Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Quali sono gli usi della ketamina?

La ketamina è un farmaco che viene utilizzato per indurre perdita di coscienza o anestesia. Può produrre rilassamento e alleviare il dolore negli uomini e negli animali.

È un farmaco programmato di classe III ed è approvato per l’uso negli ospedali e in altre strutture mediche come anestetico.

Tuttavia, è anche una droga “ricreativa” comunemente abusata, a causa dei suoi effetti allucinogeni, tranquillizzanti e dissociativi.

La polemica è sorta sull’uso della ketamina “off-label” per curare la depressione. Gli usi off-label di farmaci sono usi che non sono approvati dagli Stati Uniti, (USA) Food and Drug Administration (FDA).

La ketamina è sicura da usare nella pratica medica controllata, ma ha un potenziale di abuso. Utilizzato al di fuori dei limiti approvati, i suoi effetti negativi sulla salute mentale e fisica possono essere pericolosi. L’uso prolungato può portare a tolleranza e dipendenza psicologica.

Dati rapidi sulla ketamina:

Ecco alcuni punti chiave sulla ketamina. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • La ketamina è simile nella struttura alla fenciclidina (PCP) e causa uno stato di trance e un senso di disconnessione dall’ambiente.
  • È l’anestetico più utilizzato in medicina veterinaria e viene utilizzato per alcune procedure chirurgiche nell’uomo.
  • È considerato un “farmaco da club”, come l’ecstasy, ed è stato abusato come droga da stupro.
  • La ketamina dovrebbe essere usata solo come prescritto da un medico.

Cos’è la ketamina?

ketamina e dissociazione

La ketamina appartiene ad una classe di farmaci noti come anestetici dissociativi. È anche conosciuto come Ketalar, Ketanest e Ketaset.

Altri farmaci in questa categoria includono l’allucinogeno, la fenciclidina (PCP), il destrometorfano (DXM) e il protossido di azoto, o gas esilarante.

Questi tipi di farmaci possono far sentire una persona distaccata dalle sensazioni e dall’ambiente circostante, come se fluttuassero fuori dal loro corpo.

Usi terapeutici

La ketamina è più spesso usata in medicina veterinaria. Nell’uomo, può indurre e mantenere l’anestesia generale prima, durante e dopo l’intervento chirurgico.

Per scopi medici, la ketamina viene iniettata in un muscolo o somministrata per via endovenosa (IV).

È considerato sicuro come anestetico, perché non riduce la pressione sanguigna o riduce la frequenza respiratoria.

Il fatto che non abbia bisogno di elettricità, ossigeno o personale altamente qualificato lo rende un’opzione adatta nei paesi meno ricchi e nelle zone disastrate.

Nella pratica medica umana, è utilizzato in procedure quali:

  • cateterizzazione cardiaca
  • Innesti cutanei
  • procedure ortopediche
  • procedure diagnostiche su occhi, orecchie, naso e gola
  • interventi chirurgici minori, come le estrazioni dentali

È stato usato in un ambiente ospedaliero per controllare le convulsioni in pazienti con stato epilettico (SE), un tipo di epilessia che può portare a danni cerebrali e alla morte. Tuttavia, i ricercatori sottolineano che la ketamina è normalmente utilizzata per questo scopo dopo il 5 a 6 altre opzioni si sono dimostrate inefficaci.

È anche un analgesico e, a basse dosi, può alleviare il dolore.

Nel 2014, i ricercatori hanno scoperto che un’infusione di chetamina riduceva significativamente i sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD) in 41 pazienti che avevano subito una serie di traumi.

I ricercatori stanno esaminando altri possibili usi medici della ketamina, in particolare nelle aree di depressione resistente al trattamento, prevenzione del suicidio e disturbi da uso di sostanze. Tuttavia, questo uso è controverso.

Trattamento della depressione

I ricercatori dell’American Psychological Association (APA) hanno notato nell’aprile 2017 che un certo numero di medici prescrivono la ketamina “off-label” per le persone con depressione resistente al trattamento.

Tuttavia, avvertono:

“Mentre la ketamina può essere utile per alcuni pazienti con disturbi dell’umore, è importante considerare i limiti dei dati disponibili e il rischio potenziale associato al farmaco quando si considera l’opzione di trattamento”.

La FDA non l’ha ancora approvato per il trattamento della depressione.

In uno studio pubblicato in, i ricercatori sollecitano i medici a “ridurre al minimo il rischio per i pazienti” considerando attentamente le prove prima di prescrivere la chetamina off-label per i pazienti per curare la depressione e prevenire il suicidio.

Citando “pratiche discutibili” riguardo alla prescrizione della ketamina, sottolineano che non ci sono prove sufficienti per dimostrare che la ketamina è sicura e che alcuni studi a sostegno del suo uso non sono stati sufficientemente rigorosi in termini di etica della ricerca.

Chiedono un dibattito aperto, più ricerca, e per i medici di provare prima tutte le altre opzioni, prima di prescrivere la ketamina.

I National Institutes of Health (NIH) stanno attualmente sostenendo la ricerca se la ketamina possa aiutare le persone con depressione resistente al trattamento.

effetti

L’uso di ketamina può avere una vasta gamma di effetti avversi, tra cui:

  • sonnolenza
  • cambiamenti nelle percezioni di colore o suono
  • allucinazioni, confusione e delirio
  • dissociazione dal corpo o identità
  • agitazione
  • difficoltà a pensare o imparare
  • nausea
  • pupille dilatate e cambiamenti nella vista
  • incapacità di controllare i movimenti oculari
  • movimenti muscolari involontari e rigidità muscolare
  • biascicamento
  • intorpidimento
  • amnesia
  • battito cardiaco lento
  • cambiamenti comportamentali
  • aumento della pressione negli occhi e nel cervello

Può anche portare ad una perdita di appetito, mal di stomaco e vomito.

Quando viene usato come anestetico negli esseri umani, i medici lo combinano con un altro farmaco per prevenire le allucinazioni.

rischi

La ketamina è considerata relativamente sicura in ambito medico, perché non influisce sui riflessi delle vie aeree protettive e non deprime il sistema circolatorio, come fanno altri farmaci anestetici.

Tuttavia, alcuni pazienti hanno riferito sensazioni di disturbo al risveglio dall’anestesia della ketamina.

La ketamina può causare un aumento della pressione sanguigna e della pressione intracranica o della pressione nel cervello.

Le persone con le seguenti condizioni non possono ricevere la ketamina per scopi medici:

  • gonfiore al cervello
  • glaucoma
  • lesione cerebrale o tumore

È usato con cautela in quelli con:

  • disfunsione dell’arteria coronaria
  • aumento della pressione sanguigna
  • malattia della tiroide
  • dipendenza cronica da alcol
  • intossicazione acuta da alcol
  • aneurisma
  • dolore al petto
  • malattia mentale

Questi effetti possono essere più forti nelle persone di età superiore ai 65 anni.

Alcune persone potrebbero avere un’allergia agli ingredienti. I pazienti con qualsiasi tipo di allergia dovrebbero informare il loro medico prima di usare qualsiasi farmaco.

Chiunque stia utilizzando questo farmaco a scopo terapeutico su base regolare dovrebbe sottoporsi a regolari controlli della pressione arteriosa.

Come una droga di abuso

La ketamina viene spesso utilizzata nel club di ballo come droga di partito. Produce un brusco massimo che dura circa un’ora. Gli utenti segnalano euforia, insieme a sensazioni di sensazioni fluttuanti e di altri “fuori dal corpo”. Le allucinazioni, simili a quelle sperimentate con l’LSD, sono comuni.

Nel 2014, l’1,4 percento dei dodicesimi ha dichiarato di usare la ketamina per scopi ricreativi. Questo era in calo dal 2002, quando il 2,6% riferiva di averlo usato.

I nomi delle strade includono:

  • Cat Valium
  • KitKat
  • Speciale K
  • Vitamina K
  • Il tranquillante per cavalli
  • Ket
  • Viola
  • Super K
  • Jet

Viene assunto per via orale come una pillola, sbuffato, fumato con tabacco o marijuana o mescolato in bevande. Il più delle volte, viene cotto in una polvere bianca per sniffare. Assunto per via orale, può causare grave nausea e vomito.

Indipendentemente da come viene ingerito, i suoi effetti iniziano in pochi minuti e durano meno di un’ora.

Dosi più elevate possono produrre effetti più intensi noti come “K-hole”, in cui gli utenti diventano incapaci di muoversi o comunicare e si sentono molto lontani dal loro corpo.

Alcuni utenti cercano questo tipo di esperienza trascendentale, mentre altri lo trovano terrificante e lo considerano un effetto negativo.

Effetti collaterali

Gli effetti indesiderati includono:

  • dipendenza
  • psicosi
  • amnesia
  • compromissione della funzione motoria
  • alta pressione sanguigna
  • problemi respiratori
  • convulsioni

Poiché l’utente può diventare ignaro del proprio ambiente, l’abuso di chetamina mette la persona a rischio di lesioni accidentali a se stessa e vulnerabile all’assalto di altri.

I problemi con la coordinazione, il giudizio e i sensi fisici possono protrarsi fino a 24 ore. Se un individuo usa la ketamina in un ambiente ricreativo, un amico sobrio dovrebbe rimanere con loro per garantire la sua sicurezza.

Gli effetti a lungo termine includono problemi alla vescica e ai reni, mal di stomaco e perdita di memoria.

Se la dipendenza e la dipendenza si sviluppano, c’è anche il rischio di depressione.

L’uso frequente e illegale della ketamina può causare gravi disturbi mentali e gravi danni fisici alla vescica, noti come cistite ulcerosa indotta dalla ketamina.

Ketamina e alcol

Secondo l’OMS, è improbabile che la tossicità chetamina da sola porti a morte. Tuttavia, combinandolo con altre sostanze, come l’alcol, può aumentare gli effetti sedativi, portando eventualmente a un sovradosaggio fatale.

Negli Stati Uniti, le visite al dipartimento di emergenza (ED) 1.550 erano dovute all’uso illegale di ketamina e il 71,5% di queste riguardava anche l’alcol.

Overdose

Il rischio di sovradosaggio è elevato, perché, per un utente ricreativo, c’è solo una leggera differenza nel dosaggio tra l’ottenimento degli effetti desiderati della droga e un sovradosaggio.

Dipendenza

La ketamina è una sostanza controllata di classe III. L’uso prolungato può causare dipendenza, tolleranza e sintomi di astinenza. Smettere di fumare può portare a depressione, ansia, insonnia e flashback.

Gli utenti cronici sono stati conosciuti per “abbuffare” il loro uso di ketamina nel tentativo di sperimentare nuovamente gli effetti dissociativi ed euforici del loro primo uso iniziale.

Le complicazioni dell’uso a lungo termine possono essere fatali.

Un’ultima parola

La ketamina è un farmaco anestetico utilizzato nella medicina umana e veterinaria. È importante distinguere gli usi medici validi dall’uso non medico e ricreativo del farmaco.

Se somministrato correttamente da un professionista medico qualificato, la ketamina è un farmaco sicuro e prezioso.

Utilizzato in contesti ricreativi, tuttavia, l’abuso di chetamina può produrre risultati di salute fisica e mentale imprevedibili. A lungo termine, può portare a danni psicologici e, in alcuni casi, alla morte.

Qualsiasi uso di droghe dovrebbe essere prescritto da un medico che conosce la storia medica completa del paziente.

Like this post? Please share to your friends: