Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Qual è il latte migliore per le persone con diabete?

Sia che venga servito con cereali o uno spuntino pomeridiano, il latte è un prodotto lattiero-caseario che è una parte comune delle diete di molte persone. Ma per quelli con diabete, il conteggio dei carboidrati del latte può avere un impatto sulla glicemia.

Il latte contiene lattosio, uno zucchero naturale o carboidrati che il corpo usa per produrre energia. Una porzione di latte da 8 once contiene 12 grammi di carboidrati.

L’American Diabetes Association (ADA) consiglia di consumare da 45 a 60 grammi di carboidrati per pasto. Un bicchiere di latte standard rappresenterà quindi da un terzo a un quarto dell’assunzione di carboidrati raccomandata per un pasto.

Mentre il latte vaccino offre benefici per il calcio e il gusto a chi soffre di diabete, il suo impatto sulla glicemia può rendere migliori le altre scelte.

Il latte migliore per le persone con diabete

Un bicchiere di latte accanto ad alcune mandorle.

Il latte “migliore” per chi soffre di diabete dipende in realtà dalle preferenze di gusto di una persona, dalla dieta quotidiana e dall’assunzione giornaliera di carboidrati.

Ad esempio, se l’obiettivo di una persona è ridurre il più possibile l’assunzione di carboidrati, il latte di mandorla ha quasi zero carboidrati.

Il latte scremato può essere un’opzione a basso contenuto di grassi e ipocalorico per coloro che non sono intolleranti al lattosio.

Tuttavia, il latte scremato contiene carboidrati. È importante che le persone con diabete includano questo conteggio dei carboidrati nei loro piani alimentari giornalieri.

Latte e rischio di diabete di tipo 2

Diversi studi hanno tentato di trovare un collegamento tra bere latte e un rischio ridotto di sperimentare il diabete di tipo 2.

Latte versando in un bicchiere.

Uno studio pubblicato nel 2011 ha esaminato 82.000 donne in postmenopausa a cui non era stato diagnosticato il diabete al momento dello studio. Nel corso di 8 anni, i ricercatori hanno misurato l’assunzione da parte delle donne di prodotti lattiero-caseari, tra cui latte e yogurt.

I ricercatori hanno concluso che “una dieta ricca di latticini a basso contenuto di grassi è associata a un minor rischio di diabete nelle donne in post-menopausa, in particolare in quelle che sono obese”.

Un altro studio pubblicato nel 2011 tracciava la relazione tra il consumo di latticini di una persona durante l’adolescenza e il rischio per il diabete di tipo 2 da adulto. I ricercatori hanno concluso che “l’assunzione di prodotti lattiero-caseari più elevati durante l’adolescenza è associata a un minor rischio di diabete di tipo 2”.

Uno studio del 2014 condotto dall’Università di Lund in Svezia, pubblicato nel ristorante che ha trovato latte e yogurt ricchi di grassi, riduce il rischio di diabete di tipo 2 di una persona fino a un quinto.

I ricercatori hanno esaminato gli effetti di diversi tipi di grassi saturi sul rischio di diabete di una persona. Hanno concluso che una dieta ricca di grassi saturi presenti nel latte era protettiva nei confronti del diabete di tipo 2. Tuttavia, hanno scoperto che una dieta ricca di grassi saturi dovuta al consumo di carne era associata a maggiori rischi per il diabete di tipo 2.

Le scelte del latte possono essere diverse per chi ha già il diabete di tipo 2. Quelli con diabete di tipo 2 potrebbero essere più interessati ai carboidrati che ai grassi. Tuttavia, questi studi sollevano il punto che non tutti i grassi, compresi quelli trovati nel latte, sono dannosi per la salute di una persona.

Nutrizione

Molte opzioni di latte possono essere trovate al negozio di alimentari. Questi includono percentuali variabili di latte vaccino, latte di riso e latte di mandorle. Considera i fatti nutrizionali per alcune delle seguenti opzioni di latte (tutte le porzioni sono per una tazza, o 8 once, di latte):

Una brocca e un bicchiere di latte.

Latte intero

  • Calorie: 149
  • Grasso: 8 grammi
  • Carboidrati: 12 grammi
  • Proteine: 8 grammi
  • Calcio: 276 milligrammi

Latte scremato

  • Calorie: 91
  • Grasso: 0,61 grammi
  • Carboidrati: 12 grammi
  • Proteine: 8 grammi
  • Calcio: 316 milligrammi

Latte di mandorle (non zuccherato)

  • Calorie: 39
  • Grasso: 2,88 grammi
  • Carboidrati: 1,52 grammi
  • Proteine: 1,55 grammi
  • Calcio: 516 milligrammi

Latte di riso (non zuccherato)

  • Calorie: 113
  • Grasso: 2,33 grammi
  • Carboidrati: 22 grammi
  • Proteine: 0,67 grammi
  • Calcio: 283 milligrammi

Sebbene queste non siano le uniche opzioni latte per i diabetici, mostrano come ci siano molti tipi diversi di latte. Ogni tipo di latte ha le sue qualità, da più a meno calcio e più a meno carboidrati.

Ad esempio, il latte di mandorle ha quasi zero carboidrati mentre il latte intero e scremato hanno 12 grammi di carboidrati. Alcune varietà di latte di mandorle hanno anche più calcio per tazza rispetto al latte da latte. Alcuni latti vegetali sono anche a basso contenuto di proteine ​​a meno che non contengano proteine ​​aggiunte.

I latti di mandorle e di riso sopra elencati sono le versioni non zuccherate. Latti di mandorle e riso con zuccheri aggiunti contengono quantità maggiori di carboidrati.

Benefici

Il latte può essere una fonte importante di calcio, vitamina D e proteine ​​nella dieta quotidiana di una persona, oltre ad essere parte della sua assunzione giornaliera di liquidi.

L’ADA consiglia di scegliere bevande a basso o zero contenuto calorico laddove possibile, a basso contenuto di carboidrati.

Esempi inclusi:

  • caffè
  • Miscele di bevande a basso contenuto calorico
  • Tè non zuccherato
  • acqua
  • Acqua frizzante

L’ADA elenca anche l’opzione di latte magro come aggiunta all’assunzione giornaliera di bevande. Raccomandano di scegliere l’opzione a basso contenuto di grassi o latte scremato ogni volta che è possibile e di aggiungerlo a un piano alimentare in termini di assunzione di carboidrati.

Altre opzioni di latte senza lattosio includono riso, mandorle, soia o latte di lino e altre opzioni meno note come latte di canapa e latte di anacardi.

Il latte non deve necessariamente essere parte di una dieta. Tuttavia, è importante ricordare che le persone dovrebbero includere alcuni alimenti contenenti calcio nella loro dieta.

Le persone dovrebbero anche ricordare che la maggior parte dei latticini conterrà carboidrati. Questo include yogurt, formaggio e gelato. Leggere attentamente le etichette nutrizionali per le dimensioni e i conteggi dei carboidrati.

Conclusione

Un numero di alimenti contiene carboidrati.Questi includono pane, pasta, verdure amidacee, fagioli, latte, yogurt, frutta, dolci e succhi di frutta. Un errore comune per chi soffre di diabete è dimenticare di incorporare il numero di carboidrati del latte nelle loro prese giornaliere.

Esempi di porzioni di carboidrati sono una tazza di latte vaccino o latte di soia o 6 once di yogurt senza grassi. Queste porzioni sono pari a un piccolo pezzo di frutta oa una fetta di pane in termini di conte o scambi di carboidrati.

La moderazione è la chiave per bere qualsiasi tipo di latte. Leggere le etichette degli alimenti per quanto riguarda le dimensioni e le quantità di carboidrati è un passo importante per chi soffre di diabete.

Se una persona diabetica è intollerante al lattosio, ci sono anche opzioni di latte disponibili. Gli esempi includono soia, mandorla, canapa, lino e latte di riso, tra gli altri. Una persona potrebbe desiderare di provare diversi tipi di latte per determinare quale gusto preferiscono di più.

Like this post? Please share to your friends: