Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Puoi fare un tatuaggio durante la gravidanza o l’allattamento?

La gravidanza è un momento unico e memorabile e ottenere un nuovo tatuaggio può essere un modo per sottolineare l’occasione.

Tuttavia, se una donna sta pensando di farsi un tatuaggio durante la gravidanza, è essenziale che lei comprenda i rischi e sappia quali precauzioni prendere.

È sicuro farsi un tatuaggio durante la gravidanza?

signora incinta con tatuaggio

C’è una ricerca limitata sulla sicurezza di ottenere un tatuaggio durante la gravidanza. Se una donna sceglie di farsi tatuare durante la gravidanza, ci sono alcuni passi che può seguire per assicurarsi che stia prendendo tutte le precauzioni possibili per ridurre i rischi associati.

È una buona idea lasciare che il tatuatore sappia della gravidanza. In questo modo, possono assicurarsi che lo studio sia impostato in modo sicuro prima di iniziare.

Per fare un tatuaggio fatto in sicurezza, una donna dovrebbe anche:

  • Assicurati che il tatuatore sia un praticante registrato.
  • Assicurati che lo studio abbia spazi separati per tatuaggi e piercing.
  • Assicurati che il tatuatore usi nuovi guanti per ogni procedura.
  • Sentiti sicuro che i pavimenti e le superfici sono tutti puliti.
  • Verificare che il tatuatore utilizzi un’autoclave, un’unità per pulire e sterilizzare le apparecchiature tra un utilizzo o l’altro.
  • Controlla che tutti gli aghi siano nuovi di zecca.
  • Assicurati che tutte le tinture e gli inchiostri usati per il tatuaggio siano sterili e non aperti, o che siano presi da bicchieri singoli e gettati via dopo l’uso.
  • Controlla che il tatuatore sia facilmente raggiungibile durante le prime 24 ore dopo aver eseguito la procedura.

Il tatuatore dovrebbe anche fornire informazioni di contatto ed essere felice di essere contattato con domande e preoccupazioni nei mesi successivi al tatuaggio.

Le persone dovrebbero esprimere qualsiasi preoccupazione in merito alla sicurezza, alla pulizia o alle pratiche di un tatuatore o di un centro per tatuaggi. Uno studio rispettabile e un tatuatore esperto non avranno problemi ad affrontare le preoccupazioni di una persona.

Se qualcuno è preoccupato che il loro tatuaggio sia stato eseguito in condizioni non sicure o discutibili, dovrebbe contattare il proprio medico e richiedere di essere sottoposto a test per l’epatite, l’HIV e la sifilide il più presto possibile.

rischi

Lady si fa un tatuaggio sulla schiena

La preoccupazione principale di ottenere un tatuaggio durante la gravidanza è il rischio che possa portare a un’infezione.

Le probabilità di sviluppare un’infezione sono basse se una donna segue tutte le procedure di sicurezza e igiene.

Tuttavia, infezioni gravi come l’epatite B o l’HIV possono essere trasmesse al bambino durante la gravidanza.

I sintomi di queste infezioni possono richiedere anni per diventare evidente, e può richiedere un test di funzionalità epatica per diagnosticare questi tipi di infezione.

Un nuovo tatuaggio è una ferita aperta e quindi suscettibile alle infezioni. I segni di un tatuaggio infetto includono:

  • febbre o brividi
  • secrezione maleodorante, pus o lesioni rosse all’interno e intorno all’area del tatuaggio
  • aree di tessuto duro sollevato intorno al tatuaggio
  • linee scure che diventano visibili dentro o intorno all’area tatuata

Seguire le istruzioni postoperatorie dello studio dovrebbe ridurre al minimo i rischi di infezione del tatuaggio. Tuttavia, se una donna manifesta uno qualsiasi dei segni di infezione, deve consultare immediatamente un medico.

C’è anche una ricerca minima disponibile sulla sicurezza dei coloranti usati nel tatuaggio e nella gravidanza.

È possibile che le sostanze chimiche presenti nella tintura vengano trasmesse al nascituro e potrebbero influire sul suo sviluppo, in particolare durante le prime 12 settimane.

Cose da considerare

Ottenere un tatuaggio non è una decisione che qualcuno dovrebbe prendere alla leggera, in quanto significa un cambiamento permanente nel corpo di una persona.

A seconda della sua posizione, la forma del tatuaggio può cambiare durante la gravidanza mentre il corpo cambia per adattarsi al bambino. Il tatuaggio potrebbe non tornare alla sua forma originale dopo la gravidanza.

Molte donne in gravidanza sviluppano smagliature sui fianchi, sulle cosce e sullo stomaco, che possono anche cambiare l’aspetto di un tatuaggio.

Se una donna sceglie di farsi un tatuaggio sulla schiena, ciò potrebbe influire sul fatto che decida di avere un’epidurale durante il travaglio.

Non ci sono studi sufficienti per stabilire se un nuovo tatuaggio possa causare un aumento dei rischi durante l’epidurale. La maggior parte degli anestesisti non dovrebbe rifiutarsi di somministrare un’epidurale anche se una donna ha un tatuaggio alla schiena.

Il tessuto cicatriziale può formarsi dove viene data l’epidurale, il che può influenzare l’aspetto di un tatuaggio esistente.

Se una donna incinta sta pensando di farsi un tatuaggio sulla parte bassa della schiena, è una buona idea controllare la politica ospedaliera sui tatuaggi e le epidermidi della parte bassa della schiena. Se il tatuaggio è molto nuovo e continua a guarire o è stato infettato, potrebbe non essere raccomandata un’epidurale.

Una donna incinta è anche più suscettibile a certe condizioni della pelle che possono rendere difficile e doloroso ottenere un tatuaggio.

Queste condizioni della pelle includono:

  • Papule orticarioidi e placche di gravidanza (PUPP) pruriginose. Questa condizione della pelle può causare eruzioni cutanee, urti e aree di gonfiore, in genere su gambe, braccia o stomaco.
  • Prurigo della gravidanza. Questo è un eritema pruriginoso e scomodo che provoca piccole protuberanze chiamate papule a comparire sulla pelle. Può durare mesi, dopo che una donna ha consegnato il suo bambino.
  • Impetigine erpetiforme. Questa è una forma rara di psoriasi che può causare effetti collaterali come nausea, vomito, febbre e brividi.
  • Iperpigmentazione. I cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo di una donna durante la gravidanza possono anche causare iperpigmentazione in alcune donne. L’iperpigmentazione causa l’oscuramento di alcune aree della pelle. Colpisce fino al 70% delle donne in gravidanza ed è aggravata dall’esposizione al sole.

E l’henné?

In alcune culture, è consuetudine ricevere tatuaggi all’henné durante la gravidanza per portare fortuna.

I tatuaggi all’hennè vengono solitamente applicati alla pancia della donna durante l’ultimo trimestre. L’henné agisce colorando la pelle con una tintura naturale e dura fino a 4 settimane.

I tatuaggi all’hennè sono considerati sicuri da ottenere durante la gravidanza.Tuttavia, è essenziale assicurarsi che il tatuatore non stia usando l’henné nero. I tatuaggi all’henné devono essere applicati con l’henné marrone scuro o rosso.

L’henné nero non è sicuro poiché contiene para-fenilendiammina (PPD), che può essere molto dannosa per la pelle, causando ustioni e vesciche.

Puoi fare un tatuaggio mentre allatti?

Signora con tatuaggi che allatta il suo bambino

Alcune donne sono preoccupate per la sicurezza di farsi un tatuaggio durante l’allattamento. Tuttavia, un ago per tatuaggio raggiunge solo lo strato dermico della pelle e la struttura molecolare dell’inchiostro è troppo grande per passare attraverso il latte materno.

Tuttavia, le donne che pensano di avere un tatuaggio durante l’allattamento dovrebbero essere consapevoli dei possibili rischi di sviluppare un’infezione che potrebbe danneggiare il bambino. Mentre il rischio di infezione è basso, è possibile. Sebbene le infezioni, come l’epatite e l’HIV, non si diffondano necessariamente attraverso il latte materno, il contatto con i capezzoli screpolati o sanguinanti durante l’alimentazione può aumentare il rischio di contrarre una malattia.

Di solito è sicuro allattare al seno quando si è ammalati di una piccola infezione o malattia. Tuttavia, una donna dovrebbe essere sicura di chiedere antibiotici che siano sicuri da usare durante l’allattamento se visita un medico per un’infezione batterica.

Prendendo le opportune precauzioni, come ad esempio la ricerca del tatuatore, il controllo dello studio e le successive istruzioni post-cura ridurrà al minimo il rischio di infezione.

Porta via

Va bene farsi un tatuaggio durante la gravidanza? Questo dipende dall’individuo. Mentre ci sono molte precauzioni che una donna incinta può prendere per minimizzare il rischio, non vi è alcuna garanzia che l’infezione non si verifichi.

Molte donne preferiscono aspettare un nuovo tatuaggio fino a quando il loro bambino non nasce e hanno smesso di allattare. Questo assicura che qualsiasi rischio associato di ottenere un tatuaggio non influirà sul loro bambino.

Like this post? Please share to your friends: