Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Puoi avere un’allergia all’aglio?

L’aglio è una lampadina della famiglia dei gigli. Usato per aromatizzare gli alimenti, è anche ampiamente venduto come polvere o olio.

Alcune persone assumono supplementi di aglio per i loro potenziali benefici, come l’abbassamento del colesterolo e l’ipertensione.

Le vere allergie all’aglio sono rare e una persona ha maggiori probabilità di avere un’intolleranza. In questo articolo, guardiamo i sintomi di allergie e intolleranze all’aglio. Descriviamo anche gli alimenti da evitare e come prevenire una reazione allergica.

Sintomi

La persona con mal di stomaco dopo aver mangiato cibo è allergica

Un’allergia si verifica quando il corpo entra in contatto con una sostanza estranea e reagisce in modo eccessivo, rilasciando cellule immunitarie infiammatorie.

Queste reazioni possono variare da lievi a gravi. Se una persona ha una reazione lieve a un certo punto, può avere una reazione grave in seguito.

I sintomi associati a un’allergia alimentare includono:

  • una tosse
  • difficoltà a deglutire
  • vertigini
  • orticaria
  • crampi allo stomaco
  • formicolio, soprattutto intorno alla bocca
  • vomito
  • dispnea

Nella sua forma più grave, un’allergia all’aglio potrebbe scatenare l’anafilassi. Questo fa gonfiare la gola, il che può rendere difficile respirare.

Una persona può anche avere un’intolleranza all’aglio, che è diversa da un’allergia. Un’intolleranza può causare sintomi spiacevoli, ma non innesca una risposta del sistema immunitario.

Esempi di sintomi associati a un’intolleranza all’aglio includono:

  • gonfiore
  • tosse
  • mal di testa
  • nausea
  • naso che cola

Questi sintomi in genere richiedono più tempo per apparire di quelli di un’allergia. Le reazioni allergiche di solito si verificano subito dopo aver mangiato o entrando in contatto con un cibo problematico, mentre i sintomi di un’intolleranza possono richiedere diverse ore.

Le cause

Le allergie alimentari si verificano quando il corpo reagisce a una sostanza normalmente innocua come se fosse un invasore straniero, come un virus del raffreddore o dell’influenza. Il corpo combatte la minaccia percepita con una risposta infiammatoria, portando a sintomi come starnuti, gonfiore e tosse.

I medici non sanno perché alcune persone provano allergie a certi cibi e non ad altri.

Sanno che avere una storia familiare di allergie aumenta il rischio di una persona.

Diverse condizioni, tra cui l’asma e l’eczema, possono anche rendere una persona più incline alle allergie.

I bambini tendono ad avere più allergie alimentari rispetto agli adulti, ma i sintomi possono svanire con l’avanzare dell’età.

Alimenti da evitare

Bulbi di aglio e chiodi di garofano sul tavolo di legno per indicare allergia.

L’aglio è usato per condire un’ampia varietà di cibi. Una persona con un’intolleranza può essere in grado di consumare piccole quantità di aglio senza manifestare sintomi. Tuttavia, alcune persone con intolleranze o allergie sperimentano sintomi gravi ogni volta che mangiano aglio.

Gli alimenti che di solito contengono aglio includono:

  • chutney
  • paste, come lasagne e spaghetti
  • salse
  • zuppe
  • burri e oli

Aglio, cipolle e verdure simili appartengono alla famiglia dei gigli. Chiunque abbia allergia o intolleranza all’aglio può anche essere sensibile a cipolle, erba cipollina, porri o scalogni. Consuma queste verdure con cautela fino a quando non si escludono reazioni avverse.

I seguenti suggerimenti possono aiutare a evitare l’aglio nei pasti:

  • Aglio e cipolle non possono essere specificamente menzionati nelle liste degli ingredienti, ma sono invece inclusi tra “condimenti” o “aromi”.
  • Alcuni produttori di alimenti includono un numero di telefono sulla confezione, quindi una persona può chiamare e chiedere su eventuali allergeni.
  • Informare il personale del ristorante su un’allergia all’aglio o alle cipolle, per assicurarsi che nessun alimento o salsa pre-confezionati contenga questi ingredienti.

Alcune persone portano una carta o indossano un braccialetto che identifica le loro allergie. Sono progettati per informare il personale medico e accelerare il trattamento in caso di una grave reazione allergica.

Test allergologici

Dottore e paziente alla scrivania

I medici possono testare molte allergie alimentari comuni. Una prova consiste nel pungere delicatamente la pelle sull’avambraccio e posizionare un piccolo campione liquido del potenziale allergene sulla zona. Se la pelle si infiamma, la persona potrebbe essere allergica.

Tuttavia, attualmente non è possibile utilizzare il test della puntura della pelle per diagnosticare un’allergia all’aglio. Se un medico non può fare una diagnosi fiduciosa basata solo sui sintomi, può chiedere che una persona consumi dell’aglio prima di sottoporsi a un esame del sangue, per verificare la risposta del sistema immunitario.

prospettiva

Le allergie all’aglio sono rare, quindi è più probabile che una persona abbia un’intolleranza.

Evitare questo ingrediente comune potrebbe essere una sfida. Una persona dovrebbe spiegare a fondo le potenziali conseguenze per il personale del ristorante, la famiglia e gli amici.

Vedere uno specialista per ulteriori informazioni su un’allergia all’aglio e opzioni di trattamento. Per le persone che necessitano di un rapido sollievo da gravi reazioni, il medico può prescrivere un iniettore di epinefrina, comunemente noto come EpiPen.

Like this post? Please share to your friends: