Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Qual è la relazione tra cancro al seno e diabete?

I sopravvissuti al cancro al seno, che sono in post-menopausa, hanno una maggiore probabilità di sviluppare il diabete. Gli scienziati stanno diventando sempre più consapevoli di un’associazione tra diabete e cancro. In questo articolo, discutiamo il collegamento.

Uno studio, pubblicato in, è il più grande per osservare il legame tra il cancro al seno sopravvissuto e alla fine lo sviluppo del diabete; ha anche dimostrato che se il paziente ha continuato a sviluppare il diabete era strettamente associato ad aver subito la chemioterapia.

È stata osservata anche l’interazione opposta: le donne con diabete hanno una probabilità del 20% di sviluppare il cancro al seno in postmenopausa. Uno studio dello scorso anno ha dimostrato che le persone con diabete sopra i 60 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro al seno, rispetto alle loro controparti senza diabete.

Contenuto di questo articolo:

  1. Qual è la connessione?
  2. Risultati della ricerca
  3. Perché i sopravvissuti al cancro al seno hanno un rischio maggiore di diabete?
  4. Come posso ridurre il rischio?

Fatti veloci sul cancro al seno e il diabete:

  • È stato osservato che avere il diabete aumenta la probabilità di cancro al seno e che il cancro al seno aumenta la probabilità di sviluppare il diabete.
  • I cambiamenti dello stile di vita possono aiutare a ridurre il rischio a lungo termine.

Come è stata stabilita la connessione tra cancro al seno e diabete?

Un gruppo di donne in possesso di nastri di consapevolezza del cancro al seno

La connessione è stata effettuata a seguito di miglioramenti nella diagnosi e nel trattamento del cancro al seno. Poiché sempre più donne sopravvivono al cancro al seno, sta diventando sempre più importante capire i risultati a lungo termine per i sopravvissuti quando invecchiano.

Tuttavia, pochi studi hanno cercato di determinare quale sia il rischio di sviluppare il diabete per un sopravvissuto al cancro al seno. Lo studio in è un esempio della nuova ricerca che ha stabilito la connessione tra cancro al seno e diabete in modo più deciso.

Il team, guidato dal Dr. Lorraine Lipscombe (Women’s College Hospital, Women’s College Research Institute, Toronto, Ontario, Canada), ha raccolto e analizzato i dati dell’Ontario. L’obiettivo era confrontare la prevalenza del diabete tra le donne di età superiore ai 55 anni con carcinoma della mammella (1996-2008) a donne della stessa età senza la malattia.

È stato anche determinato se il paziente fosse stato sottoposto a chemioterapia. Ci sono stati 24.976 sopravvissuti al cancro al seno e 124.880 controlli coinvolti nell’esperimento.

Risultati della ricerca sul cancro al seno e sul diabete

I risultati dello studio hanno dimostrato che:

  • Tra tutti i soggetti, il 9,7% ha sviluppato il diabete con un follow-up medio di 5,8 anni.
  • Due anni dopo la diagnosi, il rischio di diabete tra i sopravvissuti al cancro al seno è cresciuto del 7%, rispetto alle donne senza cancro.
  • Dopo 10 anni, il 7% di aumento del rischio è salito al 21%.

I 4.404 pazienti che hanno ricevuto la chemioterapia adiuvante hanno mostrato la correlazione opposta. Nei primi 2 anni dopo la diagnosi, il rischio di diabete era il più alto (24% di aumento del rischio rispetto al gruppo di controllo). Ma, dopo 10 anni, il rischio si riduce all’8 percento.

La chemioterapia aumenta il rischio di diabete nei pazienti con cancro al seno?

Dr Lipscombe ha detto:

“È possibile che il trattamento chemioterapico possa far emergere il diabete prima nelle donne suscettibili.” È stato notato un aumento di peso maggiore nel contesto della chemioterapia adiuvante per il cancro al seno, che può essere un fattore nell’aumentato rischio di diabete nelle donne che ricevono il trattamento.

La soppressione degli estrogeni a seguito della chemioterapia può anche favorire il diabete; tuttavia questo potrebbe essere stato meno di un fattore in questo studio in cui la maggior parte delle donne erano già in post-menopausa. “

Gli autori ritengono che altri fattori abbiano contribuito al legame tra diabete e donne sottoposte a chemioterapia. Questi includono:

  • Farmaci: i farmaci glucocorticoidi utilizzati nella chemioterapia per trattare nausea e infiammazione spesso causano iperglicemia o aumenti dei livelli di zucchero nel sangue.
  • Maggiore osservazione: le donne che hanno ricevuto la chemioterapia possono essere state osservate più da vicino; quindi, il diabete sarebbe stato più facile da rilevare.

Secondo gli scienziati, il rischio potrebbe essere ridotto nelle donne che hanno ricevuto la chemioterapia perché hanno sviluppato il diabete entro i primi 2 anni e non sono più state monitorate. Un altro motivo potrebbe essere dovuto al fatto che gli effetti dei glucocorticoidi si sono esauriti nel tempo.

Perché i sopravvissuti al cancro al seno hanno un rischio più elevato di diabete?

Gli investigatori dicono che non riescono a capire appieno perché i sopravvissuti al cancro al seno hanno avuto un rischio di diabete più alto rispetto ai controlli.

La dott.ssa Lipscombe ha spiegato:

“Vi è, tuttavia, evidenza di un’associazione tra diabete e cancro, che può essere dovuta a fattori di rischio comuni a entrambe le condizioni: uno di questi fattori di rischio è l’insulino-resistenza, che predispone sia al diabete sia a molti tipi di cancro”.

Infatti, diversi studi hanno confermato che l’innalzamento dei livelli di insulina contribuisce alla proliferazione del tessuto mammario e può portare allo sviluppo del cancro al seno.

Il dott. Lipscombe ha concluso che i risultati sottolineano l’importanza di un più stretto monitoraggio del diabete tra i sopravvissuti al cancro al seno.

Cosa possono fare i sopravvissuti al cancro al seno per ridurre il rischio di diabete?

Le donne partecipano a una corsa divertente per la consapevolezza del cancro al seno

L’associazione tra cancro al seno e diabete è stata fatta. Tuttavia, esistono diversi modi in cui è possibile ridurre i rischi per entrambe le condizioni.

Uno studio condotto dall’epidemiologo Dr. Phillipe Autier ha esaminato l’associazione tra le condizioni e ha effettuato analisi sul rischio. La ricerca, pubblicata nel, afferma che la prevenzione più efficace è:

  • attività fisica
  • ridurre l’indice glicemico

Lo studio conclude:

“Un’associazione tra queste due malattie comuni potrebbe avere importanti implicazioni per la salute pubblica con fattori di rischio comuni che guidano ulteriori aumenti in entrambe le malattie, pur mantenendo la possibilità allettante di prevenire entrambi.”

Di conseguenza, la dieta e l’esercizio fisico rimangono metodi efficaci per ridurre il rischio di diabete nei pazienti con cancro mammario e viceversa.

Sebbene l’associazione tra cancro al seno e diabete sia continuamente studiata, ridurre l’obesità e promuovere l’attività fisica riduce la probabilità di sviluppare entrambe le condizioni e molte altre condizioni associate all’obesità e uno stile di vita sedentario.

Like this post? Please share to your friends: