Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Qual è il pipì notturno notturno nei bambini?

L’enuresi notturna notturna può accadere quando un bambino non può controllare la sua minzione quando dorme.

L’enuresi notturna, nota anche come enuresi notturna o incontinenza notturna, è comune nei bambini piccoli in cui le vesciche sono ancora in via di sviluppo. Colpisce il 15% dei bambini all’età di 5 anni e non è considerato insolito all’età di 6 anni.

I pediatri dicono che è uno dei motivi più comuni per i genitori di cercare aiuto medico.

Le ragazze saranno normalmente asciutte di notte, in media, all’età di 6 anni, e i ragazzi all’età di 7 anni. Entro 10 anni, il 95% dei bambini è asciutto durante la notte.

Tipi di enuresi

[bambino addormentato]

Esistono due tipi principali di enuresi:

  • Enuresi notturna o enuresi notturna. I ragazzi rappresentano il 75% dei casi.
  • Enuresi diurna o mancanza di controllo della minzione durante il giorno. Questo riguarda le ragazze più dei ragazzi.

L’enuresi notturna notturna può essere:

  • Enuresi notturna primaria (PNE), quando il bambino non è stato ancora asciutto per un lungo periodo.
  • Enuresi notturna secondaria (SNE), quando la pipì notturna notturna ritorna dopo un lungo periodo di siccità, di solito di 6 mesi o più.

Fino all’età di 6 anni, o forse 7 anni per un ragazzo, l’enuresi notturna è normale, a condizione che gli intervalli tra gli episodi bagnati si allunghino.

Se il bambino di 6 o 7 anni inizia a bagnare di nuovo il letto dopo un lungo periodo senza farlo, può valere la pena chiedere il parere di un medico di base.

Come fa il corpo a controllare l’enuresi?

Il corpo ha due modi per prevenire l’enuresi notturna.

Mentre dorme, il corpo produce un ormone anti-diuretico chiamato arginina vasopressina (AVP). L’AVP riduce la produzione di urina. Intorno al tramonto ogni giorno, il corpo umano inizia a rilasciare l’AVP e la produzione di urina renale diminuisce. È meno probabile che la vescica si riempia durante la notte.

La maggior parte dei bambini sviluppa questo ciclo ormonale di età compresa tra 2 e 6 anni, ma alcuni possono richiedere più tempo. Più a lungo ci vuole, più a lungo continuerà l’enuresi.

Se la vescica si riempie durante il sonno, le persone normalmente si svegliano per usare il bagno. La maggior parte dei bambini sviluppa questa capacità nello stesso periodo di quando inizia il ciclo dell’ormone AVP.

Se il bambino ha un sonno profondo, se i nervi attorno alla vescica non sono ancora sufficientemente sviluppati, o se c’è una combinazione dei due, possono impiegare più tempo a svegliarsi quando la vescica è piena.

Quando un bambino sviluppa questi due processi, dovrebbe diventare secco di notte.

Perché i bambini bagnano il letto?

La ragione principale è che la vescica non è ancora completamente sviluppata. Le vesciche di alcuni bambini si sviluppano più lentamente di altre. Se la vescica è troppo piccola, non può trattenere così tanto urina.

[ragazzo triste]

Altri motivi includono la costipazione e bere troppo liquido troppo vicino al momento di coricarsi, in particolare le bevande gassate e altre bevande contenenti caffeina, in quanto aumentano la produzione di urina.

La Cleveland Clinic nota che le bevande che contengono agrumi e additivi artificiali come coloranti e dolcificanti possono irritare la vescica e aumentare il problema.

Se un genitore ha bagnato il letto da bambino, è più probabile che lo faccia il bambino. Un bambino i cui genitori non hanno bagnato il letto ha una probabilità del 15% di farlo. Se un genitore ha fatto, il bambino ha una probabilità del 40% di avere lo stesso problema, e se entrambi i genitori lo facessero, c’è una probabilità del 70% che lo faccia anche il bambino.

Occasionalmente, c’è una malattia fisica sottostante come apnea del sonno, diabete o un’infezione del tratto urinario.

A volte, l’enuresi notturna è collegata a un problema emotivo e allo stress. Ciò potrebbe derivare dal bullismo, dalla morte in famiglia, dai problemi coniugali o dalla violenza domestica.

L’imbarazzo e l’ansia per la reazione delle altre persone alla loro enuresi notturna possono rendere i bambini più probabilità di bagnare il letto. Se si sentono imbarazzati e preoccupati, questo può portare a una maggiore enuresi notturna.

I genitori dovrebbero sapere che l’enuresi notturna è una parte comune del normale sviluppo. Il bambino dovrebbe essere confortato e incoraggiato, e non fatto sentire in colpa o imbarazzato.

Nella maggior parte dei casi, dicono gli esperti di medicina, l’enuresi non è il problema. Il problema è come reagisce il bambino o il familiare.

Come viene diagnosticata l’enuresi?

I genitori dovrebbero cercare assistenza medica solo se ci sono prove evidenti di un problema di salute o se il bambino è estremamente angosciato.

Il medico di base è di solito la prima persona che il bambino vedrà. Faranno domande sulla frequenza della pipì a letto, sull’assunzione di liquidi del bambino prima di andare a dormire, sul modo in cui il bambino sta affrontando emotivamente e mentalmente e sul fatto che possa esserci qualcosa, come il bullismo, che potrebbe preoccupare il bambino.

Il medico può chiedere se i genitori hanno avuto una storia di pipì a letto da bambino e se in passato il bambino ha avuto un’infezione del tratto urinario o meno.

Potrebbe essere necessario un esame fisico e scansioni di immagini per vedere se c’è qualche anormalità fisica.

Un test delle urine escluderà qualsiasi possibile condizione medica sottostante che potrebbe essere legata alla pipì a letto, come il diabete.

Qual è il trattamento per l’enuresi?

Se il medico ha escluso un’anomalia fisica o una patologia di base, probabilmente consiglierà ai genitori di attendere che il problema si risolva da solo senza trattamento, offrendo al contempo il conforto e il sostegno del bambino.

Il trattamento non è normalmente raccomandato sotto l’età compresa tra 5 e 7 anni. Dall’età di 7 anni, se il problema sta avendo un impatto significativo sul bambino e sulla famiglia, ci sono un certo numero di opzioni.

Un allarme enuresi è un piccolo sensore collegato alla biancheria intima del bambino. Non appena avverte l’umidità, fa rumore o vibra e il bambino si sveglia. Con il tempo, il bambino normalmente si sveglia automaticamente quando la vescica è piena. Alcuni sensori vibrano pure.

La terapia farmacologica, come la desmopressina, può essere prescritta. Questo può essere utile se il bambino sta andando via per qualche giorno, forse per un pigiama party, una gita scolastica o un campo. La desmopressina fa sì che i reni producano meno urina durante la notte. Il bambino e i genitori devono essere sicuri di seguire attentamente le istruzioni del medico.

I farmaci non sono considerati l’opzione migliore perché non risolvono il problema a lungo termine.

La biancheria intima assorbente può ridurre l’imbarazzo e dare al bambino un certo controllo sulla sua pipì a letto.

Prevenire e affrontare l’enuresi notturna

Per ridurre la possibilità di bagnare il letto, il bambino dovrebbe:

  • Bere molta acqua durante il giorno, specialmente l’acqua, ma ridurre l’assunzione 2 ore prima di coricarsi
  • Evita le bevande gassate e altre bevande contenenti caffeina
  • Usa il bagno prima di andare a dormire, e di nuovo prima di addormentarti se stanno leggendo a letto o guardando la TV
  • Mangia molta frutta e verdura fresca per evitare la stitichezza.

Per alleviare il problema, i genitori possono:

  • Fai visite notturne in bagno senza stress e facilmente, ad esempio, avendo una luce fioca nella hall
  • Metti un vasino nella camera da letto, se il bagno è lontano
  • Proteggi il materasso con un telo impermeabile
  • Dare a un bambino più grande la possibilità di fare il proprio letto se si svegliano bagnati durante la notte, e fornire lenzuola pulite e un cesto della biancheria
  • Assicurarsi che il bambino abbia una doccia al mattino, per rimuovere gli odori e prevenire le prese in giro a scuola.

È importante rimanere neutrali. Se un bambino ti sveglia di notte, consolarli, rifare il letto e metterli a dormire normalmente senza fare un gran clamore. I genitori dovrebbero far sapere al bambino che tutto è e andrà tutto bene, e che non è un grosso problema.

Like this post? Please share to your friends: