sanguigna dei probiotici.

5) Sindrome dell’intestino irritabile

Vi è una crescente evidenza che i probiotici possono aiutare a trattare la sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Due articoli di revisione, pubblicati in, hanno esaminato approcci terapeutici a IBS. Hanno scoperto che i probiotici sono altamente efficaci nella gestione dell’IBS, in particolare.

6) Infezione

Gli scienziati hanno scoperto che i batteri probiotici possono proteggere contro l’infezione da batteri più dannosi.

offre una protezione significativa contro l’infezione di origine alimentare. Una speciale proteina di adesione viene aggiunta a.

Il microrganismo probiotico si aggancia quindi alle cellule intestinali al posto di, creando una competizione tra microrganismi che possono impedire alla infezione dannosa di trovare un luogo da attaccare.

In questa fase, sono state testate solo cellule umane e sono necessari ulteriori studi sugli organismi viventi per confermare gli effetti dell’infezione.

7) Psoriasi e sindrome da stanchezza cronica (CFS)

Gli scienziati dell’University College di Cork, in Irlanda, hanno riportato nella rivista che 35624 possono anche avere benefici per i pazienti con psoriasi e sindrome da stanchezza cronica.

35624 è un probiotico disponibile negli Stati Uniti (USA) per fortificare il sistema digestivo.

Questo studio è significativo, hanno aggiunto gli autori, perché mostra che un singolo probiotico può influenzare il sistema immunitario sistemico nell’uomo, e non solo il sistema immunitario della mucosa. Il sistema immunitario delle mucose protegge il sistema respiratorio, il tratto urogenitale e il rivestimento dello stomaco.

Queste sono le prime aree in grado di infettare gli agenti patogeni o microrganismi infettivi provenienti dall’esterno del corpo.

La difesa immunitaria sistemica, tuttavia, funziona in tutto il corpo. Se i probiotici possono agire a sostegno dell’immunità sistemica, possono rispondere a condizioni come la psoriasi e la sindrome da stanchezza cronica.

Fonti di probiotici

Gli alimenti che contengono probiotici naturali includono:

  • Yogurt
  • kefir
  • burro di latte
  • formaggi morbidi o stagionati
  • kimchi
  • crauti non pastorizzati
  • miso
  • tempeh
  • alcune bevande di soia

Sono disponibili anche prodotti fortificati probiotici, come succhi, cioccolatini, farina e cereali.

Assicurarsi sempre che i probiotici che si prendono siano adatti per la gestione della propria condizione.

Like this post? Please share to your friends: