Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali disturbi possono influenzare la placenta durante la gravidanza?

La placenta e la sua salute sono vitali per la salute della gravidanza e dello sviluppo fetale di una donna. Questo organo fornisce ossigeno, nutrienti e filtri per i rifiuti fetali durante la gravidanza.

Svolge anche un ruolo importante nella produzione di ormoni e protegge il feto da batteri e infezioni.

La placenta ricca di sangue si unisce alla parete uterina e si connette al bambino attraverso il cordone ombelicale.

Molto spesso la placenta si attacca alla parte superiore o laterale della parete uterina. A volte, tuttavia, può crescere o attaccarsi all’utero in un modo che può causare problemi di salute.

Fattori di rischio

Molti fattori influenzano la salute della placenta, tra cui:

Un modello di un bambino nell'utero.

  • Razza
  • Storia del fumo di sigarette
  • Alta pressione sanguigna
  • Gravidanza multipla in gestazione
  • Disturbi della coagulazione del sangue materna
  • Storia della chirurgia uterina come un parto cesareo
  • Storia dei problemi della placenta
  • Abuso di sostanze materne, come l’uso di cocaina
  • Trauma addominale, ad esempio da una caduta o da un trauma contusivo
  • Età materna – donne di età superiore ai 40 anni a rischio più elevato di sviluppare problemi alla placenta
  • Rottura prematura delle membrane – il rischio di problemi della placenta aumenta quando il sacco amniotico si rompe prematuramente.

Ci sono molte complicazioni che possono influenzare la placenta. I disturbi più comuni sono discussi di seguito.

Placenta previa

La placenta previa è una condizione in cui la placenta si attacca al muro dell’utero molto in basso. In tal modo, la placenta copre parzialmente o completamente la cervice.

Questa condizione si verifica nello 0,5-1% delle gravidanze. Tuttavia, la condizione può risolversi con il progredire della gravidanza.

La placenta previa è più comune nelle donne che sono:

  • Nero e di altre razze minoritarie
  • Più vecchio
  • I fumatori
  • Avere una storia di aborto, parto cesareo o altro intervento chirurgico all’utero
  • Portare una gravidanza a gestazione multipla.

Esistono due tipi di placenta previa: marginale e completa. La placenta previa previa è quando la placenta copre solo parzialmente la cervice. La placenta completa completa copre completamente la cervice.

La placenta previa può causare sanguinamento vaginale sia prima che durante il parto. Questo sanguinamento può essere grave a volte.

La placenta previa può causare le seguenti complicazioni durante la gravidanza:

  • Lacrima placentare
  • Aumento del rischio di infezione fetale
  • emorragia
  • contrazioni
  • Lavoro pretermine.

Molto spesso, sarà necessario un parto cesareo per consegnare il bambino in sicurezza.

Distacco della placenta

Distacco della placenta si verifica quando la placenta si separa dall’utero durante la gravidanza. L’abrasione può essere parziale o completa.

Una donna incinta sta misurando la sua pressione sanguigna.

La condizione si verifica più comunemente nel terzo trimestre. È il più comune disturbo della placenta e si verifica in 1 su 100 gravidanze.

La rottura della placenta è la principale causa di morte fetale e neonatale. Inoltre provoca alti tassi di parto prematuro e restrizione della crescita fetale.

Il rischio di distacco della placenta può essere aumentato da:

  • Trauma all’addome
  • Rottura prematura della membrana
  • fumo
  • Uso di cocaina
  • Storia di un precedente distacco della placenta
  • Difetti dell’utero
  • Ipertensione materna o ipertensione indotta dalla gravidanza
  • Placenta circonvallazione

Le donne incinte con distacco di placenta possono manifestare sanguinamento vaginale, dolore uterino o addominale, contrazioni continue e anomalie della frequenza cardiaca fetale.

Una diagnosi di distacco della placenta si baserà sui sintomi e sarà trattata in base alla gravità.

A causa del ruolo che la placenta svolge nella fornitura di ossigeno e di sostanze nutritive, l’interruzione della placenta può causare la privazione di questi nutrienti vitali.

Questa privazione può portare a uno sviluppo anormale del feto, a un parto prematuro, a restrizioni della crescita fetale e alla nascita di un feto morto.

Insufficienza della placenta

Come discusso in precedenza, la placenta svolge un ruolo vitale nello sviluppo fetale fornendo un bambino in crescita con sostanze nutritive e ossigeno e filtrando i loro prodotti di scarto. A volte, tuttavia, la placenta potrebbe non funzionare correttamente. Quando ciò accade, può non riuscire a fornire adeguate quantità di nutrimento, causando insufficienza placentare.

Questa anormalità placentare provocherà spesso una riduzione della crescita fetale e un basso peso alla nascita nei neonati.

Le donne con insufficienza placentare possono notare un minor movimento fetale e una dimensione dell’utero più piccola rispetto a prima.

Possono esserci sia conseguenze materne che fetali correlate all’insufficienza placentare. I rischi materni aumentano in presenza di diabete e ipertensione.

Molte donne incinte sperimentano sintomi di insufficienza placentare come:

  • Distacco di placenta (vedi sopra)
  • Lavoro e consegna pretermine
  • Preeclampsia.

La preeclampsia è caratterizzata da un’alta pressione sanguigna e dalla presenza di proteine ​​nelle urine. I sintomi della preeclampsia includono aumento di peso eccessivo, edema, mal di testa e ipertensione.

I rischi fetali e infantili in presenza di insufficienza placentare includono:

  • Privazione di ossigeno alla nascita, che può causare condizioni come paralisi cerebrale
  • Difficoltà di apprendimento
  • Ipotermia (bassa temperatura corporea)
  • Ipoglicemia (bassi livelli di zucchero nel sangue)
  • Policitemia (livelli eccessivi di globuli rossi)
  • Parto prematuro
  • Necessità di un parto cesareo
  • Morte fetale o morte.

La presenza di insufficienza placentare precoce in gravidanza peggiora i problemi che si verificano nel bambino.

Sebbene non vi sia una cura per l’insufficienza della placenta, è fondamentale ricevere un follow-up e una cura prenatale raccomandati.

Gli operatori sanitari possono valutare regolarmente la gravidanza raccomandando:

  • Esami di ufficio più frequenti
  • Kick conta i record
  • Istruzione sull’auto-monitoraggio per i sintomi della preeclampsia
  • Riposo a letto
  • Iniezioni di steroidi prima delle 32 settimane se il parto pretermine è un rischio
  • Valutazione con specialisti di medicina fetale materna ad alto rischio.

Nei casi più gravi, le donne incinte possono richiedere una degenza ospedaliera.

Infarti placentari

Gli infarti placentari sono aree di tessuto morto che si trovano all’interno della placenta, tipicamente causate da complicanze dei vasi sanguigni.

Questa anormalità placentare diminuisce il flusso sanguigno verso le aree colpite, che a volte può causare la riduzione o la morte del feto. Infarti placentari sono più comunemente sperimentati da donne con grave ipertensione arteriosa.

Accreta di placenta

Una donna sta indicando una cicatrice cesareo.

L’accreta di placenta è una condizione che si verifica in 1 su 2.500 gravidanze. La placenta e i suoi vasi sanguigni si attaccano e crescono profondamente nel muro dell’utero.

Questa grave condizione medica ha tre forme:

  • Accreta placenta: la placenta è attaccata al muscolo della parete uterina
  • Placenta increta: la placenta è attaccata attraverso il muscolo della parete uterina
  • Percreta di placenta: la placenta cresce attraverso l’intera parete uterina e si attacca agli altri organi circostanti.

I fattori di rischio per lo sviluppo di placenta accreta sono principalmente sconosciuti, ma si pensa che includano una storia di placenta previa e di tagli cesarei precedenti.

Le complicazioni di questa condizione possono includere sanguinamento vaginale nel terzo trimestre, grave emorragia postpartum, parto cesareo e successiva isterectomia.

Sviluppi recenti su placente da notizie MNT

La placenta modella potrebbe rivelare come gli agenti patogeni raggiungono un bambino non ancora nato

Gli scienziati hanno fatto progressi nella comprensione di come i patogeni, come il virus Zika, si incrocino dalla madre al nascituro e causino difetti alla nascita, secondo la ricerca pubblicata in.

Benefici per la salute di mangiare placenta “non provata”

Dopo il parto, molte donne scelgono di consumare le loro placente per molteplici benefici per la salute. Una nuova revisione degli studi che studiano il consumo di placenta, tuttavia, non è riuscita a scoprire alcuna prova scientifica per questi benefici, o che la pratica è priva di rischi.

Parla con il tuo medico per discutere del tuo rischio personale per lo sviluppo di anomalie della placenta e per le raccomandazioni sulla prevenzione e il trattamento.

Like this post? Please share to your friends: