Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Pseudofachia (IOL): segni di cui hai bisogno e complicazioni

La pseudofachia si traduce dal latino per indicare la falsa lente. Il termine si riferisce all’impianto di una lente intraoculare per sostituire una lente naturale, essendo la lente la parte chiara dell’occhio che focalizza la luce e le immagini, consentendo a una persona di vedere.

Pseudofachia si verifica spesso durante la chirurgia della cataratta. Una cataratta provoca l’annebbiamento o l’offuscamento della lente nell’occhio di una persona ed è una condizione comune spesso correlata all’invecchiamento.

Secondo il National Eye Institute (NEI), più della metà degli americani avrà una cataratta o avrà avuto un intervento di cataratta all’età di 80 anni.

Fatti veloci sulla pseudofachia:

  • La pseudofachia segue la chirurgia della cataratta quando una lente artificiale sostituisce la lente naturale di una persona.
  • Le lenti intraoculari (IOL) sono probabili quando qualcuno ha bisogno di un intervento chirurgico di cataratta.
  • In casi normali, la IOL non avrà più bisogno di ulteriori cure una volta guarita.
  • Il tipo di IOL dipende dalla prescrizione di occhiali da vista di una persona, dalle abitudini di vita e dal costo.

Quali sono i segni che hai bisogno di IOL?

Paziente maschio maturo che ha esame degli occhi all'optometrista.

I segni sono simili a quelli della cataratta.

La cataratta, che si verifica quando le proteine ​​della lente si aggregano, può offuscare la vista e rendere difficile la messa a fuoco.

Sintomi e segni comuni di cataratta includono:

  • visione offuscata o confusa
  • difficoltà a vedere in condizioni di illuminazione scarsa o scarsa e di notte
  • le immagini sembrano come se fosse stato aggiunto un filtro da marrone a giallastro
  • visione doppia nell’occhio colpito
  • difficoltà a vedere o concentrarsi su cose a distanza e da vicino
  • vedere colori sbiaditi, meno vibranti, in particolare tonalità di viola e blu
  • bisogno di illuminazione supplementare per vedere primi piani, specialmente durante la lettura
  • maggiore sensibilità alla luce intensa, come la luce del sole o l’abbagliamento dei fari dell’auto
  • le sorgenti luminose potrebbero avere un anello o un alone attorno a loro
  • dover cambiare le prescrizioni degli occhiali o delle lenti a contatto più spesso del normale

Di solito, maggiore è la cataratta, i sintomi più gravi o gravi sono anche se le cataratte sono indolori.

Cosa aspettarsi dall’impianto IOL?

Una volta impiantato, la IOL diventa una parte dell’occhio permanente e funzionante.

Per i primi giorni dopo l’intervento chirurgico e l’impianto di IOL, ci si possono aspettare alcuni lievi effetti collaterali.

I sintomi più comuni associati alla chirurgia della cataratta includono:

  • lieve irritazione, di solito prurito, arrossamento e gonfiore
  • palpebra cadente
  • lieve sensibilità alla luce
  • visione sfocata

In rari casi, alcune persone sviluppano gravi complicanze, più comunemente, un’infezione.

I sintomi che richiedono attenzione medica immediata includono:

  • dolore continuo dopo l’assunzione di farmaci antidolorifici da banco
  • arrossamento degli occhi intenso o crescente
  • perdita della vista
  • febbre
  • secrezione oculare
  • sanguinamento negli occhi
  • eruzione cutanea
  • gonfiore del viso
  • respirazione difficoltosa
  • sentire la IOL, vedere il bordo della lente o un altro disagio
  • visione doppia
  • aumento della pressione oculare

Quali sono i tipi di IOL?

La maggior parte degli IOL sono fatti di plastica, acrilico o silicone.

Attualmente, ci sono diversi tipi di IOL disponibili, tra cui:

IOL monofocali standard

IOL o lenti intraoculari.

Questa lente a fuoco singolo viene solitamente utilizzata per correggere o ripristinare la visione in lontananza. Molte persone non avranno bisogno di indossare occhiali per questo dopo l’intervento chirurgico, ma la maggior parte delle persone ha ancora bisogno di occhiali da lettura o di concentrarsi sugli oggetti in primo piano. Fino a poco tempo fa questi erano l’unico tipo di IOL comunemente usato.

Di conseguenza, le IOL monofocali sono considerate lo standard per la chirurgia della cataratta e coperte dalla maggior parte delle compagnie assicurative o da Medicare.

IOL multifocali

Simile agli occhiali progressivi o bifocali, le IOL multifocali hanno diversi anelli alimentati diversamente che consentono una visione chiara a distanze prossime, intermedie e lontane.

Di solito, il cervello impara rapidamente quale anello corrisponde a quale distanza e transizioni continue tra di loro. Questo riduce la necessità di leggere gli occhiali dopo l’intervento.

In molti casi, questo tipo di IOL è considerato un aggiornamento elettivo e non coperto interamente dall’assicurazione.

IOL Torico

Le persone con cataratta e astigmatismo richiedono una IOL specializzata.

L’astigmatismo si verifica quando la lente o la cornea sulla superficie anteriore dell’occhio, è ovale o di forma cilindrica invece di essere rotonda.

In quasi tutti i casi le IOL toriche sono considerate un aggiornamento elettivo e, di nuovo, non sono completamente coperte dall’assicurazione.

IOL accomodanti

In molti modi, le IOL accomodative sono le più vicine a un obiettivo naturale.

Sebbene contengano solo una messa a fuoco singola, possono rispondere agli stimoli della muscolatura oculare, spostandosi in avanti per concentrarsi sugli oggetti vicini e all’indietro per concentrarsi sugli oggetti più lontani. Ciò consente a chiunque di vedere sia la distanza che il primo piano e può ridurre la necessità di occhiali dopo l’intervento di cataratta.

In quasi tutti i casi, anche le IOL accomodative sono considerate un aggiornamento elettivo e non sono completamente coperte da compagnie assicurative o Medicare.

Come vengono impiantati IOL?

Consulente Oftalmologo che esegue chirurgia della cataratta in sala operatoria.

Quando la vista peggiora e le cataratte iniziano a interferire con le attività quotidiane, la chirurgia è di solito l’unica opzione.

Secondo il NEI, la chirurgia della cataratta è uno dei più comuni, efficaci e più sicuri tipi di chirurgia utilizzata negli Stati Uniti. Circa il 90% delle persone che subiscono un intervento di cataratta vedono un miglioramento della vista.

Prima dell’intervento chirurgico, un oculista determinerà il tipo di IOL necessario misurando le dimensioni e la forma dell’occhio.

Colliri medicati vengono comunemente prescritti prima e dopo l’intervento chirurgico per prevenire infezioni e ridurre l’infiammazione o il gonfiore.

Precisamente ciò che accade il giorno dell’intervento dipende dal tipo di procedura scelta dal medico e dal chirurgo.

Come viene eseguita la procedura?

Mentre i farmaci anti-ansia possono essere somministrati, una persona sarà generalmente sveglia durante l’operazione.Anche se la luce e il movimento saranno evidenti durante l’intervento chirurgico, ciò che viene fatto non sarà visto dal destinatario.

La maggior parte degli interventi chirurgici semplici richiede solo da 10 a 20 minuti in totale.

Le fasi coinvolte includono:

  • Il chirurgo che taglia un piccolo foro nella parte anteriore dell’occhio sul bordo della cornea o copertura trasparente dell’occhio, usando una lama o un laser.
  • Una sonda viene inserita attraverso il taglio che trasmette onde ultrasoniche, mirando alla lente e ai gruppi proteici o alla cataratta.
  • Il chirurgo che utilizza un dispositivo di aspirazione per rimuovere l’obiettivo una volta e la cataratta sono stati suddivisi in pezzi più piccoli.
  • Un nuovo artificiale o IOL inserito dietro l’iride dove era il vecchio obiettivo.
  • Un cerotto appoggia l’occhio colpito per proteggerlo dalla luce mentre si riprende.
  • Se non si notano effetti collaterali entro 15-30 minuti dopo l’intervento, la maggior parte delle persone è libera di andarsene.

Il chirurgo spiegherà i consigli per la cura a casa, in modo da evitare di spingere o toccare l’occhio interessato. Spiegheranno anche quali attività dovrebbero essere evitate durante il recupero e per quanto tempo.

Di solito vengono prescritte gocce oculari per prevenire l’infezione e aiutare con l’infiammazione. Le visite postoperatorie multiple sono di solito programmate con un medico dopo l’intervento chirurgico, per valutare i progressi di una persona e per cercare complicanze.

Di solito, un recupero completo dalla chirurgia IOL richiederà circa 8 settimane dopo di che, una persona può riprendere le normali attività.

Like this post? Please share to your friends: