Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Qual è la dermatite spongiotica?

La dermatite spongiotica è una condizione che rende la pelle secca, arrossata, prurita e screpolata. Di solito comporta un gonfiore causato dall’eccesso di liquidi sotto la pelle.

La dermatite spongiotica è strettamente associata alla dermatite atopica o all’eczema. È una condizione diffusa che coinvolge l’infiammazione della pelle ed è causata da allergie.

Questo articolo fornirà una panoramica della dermatite spongiotica, esaminando i sintomi, le cause e i trattamenti di questa condizione.

Sintomi

Lady prurito al gomito che potrebbe avere una dermatite spongiotica

I sintomi della dermatite spongiotica includono:

  • pelle secca e squamosa
  • forte prurito
  • eruzioni cutanee, specialmente sulle mani, sui gomiti interni e dietro le ginocchia
  • vesciche derivanti da eruzioni cutanee, che possono produrre fluidi in casi estremi
  • pelle rossa e infiammata da graffi costanti

Le cause

La dermatite atopica è la causa clinica prevalente di dermatite spongiotica. La causa esatta è sconosciuta, ma sembra essere correlata a una combinazione di fattori genetici e ambientali.

Uno studio recente suggerisce che le persone con questa condizione possono avere una mutazione del gene responsabile della creazione di una proteina chiamata filaggrina. Questa proteina aiuta a mantenere una barriera protettiva sullo strato superiore della pelle.

Senza abbastanza filaggrina, la barriera cutanea si indebolisce, permettendo all’umidità di fuoriuscire e lasciando entrare più allergeni e batteri.

La dermatite atopica tende a funzionare in famiglie e può verificarsi insieme ad altre condizioni, come l’asma e la febbre da fieno.

I possibili trigger includono:

  • allergeni, come cibo, piante, coloranti e farmaci specifici
  • sostanze irritanti, come saponi, cosmetici, lattice e alcuni metalli in gioielleria
  • aumento dei livelli di stress
  • cambiamenti nei livelli ormonali
  • climi secchi o umidi
  • sudorazione eccessiva, che può anche peggiorare il prurito

Fattori di rischio

Bambino che prude la schiena e può avere dermatite spongiotica

I fattori di rischio per la dermatite spongiotica includono:

  • Età. La dermatite atopica è più comune nei bambini rispetto agli adulti, con il 10-20% dei bambini e tra l’1 e il 3% degli adulti che presentano questa condizione.
  • Allergie. Una persona incline alle allergie è a maggior rischio di sviluppare una dermatite spongiotica.
  • Sostanze irritanti. Il contatto prolungato con sostanze irritanti, come detergenti, prodotti chimici o metalli può innescare la condizione.
  • Storia famigliare. Una persona con una storia familiare di dermatite atopica ha maggiori probabilità di sviluppare una dermatite spongiotica.

Diagnosi

Un medico o un dermatologo può diagnosticare la dermatite spongiotica esaminando la pelle della persona. Possono anche chiedere sintomi specifici, storia familiare, dieta e stile di vita.

A volte, un medico può raccomandare una biopsia per aiutare con la diagnosi. Una biopsia comporta il prelievo di un piccolo campione di tessuto cutaneo e l’invio a un laboratorio per il test.

Il medico può anche eseguire un patch test. Questo test prevede l’inserimento di cerotti che contengono allergeni comuni sulla schiena di una persona per vedere se causano una reazione allergica sulla pelle.

complicazioni

Durante gravi episodi di riacutizzazione, una grattata pruriginosa può provocare la secchezza della pelle, o vesciche a piangere, che possono portare a infezioni della pelle.

Ripetuti graffi possono anche portare ad un ispessimento della pelle, che è un processo chiamato lichenificazione. La pelle ispessita può essere pruriginosa tutto il tempo, anche quando la condizione non è attiva.

Trattamento

Uomo che idrata la mano che può aiutare con dermatite spongiotica

Mentre non esiste una cura specifica per la dermatite spongiotica, le persone possono curare le riacutizzazioni con farmaci, cura della pelle e cambiamenti dello stile di vita.

Di seguito è riportato un elenco di possibili trattamenti per la dermatite spongiotica:

  • Idratare ogni giorno e lavare con una crema idratante invece di sapone può anche aiutare.
  • Evitare saponi, gel doccia e detergenti, in quanto possono ulteriormente irritare la pelle.
  • Applicazione di creme steroide topiche per attenuare rossore e prurito. Assicurati di usare il farmaco appropriato o prescritto, perché l’uso di uno troppo forte può causare un assottigliamento della pelle.
  • Applicazione di inibitori topici della calcineurina, come unguenti di tacrolimus e creme di pimecrolimus, per controllare l’infiammazione durante le riacutizzazioni. Questi farmaci bloccano una sostanza chimica che innesca l’infiammazione della pelle e provoca arrossamenti e prurito.
  • Prendendo antistaminici per alleviare i sintomi di allergie. Gli antistaminici più recenti e non sonnolenti hanno meno probabilità di causare stanchezza.
  • Indossare bende, bendaggi o impacchi umidi sulla parte superiore delle creme per evitare che l’unguento si sfreghi e per evitare graffi. Gli impacchi umidi non sono consigliati per neonati o bambini poiché possono diventare troppo freddi.
  • Avere un trattamento con luce ultravioletta o fototerapia. Questa terapia di solito non è raccomandata per i bambini. La luce solare naturale può alleviare alcuni disturbi della pelle riducendo l’infiammazione.
  • Assunzione di steroidi per via orale, come il prednisolone, può alleviare i sintomi durante riacutizzazioni gravi o diffuse. Un medico o un dermatologo dovrà prescrivere steroidi.

Alcune persone riferiscono anche che l’assunzione di vitamina A o olio di pesce può alleviare i sintomi.

Prevenzione

I modi per alleviare il disagio della dermatite spongiotica e per ridurre la probabilità di future riacutizzazioni includono:

  • Seguendo una routine quotidiana per la cura della pelle. Questo include l’idratazione regolare e l’uso di farmaci o trattamenti prescritti.
  • Evitare potenziali inneschi. Questi possono includere determinati alimenti, cosmetici, detergenti o tipi di animali.
  • Indossare guanti non di gomma durante le attività manuali, come lavori domestici, per proteggere le mani.
  • Evitare di graffiare la pelle colpita. Graffiare può portare a ulteriori danni o infezioni.
  • Indossare materiali morbidi e traspiranti, come il cotone. Evitare i tessuti pruriginosi, compresa la lana.
  • Lavare i panni con la polvere da bucato non biologica. Utilizzare un doppio ciclo di risciacquo per eliminare i residui di detergente.
  • Mantenere la pelle fresca. Il surriscaldamento e la sudorazione possono peggiorare il prurito.
  • Trattare i sintomi non appena appaiono.Quando le riacutizzazioni diventano più gravi, sono più difficili da controllare.

prospettiva

Vivere con la dermatite spongiotica può essere una sfida continua per coloro che hanno la condizione. Oltre 30 milioni di persone negli Stati Uniti hanno una qualche forma di dermatite atopica.

I sintomi possono risolversi molto rapidamente o potrebbe essere una condizione a lungo termine.

Questa condizione non è contagiosa, quindi non c’è il rischio di prenderla da qualcun altro.

Sebbene sia impegnativa, la dermatite spongiotica è anche gestibile. Un piano di trattamento che include farmaci, cura della pelle e cambiamenti nello stile di vita può fare molto per alleviare i sintomi e ridurre il rischio di future riacutizzazioni.

Like this post? Please share to your friends: