Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Qual è l’aspettativa di vita e le prospettive per la BPCO?

La malattia polmonare ostruttiva cronica è un termine per molte condizioni di salute che colpiscono i polmoni di una persona su base cronica.

Provoca l’ostruzione del flusso d’aria, e questo ha un impatto sulla capacità di una persona di ottenere abbastanza ossigeno nei polmoni e spostarlo efficacemente attraverso il corpo.

Poiché il corpo richiede ossigeno per sopravvivere, la condizione può spesso rivelarsi fatale. L’esposizione al fumo di sigaretta è associata al 90% dei casi di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), secondo la Cleveland Clinic.

Quando una persona ha la BPCO, il danno ai polmoni non può essere invertito e la condizione tende quindi a peggiorare con il tempo. Attualmente non esiste una cura per la BPCO.

Fasi della BPCO

Bilance

L’American Thoracic Society, la British Thoracic Society e la European Respiratory Society hanno identificato un sistema di stadiazione che identifica la BPCO in base alla gravità della malattia. Ci sono quattro fasi come segue:

  • Fase 1: lieve
  • Fase 2: moderata
  • Fase 3: grave
  • Fase 4: molto grave

Un altro nome per la BPCO in stadio 4 è la BPCO allo stadio terminale.

In che modo gli esperti misurano la gravità della BPCO?

I medici utilizzano diverse misurazioni della funzione polmonare, dei sintomi e della salute generale di una persona per determinare la gravità della BPCO.

Un esempio di uno strumento di misurazione per BPCO è la scala BODE. BODE sta per indice di massa corporea (BMI), ostruzione, dispnea (mancanza di respiro) e capacità di esercizio.

Quattro valori chiave sono necessari per calcolare un punteggio BODE.

Loro sono:

  • Percentuale FEV1: misura il volume espirato forzato che una persona può espirare in 1 secondo. Quando una persona ha la BPCO, i suoi polmoni non espellono liberamente l’aria. Questo test viene di solito eseguito presso l’ufficio di un pneumologo o medico polmonare. In primo luogo, il paziente deve utilizzare un tipo di farmaco, noto come broncodilatatore, che apre il più possibile le vie aeree al fine di sostenere la respirazione. I risultati sono espressi in percentuale. Più bassa è la percentuale, più grave è la BPCO.
  • Distanza di prova della distanza di sei minuti: la distanza che una persona può percorrere in sicurezza in sei minuti.
  • BMI: il peso della persona rispetto alla sua altezza, sesso e struttura ossea.
  • Difficoltà respiratoria: coloro che diventano più facilmente senza fiato avranno punteggi più alti nella scala BODE.

I punteggi BODE vanno da 0 a 10, di cui 10 è il più compromesso in termini di funzionamento con BPCO. Una persona può fare clic qui per trovare un calcolatore automatico per determinare un indice BODE.

Un altro sistema comunemente usato è la scala ADO, che indica età, dispnea e ostruzione. Viene utilizzata anche la scala della dispnea, dell’ostruzione, del fumo e della capacità di esercizio (DOSE).

Aspettativa di vita e prospettive

Uno dei più forti predittori di aspettativa di vita con BPCO è la percentuale di FEV1. Secondo l’Università di Cincinnati, gli studi hanno dimostrato che circa la metà delle persone con una percentuale di FEV1 sotto i 35 anni non sopravvive per più di 4 anni.

Tuttavia, i test predittivi come FEV1, BODE o altre scale sono solo la miglior stima dell’aspettativa di vita di un medico. Molte persone vivono più a lungo, mentre altre possono avere una vita più breve.

Secondo un rapporto dell’American Lung Association sulla BPCO:

  • Nel 2009, circa 134.000 persone sono morte dalla BPCO.
  • Il numero di morti era più alto nelle femmine (70.066) rispetto ai maschi (63.899).
  • I costi sanitari nazionali annuali della BPCO sono di circa 50 miliardi di dollari in costi diretti e indiretti.
  • La BPCO è la terza causa di morte dopo le malattie cardiache e il cancro.
  • Le donne hanno il doppio delle probabilità di essere diagnosticate con bronchite cronica.
  • È anche più probabile che alle donne venga diagnosticata l’enfisema rispetto agli uomini.

Gestione

I medici considereranno i sintomi che ogni singolo paziente sta vivendo, insieme alle altre condizioni mediche, al fine di prescrivere un regime terapeutico ottimale.

Mentre non esiste una cura per la BPCO, i farmaci possono aiutare a ridurre i sintomi gravi e potrebbero aiutare una persona con BPCO a godere di una migliore qualità della vita quando possibile.

ossigenoterapia somministrata da un medico su un paziente

I farmaci comunemente usati per gestire la BPCO includono:

  • Terapia con broncodilatatori: questo include l’uso di farmaci come il salbutamolo per inalazione per aprire immediatamente le vie respiratorie
  • Farmaci di mantenimento: ad esempio, broncodilatatori a lunga durata d’azione e altri farmaci utilizzati quotidianamente possono aiutare a mantenere le vie respiratorie aperte e ridurre la produzione di muco
  • Corticosteroidi: questo include steroidi per via orale e per via inalatoria per ridurre l’infiammazione nei polmoni
  • Ossigenoterapia: chi ha difficoltà a mantenere un adeguato livello di ossigeno può trarre beneficio dall’indossare una maschera di ossigeno a casa o in modo permanente

La riabilitazione polmonare prevede sedute con un terapista respiratorio o un altro specialista del polmone che insegna tecniche per respirare meglio con BPCO.

I servizi di riabilitazione possono anche includere la consulenza nutrizionale e l’educazione alla BPCO. Queste opzioni sono più adatte alle persone con BPCO stabile e i cui sintomi non peggiorano nel tempo.

È probabile che una persona con BPCO manifesti episodi quando i suoi sintomi di routine peggiorano improvvisamente. Questi sono noti come riacutizzazioni della BPCO. Spesso richiedono diversi farmaci, ospedalizzazione e talvolta supporto respiratorio o ventilatorio fino a quando la riacutizzazione è controllata.

In alcuni casi, gli ambulatori polmonari, incluso il trapianto di polmone, sono usati per gestire la BPCO. Tuttavia, un trapianto è appropriato solo per un piccolo numero di persone con BPCO.

Ospizio e cure palliative

Secondo l’Arizona Center on Aging, si stima che il 30% delle persone che soffrono di BPCO in fase terminale ricerchino cure ospedaliere. Questa può essere una decisione difficile, ma i servizi di hospice e palliative possono fornire un supporto significativo.

I servizi di cure palliative possono fornire assistenza specialistica al fine di ridurre i sintomi quando possibile. Forniscono inoltre supporto alla famiglia e rendono prioritaria la qualità della vita e il comfort del paziente.

La cura dell’ospizio è tradizionalmente riservata a coloro i cui sintomi indicano che la fine della vita è vicina.

Esempi di questi sintomi possono includere:

  • Dipendenza da ossigeno
  • Sperimentare uno o più ricoveri correlati alla BPCO entro un anno
  • Perdita di peso, atrofia muscolare o diminuzione della capacità di svolgere attività quotidiane
  • Invecchiato 70 anni o sopra
  • Avere condizioni di salute aggiuntive che possono influenzare la vita di una persona, come problemi di cuore, reni o fegato
  • Avere un FEV1 inferiore al 30 percento del valore previsto di una persona

Molte compagnie assicurative pagheranno per i servizi di hospice e cure palliative. Un medico può consigliare sui servizi disponibili.

Consigli sullo stile di vita

Non esiste una cura per la BPCO, ma ci sono cose che le persone possono fare per rendere più gestibile la convivenza con la BPCO.

Un vaccino antinfluenzale somministrato da un medico su un paziente

Questi includono:

  • Ottenere la vaccinazione antinfluenzale ogni anno e chiedere al medico i due tipi di vaccino contro la polmonite e il vaccino antitetanico, che include la protezione contro la pertosse
  • Tenere il passo con le vaccinazioni può proteggere l’immunità e ridurre la probabilità di una riacutizzazione della BPCO
  • Fare e mantenere tutti gli appuntamenti del medico richiesti relativi alla salute polmonare
  • Partecipare a un programma di allenamento per esercizi di BPCO, in cui terapisti speciali offrono formazione in tecniche di respirazione che aumentano la capacità di esercizio
  • Riduzione dell’esposizione a fumo di tabacco, sostanze irritanti chimiche e inquinamento
  • Cercare un trattamento immediato se si sviluppa febbre o peggioramento dei sintomi che potrebbero essere segni di un’infezione polmonare
  • Smettere di fumare per i pazienti che attualmente fumano
  • Prendendo tutti i farmaci BPCO prescritti e utilizzando inalatori come dirige il medico

In che modo le persone possono aiutare qualcuno con BPCO

Nelle fasi avanzate della BPCO, una persona può avere difficoltà a svolgere attività fisica di qualsiasi tipo. Potrebbero non mangiare abbastanza a causa della mancanza di respiro e di sperimentare lunghi e faticosi incantesimi di tosse.

Nelle fasi successive, il paziente può fare affidamento pesantemente su familiari o amici per l’assistenza con le attività quotidiane.

La famiglia o gli amici possono aiutare una persona con BPCO:

  • Tenere un elenco di farmaci, vitamine e integratori attuali, incluso il nome del farmaco, la dose e quanto spesso la persona lo assume
  • Identificazione dei sintomi che indicano una riacutizzazione della BPCO o altre condizioni in cui una persona dovrebbe consultare un medico
  • Accompagnare il paziente agli appuntamenti o alla riabilitazione del medico necessario
  • Fornire supporto sociale attraverso i pasti e la compagnia e apportare modifiche alle attività e alle uscite quando possibile

Può anche aiutare a organizzare una “riunione di famiglia” per dividere le responsabilità. Ciò potrebbe includere le faccende quotidiane, la gestione dei farmaci e l’assunzione di una persona agli appuntamenti. Dividere le responsabilità può aiutare a ridurre la fatica del caregiver e aiutare a prevenire la solitudine e l’isolamento.

Like this post? Please share to your friends: